lunedì 20 settembre 2010

Corredo per la Scuola dell'infanzia

A fine luglio ci è stata recapitata la lettera con l'elenco del materiale richiesto dalla scuola dell'infanzia che frequenta Topastro quest'anno. Verso la fine di Agosto abbiamo iniziato a comprare il materiale di cancelleria ovvero cartoncini colorati, pennarelli, pennelli, punteruolo... In settembre abbiamo acquistato i grembiulini e abbiamo iniziato a preparare anche il necessario per il corredo completo. Ogni indumento, sacca o zaino devono essere contrassegnati da nome e cognome.
Dopo aver lavato i grembiulini, Topastro ne ha scelto uno giallo e uno azzurro, li abbiamo portati in un negozio dove abbiamo fatto ricamato il nome. Lo zainetto ce lo hanno regalato questa estate e al manico ho cucito un anellino di tessuto blu con il nome e cognome scritti con un pennarello per tessuto. Ho riciclato una busta per la spesa in tessuto come sacca per il cambio. Ho tagliato i manici e ho inserito una cordicella nel bordino. Anche qui nome e cognome con il pennarello.
Il necessario per la nanna, (cuscino, lenzuola, copertina), non sapevo dove metterli. Serviva una sacca piuttosto grande. Ho optato per una federa comprata all'ipermercato, Topastro ha scelto il colore, e ho cucito un bordino per inserire una cordicella. Tutta gialla mi pareva un pochino anonima e allora ho disegnato sopra l'amico del Topastro.  
Nella scuola che frequenterà il  Topo la merenda bisogna portarla da casa ogni mattina ma è accettata solo frutta. Pensavo di mettere la frutta in un sacchettino di quelli che usano per congelare i cibi e poi nello zainetto insieme al bavaglino, (usiamo gli stessi nel nido su cui avevo scritto il nome con il pennarello), e fazzoletti di carta. Poi ho letto questo interessante post sul blog Alessia, scrap and craft e trovo che la sua l'idea sia davvero geniale. I sacchettini di plastica per alimenti dovrei comprarli, usarli e ogni tanto cambiarli, quindi buttarli nel bidone. I cartoni in Tetra Pak invece entrano spesso in casa nostra contenenddo latte o succhi di frutta. Perchè non riciclarli prima di buttarli via?
Cinque tagli di forbice, una smussatina agli angoli, (ma non è necessario), e il porta merenda è pronto! E si tratta di un materiale adatto a contenere alimenti, perfetto! Come suggerito nel post che ho letto ho aggiunto un pezzettino di velcro adesivo su due delle alette per poter chiudere il contenitore.
Il contenitore del latte non sono tanto grandi ma sono perfetti per una mela tagliata a fettine, per luva o la pera. Per il kiwi o altri frutti troppo succosi ci organizzeremo diversamente perchè la chiusura non è ermetica.
L'amico di Topastro, Pingu, (quello grande), lo ha accompagnato in classe il primo giorno di scuola ed è rimasto con lui in sezione e così mi è venuta un'idea... 
Poteva il mitico pinguino andare all'asilo senza grembiulino? No! In realtà Pingu non è più entrato in classe, accompagna il Topastro in auto e lo va a prendere all'uscita. Però non ho resistito a cucirgli addosso un mini grembiulino azzurro. Nella scatola dei ritagli di stoffa c'era un pezzo di lenzuolo da cui avevo già creato una sacca per il nido. Ne ho tagliato un rettangolo e l'ho avvolto attorno a Pingu. Attorno al collo ho creato delle pence, (credo si chiamino così), e le ho fissate con delle spille da balia. Ho individuato i punti esatti dove creare i buchi per le maniche e ho tagliato.
Per creare le maniche ho tagliato due piccoli rettangoli di stoffa che ho cucito formando un tubo che ho poi fissato all'interno dei buchi che avevo fatto in corrispondenza delle braccine. Come si vede nella foto le maniche sono molto attillate, devo aver sbagliato le misure...
Ho ripiegato il tessuto per creare i bordini in fondo alle maniche e sul fondo del grembiulino. I bottoni hanno solo una funzione estetica perchè nella parte sotto del tessuto ho cucito del velcro per aprire e chiudere il grembiule facilmente. In ogni caso non sarei proprio stata capace di creare le asole per i bottoni! Ho creato il colletto con passamaneria beige e naturalmente ho scritto il nome dell'alunno.
Ed ecco i due pinguini preferiti di Topastro: Pingu e la sorellina Pinga! Buona scuola a tutti i bimbi!

18 commenti:

  1. brava...che bel corredo... a me hanno chiesto solo la merenda .... bella idea il tetrapack...
    e anche pingu versione scuola è un amore...ciao

    RispondiElimina
  2. pingu è semplicemente SPETTACOLARE!!! bravissima amica, è tutto stupendo!!!

    RispondiElimina
  3. Non ho parole! :-) Pingu è un amore... da mangiarselo di baci
    Bacioni e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  4. Grande Pingu scolaro! E l'idea del Tetrapak per la frutta è ottima. Quest'anno, per portare in spiaggia la frutta, avevo comprato ad un 99 cents shop un paio di contenitori in plastica di misure diverse, il tappo era ermetico e così potevo portare anche cocomero e ananas tagliato.

    RispondiElimina
  5. nooooooo il grembiule per pingu è fantastico dovrebbero proporti un lavoro come creativo in un'azienda per giocattoli

    RispondiElimina
  6. Questo corredino è delizioso quanto il tuo Topastro!!
    Bravissima!

    Laura - CheBirba

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia sia le decorazioni Pingu sul corredino che il Pingu pronto per la cuola! Ottima l'idea del tetrapack per la merenda! Bellissime idee!

    RispondiElimina
  8. accidenti che corredino! ma a noi non han chiesto tutte queste cose: a parte poco materiale di cancelleria (pennarelli, matitoni, astuccio, risma di carta e 4 colle) e fazzoletti, pannocarta, bichcieri di plastica e sapone liquido, dobbiamo preparare 3 sacchette. Una con un cambio completo e un asciugamano; una con bavaglia e asciugamano; una con scarpe da tenere all'asilo e calze antiscivolo. Niente grembiuli, niente zainetti, e soprattuto vietato portare a scuola merende, la frutta la danno loro di quelle avanzata il giorno prima a pranzo, insieme al pane.
    Le sacchette devono essere a quadretti del colore della classe, e come te su ogni cosa nome e cognome per esteso.

    Complimenti e buon inizio: a noi tocca lunedì prossimo! che emozione! scatta l'album dei ricordi :-)

    RispondiElimina
  9. @Francy: quante cose da preparare anche voi!!! Al nido che ha frequentato Topastro volevano calzine antiscivolo o scarpine da casa. Forse alla materna escono spesso in giardino e quindi niente scarpine per l'asilo. A me non dispiaceva, era più igienico. Idem per la merenda, al nido gliela davano loro, frutta. Comunque questa nuova scuola mi piace. In bocca al lupo per lunedì!!!
    @VerdeSalvia: eh si, per le merende estive dovremo prendere anche noi un contenitore ermetico!

    RispondiElimina
  10. Ma che belle cose riesci a costruire Claudia!
    L'idea del portamerenda con il tetrapak riciclato è da primo premio!!!

    RispondiElimina
  11. Idee ottime come sempre, grazie!
    A scuola di mia figlia, invece, accettano solo cose salate per la merenda di metà mattina: crakers, grissini, piccoli panini farciti... Ah, dimenticavo: Pingu e pinga col grembiulino sono fantastici!!

    RispondiElimina
  12. @Sandra: allora dobbiamo dare un bel premio ad Alessia per l'idea del portamerenda!

    RispondiElimina
  13. Hai pensato a tutto! la mia ammirazione come al solito e un gran sorriso per topastro, che a scuola sarà circondato da tutto il tuo amore!

    RispondiElimina
  14. Che corredino fantastico! ciao claudia, e grazie della tua visita. passo spesso di qui, sempre con enormi complessi d'inferiorità perchè la mia abilità manuale è pari a zero... le tue idee invece sono sempre intessanti e riuscite! un giorno riuscirò anch' io a costruire il seggiolone delle bambole per i miei pargoletti... :)
    Intanto, continuo a leggerti in cerca di ispirazione.
    Buon anno scolastico a te e al topastro!

    RispondiElimina
  15. @vogliounamelablu: grazie!
    @Elle: non dire così! Io sono brava nei lavoretti manuali ma immagino che tu sia brava in cucina o negli sport o qualche altra cosa. Buono studio anche a te!

    RispondiElimina
  16. Come sempre sei geniale!!
    Noi lo scorso anno non abbiam dovuto portare così tante cose. Da noi ad esempio, bavaglie e grembiuli non si usano e ti dirò che (con mia somma sorpresa) raramente BUH è tornato a casa sporco di cibo o di colori etc... In realtà torna devastato soltanto quando lo lasciano giocare in giardino :-P

    RispondiElimina
  17. @Murasaki: ma dai... niente maglie con macchie di colore e sbrodolamenti di sugo?!
    A me non dispiace che usino il grembiulino. Anche se molte scuole penso lo usino più per far sentire i bimbi tutti uguali e per mostrare lo stemmino o la scritta della scuola più che per evitare di far sporcare i bimbi...

    RispondiElimina
  18. Ciao Claudia! Complimenti per la tua abilità, come ho appena scritto sulla tua bacheca in fb ammiro moltissimo chi riesce a creare certe meraviglie! Ho appena risposto al tuo commento al mio ultimo post, se trovi due secondi ripassa da me. Grazie per la visita, ovviamente :-)
    http://lastaccata.splinder.com/

    RispondiElimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.