mercoledì 26 settembre 2012

Parco di Cervia e borse termiche fai da te

Dal 10 al 16 settembre io e Topastro siamo stati a casa insieme: ferie! Abbiamo fatto qualche giretto: Santarcangelo, Italia in miniatura, spiaggia e Parco di Cervia. Siamo andati a salutare caprette, cavalli, tartarughe, cigni e tanti altri animali. Topastro, che spesso gioca a fare l'esploratore, ha voluto il suo zainetto per portarsi al parco acqua e merenda. 
Ho pensato che sarebbe stato divertente fare un pic nic e così gli ho preparato dei panini con prosciutto e pomodorini. Era ancora molto caldo e serviva una borsetta termica. Ne abbiamo diverse ma tutte troppo grandi per entrare nello zainetto di Topastro così ho pensato di farne una. Naturalmente con materie prime usate!
Avevo un sacchetto termico rotto di quelli che si comprano nei supermercati con l'esterno di plastica e una leggera imbottitura. Il manico si era staccato ma io non butto nulla e infatti il saccchetto rotto era in dispensa. Ho preso un pezzo di tessuto, (anni fa era un copridivano), di una misura doppia rispetto al sacchetto che dovevo cucire e l'ho piegato a metà. 
In mezzo ho inserito un pezzo di plastica e imbottitura ritagliata dal sacchetto termico rotto. Ho creato un sacchettino termico con esterno e interno in tessuto e la parte non visibile, tra i due tessuti, in plastica e imbottitura. E naturalmente ho fatto anche il portabottiglia. Nel sacchetto abbiamo messo una di quelle piastrelle con gel che si mettono nel congelatore, panini e cioccolato. Nel portabottiglie abbiamo messo la bottiglietta dell'acqua.
 Topastro ha voluto anche una copertina per il pic nic e visto che lui è piccino avrebbe dovuto fare merenda insieme alla sua amichetta ne ho creata una con un vecchio pareo giallo sbiadito su cui ho disegnato dei fiorellini e la misura è risultata perfetta. Tantissimo tempo fa con i punti di un supermercato ho preso la copertina a fantasia della foto qui sopra. Era una copertina da pic nic e aveva una comoda cinghia per tenerla arrotolata e trasportarla come fosse una borsa. 
Ho osservato bene la cinghia per trasportare la copertina e ne ho creata una più piccola per Topastro. E così: zainetto, panini, acqua e copertina siamo partiti per Cervia insieme ad un'amica di Topastro e la sua mamma. 
Abbiamo salutato tutti gli animali e i bimbi hanno mangiato i panini sul prato. Topastro era molto contento di avere una copertina per fare pic nic e si è mangiato due minuscoli panini al prosciutto. Miracolo! Penso che lo porterò a mangiare a Cervia tutti i giorni ah ah!
A Cervia c'erano tantissime tartarughe di terra ma non abbiamo avvistato nessun coniglietto. Però, prima volta che mi capita da quando vado a Cervia, abbiamo visto uno scoiattolo che velocissimo saliva su un albero e saltava da un ramo all'altro. 
Topastro ha fatto un bellissimo disegno sulla sabbia della pineta, qui sotto l'opera non era ancora terminata. Un castello, una principessa, un drago e alcune mappe del tesoro :-)
Quando ho scaricato le foto mi sono accorta che in alcune immagini Topatro usa la destra per disegnare con il legnetto e questo mi ha sorpreso perchè lui ha sempre usato la mano sinistra per afferrare oggetti, mangiare, scrivere. Perfino il pollice che succhia è il sinistro. 
Il disegno sulla sabbia era davvero carino a differenza delle incomprensibili opere d'arte che ogni tanto realizza sui fogli di carta. Disegnare non gli piace per niente, (fa eccezione l'uso dei pennelli), e quindi a casa lo fa molto raramente. So che lui si rende conto che non è bravo a disegnare e spesso si rifiuta di disegnare un oggetto se sono io a chiederglielo perchè prima i iniziare sa che non somiglierà al vero oggetto. Il fatto che è mancino poi non lo aiuta per niente.
Noi destrorsi non ci facciamo caso ma tutti gli oggetti che ci circondano sono pensati per chi usa la mano destra che quindi riesce facilmente a maneggiarli. E per tutti intendo proprio tutti tutti, dalla maniglia della porta al tasto della macchina fotografica, il mouse, posate e arnesi da cucina, libri,... Topastro per logica scriverebbe da sinistra a destra e spesso se copia delle lettere fa proprio così perchè scrivendo da sinistra a destra copre con la mano i segni lasciati sul foglio.
 Più per curiosità che per necessità ho comprato due matite e una scatola di pastelli colorati per mancini. Topastro non ha ancora provato a utilizzarli e sono curiosa di scoprire se possono davvero aiutarlo oppure ho buttato via dieci euro!
Altre immagini del parco di Cervia le trovare con l'etichetta "Parco Naturale Cervia" 

14 commenti:

  1. Anche FiglioPig è mancino e anche lui tende a scrivere da destra verso sinistra.... ma la maestra mi ha assicurato che lo fanno anche i bambini destrorsi!! Mah... In ogni caso fammi sapere se le matite e i pastelli per mancini sono utili!!! ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero MammaPig, anche a me hanno detto che fino a quando i bimbi non iniziano la scuola scrivono in ogni verso e confondono lettere e numeri. Speriamo che poi si abituino a scrivere nel verso giusto eh eh. Ti saprò dire...

      Elimina
  2. Con questo post mi hai fatto ricordare quanti pomeriggi domenicali ho trascorso al Parco di Cervia, insieme ai miei figli quando erano bambini. Nei primi tempi, al Parco c'erano solo un'infinità di variopinte papere nel laghetto, miriadi di caprette puzzolenti in un recinto, alcuni asinelli, due cammelli spelacchiati con le gobbe miseramente pendenti all'ingiù. Però loro ci si divertivano tanto ed io nel ricordare mi ci commuovo.
    Tu sei stata bravissima a realizzare questa mini attrezzatura da pic-nic; le nostre merende invece erano a base di piadina e prosciutto presi direttamente al chiosco.
    Grazie Claudia per aver condiviso la vostra giornata e per aver risvegliato i miei ricordi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I cammelli Krilù! Lo sai che pure io ricordo il cammello?? Andavo al parco da piccolina con le mie cuginette ed ero quasi sicurissima che il cammello si trovasse lì... ora tu confermi :-)
      La piadina di Cervia è buonissima! Grazie a te per essere passata da qui. Anche a me il parco di Cervia evoca tanti bellissimi ricordi.

      Elimina
  3. che belle giornate che hai passato...Mio figlio usa sia la destra che la sinistra però a volte ho notato che gli piace scarabocchiare con la sinistra...non sapevo che esistevano colori appositi :O ,,, non si finisce mai di imparare...ciao buon proseguimento!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Twins(bi)mamma oggi si trovano tantissimi oggetti per i mancini. Alcuni immagino siano di aiuto come forbici, apriscatole, ... altri non so. Io per ora non ho comprato nulla a Topastro, solo le forbicine ma lui aveva già imparato a tagliare con la destra. Penso che se riuscirà a usare i normali attrezzi sarà meglio per lui. Ma se dovesse incontrare difficoltà sicuramente rimedieremo :-)
      Per i pastelli ti saprò dire. Non sono troppo convinta che aiutino davvero.

      Elimina
  4. Fantastica giornata al parco e tu meravigliosa mamma tutto fare!
    Bravissima!
    xoxoxo
    Claudia

    RispondiElimina
  5. Che belle idee...e che bella giornata al parco!!!! Grazie dello spunto!!! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Viola. Noi ci divertiamo sempre parecchio quando andiamo in questo parco

      Elimina
  6. meravigliose giornate con il tuo topastro!
    sei una miniera di idee e molto creativa....

    io sono una mancinissima ( usavo entrambe le mani solo a giocare a tennis. potevo diventare una campionessa ;) ).
    confermo la difficolta' di adeguarsi ad un mondo di destrimani, soprattutto a scuola: i primi tempi orientarsi sul figlio e' difficilissimo e si tende a scrivere da destra a sinistra, puo' essere anche che i numeri vengano scritti al contrario. meglio non allarmarsi, passa!
    se topastro non ama disegnare non e' detto dipenda dal mancinismo, puo' essere che ancora non abbia definito la "mano dominante".
    sono curiosa di sapere se le matite per mancini funzionano.
    alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ilmiograndecaos :-)
      Topastro, per ora, scrive quasi tutto al contrario. Oltre a scrivere da destra a sinistra fa pure le lettere allo specchio. La E ha le gambine verso sinistra... ma mi hanno detto che è normalissimo. Topastro non ama disegnare: questo è un dato di fatto. Però certe volte, quando è ispirato, vorrebbe vedere risultati e invece escono "scarabocchi" per questo ho pensato di proporgli delle matite speciali. Se servono davvero a qualcosa lo scriverò di sicuro qui sul blog :-)

      Elimina
  7. geniale la borsetta termica fai da te! Non trovi che le gioie della vita sono queste giornate semplici all'aria aperta e a contatto con la natura? Hanno un potere ricarica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Giorgia! Queste giornate, specie ora che i colori autunnali riempiono gli occhi e il cuore, ricaricano tanto e mi fanno sentire serena. Uno di questi giorni voglio portare Topastro a raccogliere le castagne matte :-)

      Elimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.