domenica 17 agosto 2014

Piccolo buio...

Ieri sera io e Samuele siamo andati a trovare le nostre amiche di Cartamarea dove ormai ci sentiamo davvero quasi come a casa nostra. Lì incontriamo spesso Elisa Mazzoli, ci seguono gli amici vicini, (la mia socia e il nostro amico Cri), e amiche blogger che vengono da lontano per trascorrere le vacanze. Da Cartamarea si possono fare e scoprire un sacco di cose, alcuni esempio qui: libreria Cartamarea.
Nella nostra libreria preferita non mancano mai ospiti speciali, ieri è stato il turno di Cristina Petit, MAESTRAPICCOLA, che io avevo già incontrato in fiera a Bologna. Cristina è maestra, blogger e autrice di tanti libri per l'infanzia... uno più bello dell'altro. Ieri sera i bimbi presenti, e i genitori, hanno avuto l'onore di assistere ad un piccolo spettacolo il cui protagonista è stato il lupo, il buio e la paura di ciò che si nasconde nell'ombra.
La serata è iniziata con la lettura del libro "Chissà se oggi incontrerò il lupo" accompagnata dalle immagini proiettate sul muro, da un Cappuccetto Rosso in carne e ossa che leggeva la storia e da piccoli spettatori che a turno diventavano protagonisti impersonando il lupo nelle varie posizioni e espressioni man mano che venivano sfogliate le pagine del libro. 
Una storia davvero tanto tanto carina, una delle tante variazioni che nascono attorno alla classica fiaba di Cappuccetto Rosso, (così come "La vera storia di Cappuccetto Rosso" di Sandro Natalini), e che mi ha colpito per la semplicità ma anche per la genialità del testo e del messaggio che trasmette. Non voglio svelarvi troppo perchè è un libro che deve essere letto più che raccontato ma se siete curiosi potete leggere una breve recensione qui: http://www.recensionelibro.it
Tanto tempo fa in un libro ho letto una frase: "...se ci si aspetta il peggio, si sperimenterà invariabilmente il peggio, e viceversa." In questo libro si scopre proprio questa verità: se pensiamo a una situazione in maniera negativa questa lo sarà sicuramente. Se pensiamo che una persona sia cattiva vedremo in lei solo azioni cattive e ci convinceremo sempre più che sia davvero tanto cattiva ma se ci sforziamo di cogliere qualche piccolo gesto gentile forse scopriremo che quella persona non è cattiva e che ci siamo sbagliati, magari ci siamo lasciati ingannare dalle apparenze. Un po' come nella storia "Lupo Cattivo" dove tutti sono prevenuti nei confronti del lupo perchè lui è "cattivo" mentre in realtà "Cattivo" è solo parte del suo nome...
Nella storia "Chissà se oggi incontrerò il lupo" Cappuccetto Rosso passeggia nel bosco enunciando i propri pensieri ad alta voce mentre il lupo, nascosto tra gli alberi, la ascolta. Cappuccetto Rosso si domanda se potrà incontrare il lupo che ha quella bella bocca grande, che è così gentile, così simpatico... Vorrebbe tanto incontrarlo... Chissà se Cappuccetto Rosso riuscirà ad incontrare il lupo... Chissà se il lupo è davvero cattivo come lo descrivono quasi tutti o se è un animale dolce e gentile come la bambina lo descrive pensando a lui...
Dopo il lupo è arrivato il buio, due temi che spesso vanno a braccetto: paura del buio e del lupo. "Piccolo buio" è un altro piccolo semplice ma geniale libro in cui si racconta della notte in cui Talla, una bimba come tante, si sveglia e vede una luce... Paura! Cosa sarà? Un mostro? Uno squalo? Un lupo? Talla scoprirà che ogni lucetta, che lei pensa sia qualcosa di spaventoso, non è altro che una lucetta proveniente da qualche elettrodomestico come la televisione, la lavatrice... Un libro davvero utile per chi ha paura del buio.   
Naturalmente anche questo libro è stato letto ed "animato". Cristina ha portato tutti i bambini all'interno della libreria buia per mostrare loro che un piccolo buio non fa paura e, sorpresa, c'era anche un piccolo spettacolo di magia e tante lucine che apparivano e scomparivano. Una bellissima serata, due libri davvero speciali e utili per superare le paure del buio e del lupo e una scrittrice e maestra davvero simpaticissima!
Qui sopra il Topastro nascosto sotto alla coperta mentre aspetta che Cristina scriva la dedica su libro che abbiamo comprato e di cui vi parlerò prossimamente. Coperta? Sì! Noi ce la siamo portati da casa ma le ragazze di Cartamarea ne avevano preparate tante per tutti i bambini perchè nonostante fosse il 16 agosto era davvero freddino: magliette a manica lunga e felpe. Questa estate non possiamo certo dire di aver sofferto il caldo.
Mi raccomando: non mancate all'appuntamento di sabato prossimo, 23 agosto 2014, da Cartamarea. Ci sarà Agnese Baruzzi, illustratrice, che insegnerà come interpretare i mostri selvaggi con la tecnica del papercut. I bambini si cimenteranno con il vuoto e pieno, positivo e negativo, sottraendo e aggiungendo dettagli di carta che poi diventeranno a loro volta silhouttes di mostri selvaggi!
Agnese Baruzzi, a proposito di paure e di lupi, ha illustrato il libro scritto da Sandro Natalini "La vera storia di Cappuccetto Rosso" e tanti tanti altri bellissimi libri.

"Grande buio grande immaginazione, vediamo cose che non ci sono dentro. Piccolo buio un'illuminazione, tiriamo il fiato e se ne va lo spavento..."


Per chi non era presente alle letture animate di ieri sera o volesse fare il bis: Cristina Petit torna in Riviera giovedì 21 agosto 2014 a Cervia, presso la Libreria Bubusettete.

2 commenti:

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.