giovedì 26 maggio 2016

Volaareee...

Manca davvero pochissimo alla fine della scuola e io non vedo l'ora di "staccare" un po'. Di non pensare ai compiti, ad arrivare in orario a scuola, a firmare voti che partono da "5" e sgridare continuamente Samuele perché dimentica di studiare. Un anno davvero duro, penso di averlo già scritto, e quindi l'estate è davvero la benvenuta. 
Non importa se prenderò poche settimane di ferie, se non potrò andare in spiaggia tutti i giorni e se Samuele frequenterà il centro estivo. Ogni volta che potremo andremo in spiaggia, quella piccolina, accessibile, con animazione, giochi ma anche tranquillità. E poi quest'anno  ci sarà pure la socia, mia vicina di ombrellone, chissà se i mostri ci lasceranno poltrire sul lettino con un libro in mano. 
E in agosto arriverà pure la banda dalla Brianza così i bimbi giocheranno tutti insieme come la scorsa estate, non vedo l'ora! Manca pochissimo anche al compleanno, 9 anni!, e noi faremo la solita festa intima, con qualche amichetto, in spiaggia. Niente confusione, una piccola festa per un piccolo grande bimbo :-)
Visto che son in vena di lamentele devo confessare che sono pure stanca della logopedia, della lingua del Topastro non vuole stare al posto giusto e a parte gli appuntamenti con la logopedista, ci son tanti esercizi da fare a casa e noi spesso non troviamo il tempo. La scuola, i compiti, il nuoto, un giretto al parco, la spesa, le bollette, ... in questo periodo, se potessi, scapperei su un'isola deserta :-) 
Ora passiamo alle cose belle: vi segnalo Parole al Cartoccio, festival di letteratura per bambini e ragazzi a Cesenatico, potete trovare tutte le informazioni sulla pagina facebook di Cartamarea: spettacoli, letture, mostre, incontri con gli autori e illustratori. Purtroppo io e Samu in questo periodo siamo super impegnati altrimenti ci saremmo trasferiti volentieri a Cesenatico per partecipare a tutti gli eventi! Però non ci perderemo lo spettacolo del 31: biglietti già ritirati. 
E poi basta, son sveglia dalle 5:00 e ho una gran voglia di stendermi nel letto e addormentarmi, magari guardando un film, perché stasera non ce la faccio proprio a leggere. Un saluto da parte mia, uno da Topastro che cerca di spiccare il volo dallo scivolo serpente Tuiotù e un miao da Pollo!

lunedì 16 maggio 2016

Maggio

Siamo già a metà maggio e tra un paio di settimane il Topastro compirà nove anni! Gli impegni sono sempre tantissimi, (tanto che non ho ancora fatto cambiare le gomme all'auto, non ho preso appuntamento per il 730, non ho scaricato e compilato i moduli per l'iscrizione al centro estivo...). Però stamattina son riuscita a passare alla mutua per il cambio medico, sarò barava?
Il tempo è strano: un giorno caldo, un giorno freddo, piove, esce il sole... Sul letto c'è ancora la trapunta leggera e la mattina prima di uscire apriamo la finestra per sentire la temperatura. A volte si esce in maniche corte e a volte con il giubbino!
Topastro ha tirato fuori la bicicletta dal garage e ogni tanto abbiamo fatto qualche giretto a Viserba. Sabato mattina è uscito con pantaloni e giacca impermeabile, pioveva ma lui voleva proprio prendere la bicicletta. Io a piedi, dietro, con l'ombrello. Naturalmente dopo 10 minuti ha smesso di piovere ed è uscito il sole e siam morti di caldo!
Tra un impegno e l'altro abbiamo trovato il tempo per andare al parco, ogni tanto, quello nuovo, quello bellissimo, a giocare con il serpente Tuiotù e con l'acqua. Topastro corre e io ascolto le mamme che gridano ai bimbi: vieni via da questo gioco! Ti sporchi e ti bagni, fa freddo!
Abbiamo pure provato ad andare in spiaggia, domenica, ma era più tempo da the caldo e biscotti che da sabbia e gelato. Il Topastro sarebbe rimasto a giocare con secchiello e paletta ma io avevo proprio freddo e, siccome son vecchietta, e poi mi vengono gli acciacchi, siamo rientrati e abbiamo fatto i biscotti.
La scuola... quest'anno è stata davvero dura e son proprio contenta che tra poco salutiamo le maestre per tre mesi di meritate vacanze. Apprezzo tanto il lavoro delle insegnanti ma quest'anno mi è pesato parecchio l'impegno del mio Topastro, la sua leggerezza nel considerare i compiti e lo studio una cosa per nulla importante. Lo so che lui ha ancora tanta voglia di giocare ma la scuola è importante: per le nozioni che si apprendono e come scuola di vita. Si impara a rispettare un impegno, il compagno, a parlare o a tacere, a esultare per i bei risultati e a riflettere su quelli scarsi. 
Anche se il meteo ancora non è stabile noi abbiamo ripulito il balcone da foglie, sabbia, sporcizia varia; abbiamo pulito tavolino, sedie e preparato lo sdraio. Insomma siamo pronti per l'estate, manca solo il caldo e il sole :-) 
Non ci siamo perse il compleanno di Dahl in biblioteca Gambalunga a Rimini: i lettori volontari hanno deliziato i bimbi con brani tratti da vari libri tra cui: Matilde, Gli sporcelli, La fabbrica di cioccolato, Il GGG, La magica medicina, Versi perversi, Minipin, ... Alcuni dei lettori volontari erano veramente bravissimi! A me i racconti di Dahl non piacciono tanto ma se una persona sa leggere bene una storia, è davvero incredibile scoprire che si riesce ad apprezzare anche ciò che solitamente non piace. Samuele però ha dichiarato che la sua maestra è molto più brava a leggere Dahl e ciò mi ha molto incuriosito.
Prima di salutarvi vi presento Fortunato Spelacchiato, il nostro amico che viene a trovarci spesso e che consuma i pasti presso la nostra mangiatoia sul balcone, da un paio di giorni è sparito, speriamo ritorni! 
Ora mi preparo, tra un'oretta Topastro esce da scuola e, se non farà troppo freddo, magari ci fermiamo a giocare un pochino al parco.

martedì 3 maggio 2016

Parchi per Tutti - Gita al parco giochi inclusivo di Rimini di Raffaella Bedetti

Racconto di Raffaella
È passato già un mese dall'inaugurazione della nuova area gioco "Tutti a bordo!" e sono passati quasi due anni dalla nostra gita al parco di Fontaniva.
Non mi voglio soffermare a descrivere i giochi presenti, il lungo lavoro che si è svolto dietro le quinte per realizzarlo, ma voglio provare a rendervi partecipi di un nostro stato d'animo, forse più di uno.
Io e Cristian abbiamo sbirciato il parco con un addetto ai lavori prima dell'apertura. L'impatto a prima vista è stato sicuramente bellissimo: i colori, gli alberi, uno scivolo a forma di serpente con una rampa di salita al posto dei gradini mai visto finora.
Cristian fremeva dalla voglia di vederlo aperto e poter provare i giochi, ma allo stesso tempo mi chiedeva come poteva LUI usare quei giochi.
Io fremevo per vederlo divertirsi e giocare con gli altri e tremavo per la paura che come al solito non riuscisse a giocare!

Continua a leggere qui: http://parchipertutti.blogspot.it/2016/05/gita-al-parco-giochi-inclusivo-di-rimini.html

lunedì 2 maggio 2016

Pronti, partenza, via!

Il gioco che mi piace di più nel parco Tutti a bordo! è lo scivolo. Mi piace correre, giocare con altri bambini e fare finta di essere una spia. Samuele 8 anni e mezzo.





Finalmente è maggio, inizia ad essere abbastanza caldo per uscire senza giubbotto, i bagnini si danno da fare per sistemare le spiagge per la stagione estiva, tra meno di un mese Samuele compirà 9 anni e manca poco alla fine della scuola!

giovedì 28 aprile 2016

Incontro LIA aprile 2016 - COLORI

Un altro incontro è volato, tra adulti, bambini, risate, stuzzichini per il palato e libri stupendi da gustare. Un piccolo gruppo con una grande passione :-)
Ecco alcune delle nostre proposte, tutte belle e interessanti, ad ogni nuovo incontro si scoprono libri meravigliosi!
° BallataBlexBolex. Un libro dalle illustrazioni particolari, tecnica serigrafica, poche parole per una storia fatta di sequenze, che iniziano con poche parole che si ripetono in ogni sequenza successiva a cui ne vengono aggiunte altre. 
° Cappuccetto verde - Bruno Munari. Rivisitazione della fiaba in cui tutto è... verde!
° Elmer, l'elefante variopintoDavid McKee. Altro grande classico sul tema colori e amicizia, tanti colori! "Colorista è l’uomo che sa subito come analizzare un colore quando lo vede in natura e dice, ad esempio: «quel grigio-verde è giallo, più nero e blu». In altre parole, l’uomo che sa trovare i grigi della natura sulla sua tavolozza."
° Favole al telefono - Gianni Rodari. Siamo stati deliziati da una bellissima voce che ci ha letto una delle favole, in particolare quella del semaforo blu.
° Filastrocca a coloriMassimiliano Maiucchi, Valeria Ricciardi. Un colore per ogni oggetto, libro per imparare i colori in maniera divertente
° Giallo gialloFrank Asch, Mark Alan Stamaty. Un bambino trova un cappello giallo, gli piace, lo indossa ma poi lo deve restituire. A casa decide di prendere un foglio su cui inizia a dipingere tutti gli oggetti gialli: quando il foglio è completamente dipinto, lo piega e crea un cappello! Pagine bianche colpe di particolari tratteggiati in nero con solo alcuni particolari... gialli! 
° Gli altri - Susanna Mattiangeli, Cristina Sitja Rubio. Colori diversi come diverse sono le persone. Un albo ricco di pennellate di tanti colori! Immagini e informazioni qui: http://topipittori.blogspot.it/2014/03/un-libro-affollato.html
° Il giro del cielo -Daniel Pennac, Miró Joan. La storia di una bimba operata per l'appendice infiammata ricostruita e raccontata attraverso i quadri di Miró.
° Il ghiribizzo - Bruno Tognolini, Giulia Orecchia. Un libro che trabocca di colorivi vivaci come Mattia, un bimbo molto vivo! Quando il "ghiribizzo" lascia il corpo di Mattia tutto diventa grigio e triste, anche le pagine del libro.
° Il libro nero dei coloriMenena Cottin, Rosana Faria. Un libro molto speciale, tutto nero ma sul tema dei colori. Un libro che descrive i colori, con testo in lingua italiana ma anche in caratteri Braille e con disegni da toccare, sempre di colore nero su sfondo nero ma in rilievo e stampa lucida su pagine opache.
° La congiura dei cappuccetti - Stefano Bordiglioni, Giulia Orecchia. Tra le varie rivisitazioni della classica fiaba c'è "Cappuccetto Rosa", molto simpatica, ma la nostra preferita è "Cappuccetto Zozzo"
° L'artista sei tu! Gioca, ritaglia e dipingi con Seurat, Matisse, Mondrian, Klein, Warhol, Pollock, Dubuffet - Anne-Laure Witschger.
°  La voce dei coloriJimmy Liao. La storia di una ragazza che gradualmente perde la vista, un libro coloratissimo, magico come lo sono i libri di Jimmy Liao, paesaggi, particolari, porte che si varcano e porte che si lasciano alle spalle.
° Lettere a TheoVincent Van Gogh. Una raccolta di lettere che Vincent scrisse al fratello descrivendo paesaggi e vite delle persone attraverso i colori!
° Manifesto segretoGuido Scarabottolo. Un "quadernone" di grande formato con pagine che, per i più coraggiosi, possono essere ritagliate e poi assemblate per formare il proprio manifesto! Il libro contiene alcuni manifesti pronti e tante pagine colorate da utilizzare come sfondo e tanti oggetti da ritagliare.
° Non c'è nave che possa come un libroEmily Dickinson. Un libro con illustrazioni arancioni, rosse, ... Ogni illustrazione ha un colore predominante.
° Piccolo blu e piccolo giallo - Leo Lionni. Tre copie di questo piccolo capolavoro che tratta sia il tema dei colori che dell'amicizia, siamo stati allietati dalla lettura del testo da parte di un bimbo, sì: ai nostri incontri partecipano anche alcuni bambini che amano i libri.
° Piccolo buio - Cristina Petit. Ritorna Piccolo Buio, che ha partecipato a tanti dei nostri incontri. Nella notte buia piccole luci colorate possono far paura ma sono solo...
° Racconti InCanti - Elisa Mazzoli, Francesca Cavallaro. I colori di Dinda, la porcellina d'india, che vuole dipingersi le unghie e giocare a travestirsi.
° Storia di Vera - Gabriele Clima. Libro nel quale l'uso dei colori viene in aiuto al racconto: le pagine che illustrano la vita nel campo di concentramento sono monocolore con varie sfumature: grigie, blu, marroni... Quando la speranza inizia a farsi strada appaiono più colori, più vivaci... 
° Un libro - Hervé Tullet. Un geniale libro-gioco interattivo che fa animare i pallini colorati all'interno delle pagine.
° Vincent il mattoLuiz Antonio Aguia. "Per Camille Roulin è impossibile dimenticare l’anno in cui monsieur Van Gogh diventò una presenza fissa in famiglia. Era 1888, lui aveva undici anni e suo padre, il postino di Arles, lo mandava spesso a casa del pittore per consegnare i pacchi di colori, tele e pennelli in arrivo da Parigi..."

Ci vediamo il mese prossimo, compagni di avventure libresche! Il tema di maggio: bambini e bambine coraggiosi/e e intraprendenti

domenica 24 aprile 2016