domenica 9 maggio 2010

Abracadabra

Qualche giorno fa volevo costruire un flauto perchè il Topo lo ha visto in tv e ha fatto finta di suonare con ogni oggetto sottile e lungo. Stavolta proprio non ce l'ho fatta, un disastro... Ci siamo accontentati di un sonaglio costruito con una striscia ritagliata da una lastra alveolare in polipropilene e tappi di plastica. Con la colla a caldo ho unito due tappi dopo aver inserito una parte dello spago con un nodino finale. Ho passato lo spago a cui sono legati i tappi in un buchino creato nella striscia di plastica e ho fatto tre o quattro nodi.
L'idea mi era venuta tempo fa leggendo questo post di una cintura con sonagli. Comunque il Topastro ha interpretato a modo suo ciò che ho costuito e ha subito preso in mano il bastoncino e detto: calabla calabla, adesso sei piccola. Gallina rossa.
Non ho idea a quale favola o cartone animato sia riferita la piccola gallina rossa, però ora abbiamo anche una bacchetta magica!
Abracadabra... mi è venuta un'idea! Sempre per la festa di compleanno del Topastro ho pensato di costruire delle bacchette magiche, palette da vigile e anche delle spade.
Questa qui sopra è una paletta che ho creato con un cd usato, un ritaglio di una copertina di pile verde, un ritaglio di una sciarpa rossa in pile che hanno regalato ad una mia amica all'ipermercato, (lei sa che mi piace pasticciare con stoffa e plastica e me l'ha regalata). Per l'impugnatura un ritaglio della solita lastra alveolare in polipropilene ricoperta con un ritaglio di stoffa blu. Per le impugnature delle varie palette e bacchette ho usato due strisce di lastra alveolare che ho unito con la colla a caldo perchè una sola era troppo flessibile.
Una bacchetta magica con sonaglio. Per questa ho utilizzato pile arancione, carta tessuto, due filtri per lavandino, (quelli che si usano per evitare che nello scarico finiscano troppi avanzi di cibo), dei bottoncini di metallo, stoffa blu e un pezzo di lastra alveolare. Ho aggiunto la carta tessuto perchè il filtro di metallo era piuttosto grezzo e poteva tagliare il pile.
Questa rosa e gialla è una vera bacchetta magica per principesse. Un pezzetto di tappeto morbido da cui ho ritagliato una stella, feltro rosa, stoffa gialla, lastra alveolare. Ho creato prima la stella e poi l'impugnatura e ho fissato le due parti con ago e filo.
Questa non so cos'è, ho frugato nel cassetto e nelle scatole in cui conservo ogni oggettino che dovrebbe essere gettano nel bidone e ho trovato questo anello per tende. Ho aggiunto pile, un ritaglio di lastra alveolare e della stoffa retata color oro. Sembra una ciambella blu.

Questa paletta sonora inceve è ricavata da un cd, (quelli trasparenti che solitamente si trovano nelle confezioni a cilindro), tappi di plastica, bottoncini di metallo e lastra alveolare.
Una palettina rettangolare con un altro pezzo della sciarpa rossa usata per la prima paletta.
Questa qui sopra a sinistra invece è una spada e un pugnale a destra. Non li ho creati in questi giorni ma lo scorso ottobre per Halloween insieme al mantello ed alla corona di cartone ricoperta di stoffa. La spada ha all'interno un ritaglio di lastra alveolare che ho ricoperto con stoffa blu per l'impugnatura e stoffa retata color oro per la lama. Se riesco vorrei farne altre due o tre, si spade. Per ora non mi sono venute altre idee, anche perchè non avrei avuto tempo di fare altro in questi giorni.
Il Topastro, che mi vede spesso usare ago e filo, ha insistito parecchie volte per provare a cucire. Ho ceduto e gli ho preparato un ago grosso, tipo quelli per la lana. Un filo alla cui estremità ho fatto un nodo e un pezzo di pile. Gli ho detto di stare attento attento perchè l'ago punge. Mi sono messa vicino a lui e non pensavo assolutamente che sarebbe riuscito a cucire! All'inizio ha messo la stoffa sulla scrivania e l'ha punta con l'ago ma credo fosse un giochino perchè poi ha preso in mano la stoffa e si è leggermente punto solo la prima volta che ha fatto passare l'ago da una parte all'altra del pile! Ha cucito il suo pezzetto di stoffa prima con un filo rosso e poi con uno verde. Era impegnatissimo, con la lingua tra le labbra e le manine precise. Come per mangiare e scrivere ha usato la mano sinistra, chissà se sarà destro o mancino da grande, (non so perchè ma riguardo questa cosa sono sempre stata curiosa). Nel collage qui sopra si vede il "fiocco" finito. Direi un capolavoro!
10/05/10: questa mattina mentre andavo al lavoro nella mia testa si è materializzato una sole e appena arriva a casa l'ho cucito!

18 commenti:

  1. spettacolo, come sempre...!

    RispondiElimina
  2. Ma quanto è bello il sartino! Sanno sempre stupirci, al di là delle più ottimistiche aspettative :-); e tu sei una fucina di idee... per lo strumento a fiato... hai pensato di prendergli un kazoo? E' facile da usare e dà molta soddisfazione ;-)

    RispondiElimina
  3. P.S. Hai risolto con i vermetti?

    RispondiElimina
  4. Ciao Claudia
    ma sono tutte bellissime queste palette!!!
    i maschietti che prendono in mano ago e filo sono uno spettacolo, e non più bravi delle bambine perchè si impegnano di più!!! un anno a scuola come lavoretto di Natale volevo proporre il traforo, ma i bambini e in modo particolare i maschietti hanno voluto fare punto croce ... dovevi vederli ... uno spettacolo!!!
    buona settimana Patrizia

    RispondiElimina
  5. sei proprio una mamma magica! magari mia mamma mi avesse insegnato a cucire da così piccina! il topastro ha un sacco di interessi, è un bambino molto intelligente e creativo, grazie a te!
    baci!!!

    RispondiElimina
  6. @Piccolalory: un kazoo??? L'ho cercato ora su google, ...non l'avevo mai visto! Ci farò un pensierino, visto che tra poco è il compleanno nel Topastro, (intanto il papà gli ha comprato il flauto).
    Ogni giorno controllo le mie piantine, quegli animaletti ci sono ancora ma sono diminuiti. Comunque in teoria non erano loro a papparsi le piantine. Guardo sotto le foglie, in mezzo alla terra, ancora non ho trovato il colpevole!

    Grazie a tutte per i complimenti :-)

    RispondiElimina
  7. La spada é favolosa!!!
    per la bacchetta magica: mi ricordo di avere visto un giorno una bacchetta (non fatta a mano) costituita da un tubo di plastica lungo stretto e trasparente ripieno d'acqua e di tanti brillantini e stelline galleggianti.alla mia piccoletta é piaciuta moltissimo e ho pensato che si potesse fare ma non mi viene in mente nessun materiale da reciclo che possa somigliare al tubo trasparente. qualche idea tu che sei un vulcano creativo??
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  8. Il tuo bimbo è davvero fortunato ad avere una mamma così creativa!!!
    anche i miei sono affascinati da ago e filo, più per gli spilli però, perché hanno le palline colorare in cima!

    RispondiElimina
  9. @Maggie: oooohhhh una bacchetta magica con acqua e oggetti luccicosi galleggianti... sarebbe meravigliosa. Praticamente come le bocce magiche che ho già fatto con il Topastro ma lunga e stretta. Purtroppo al momento non viene in mente neppure a me un oggetto che si possa utilizzare come contenitore. Le provette che usano nei laboratori di analisi sono strette ma corte, però se ne potrebbero unire due o tre con la colla a caldo. Se mi viene qualche idea te lo comunico! Però hai stimolato la mia fantasia! Potrei fare una bacchetta magica con attaccata una piccola bottiglietta con acqua e brillantini....
    @MelodiaNotturna: grazie! Io gli spilli per ora non glieli faccio toccare, ho paura che cadano a terra o sulla sedia e poi ci pungiamo piedi e sederino :-)

    RispondiElimina
  10. Wow che bellezza... la spada la copieremo di sicuro :-)
    Le bacchette poi sono meravigliose, adattissime al periodo "mago" di PF :-)
    Bacioni

    RispondiElimina
  11. ...anche io avevo pensato alle provette e mio marito me le potrebbe procurare, ma non sono di vetro? ho questo dubbio!!
    mi è venuto in mente che forse ho un contenitore di plastica lungo e stretto che era la custodia dell'orologino che andava di moda l'altra estate, quello piccolo di plastica fatto in diversi colori abbastanza bruttino. chic mi pare si chiama. ma dovrei cercarlo...poi ha la chiusura che si avvita in mezzo e rovinerebbe un pó l'effetto...se ti viene qualcosa in mente fammi un fischio che per ora non ho altre idee...

    RispondiElimina
  12. @Maggie: io le provette le ho viste anche di plastica. A casa ad esempio ne ho un paio di quelle che si usano per le feci del gatto o cane con una specie di palettina fissata al tappo che si potrebbe tagliare. Ieri ho provato a mettere vicini tra loro vari tubetti trasparenti che contenevano brillantini però sono proprio piccoli, misurano 5 cm circa in lunghezza e quindi ce ne vogliono almeno 4 o 5 e l'effetto è bruttino perchè ogni tubetto ha il tappino. Una custodia per spazzolini da denti? Ce ne sono di trasparenti..

    RispondiElimina
  13. Strabiliante quello che riesci a creare: occorrerebbero laboratori e persone come te nella scuola!!

    RispondiElimina
  14. Grazie Sandra, che bellissimo complimento mi hai fatto :-)

    RispondiElimina
  15. Quanta pazienza e quanta fantasia... Verrò spesso a "sbirciare" per riciclare qualche idea!

    RispondiElimina
  16. ...detto fatto, mia cara! Abbiamo iniziato "copiando" l'idea del sole! Abbiamo la complicità di mio padre che si diletta a lavorare con il legno e ci ha fornito piccole aste in legno belle levigate. Le ho fatte incidere in alto in modo da poter inserire il cd ed abbiamo dato vita ad un bellissimo sole! Visto che le condizini meteo ancora non ce lo concedono, ce lo siamo fatti da soli!!! Grazie per le idee!!! La prossima sarà una paletta per dirigere il traffico. O meglio, due. Una ciascuno, per evitare liti!

    RispondiElimina
  17. @Stefania: immagino che il vostro sole sia bellissimo! Caspita... con l'asticella di legno, una cosa super professionale!

    RispondiElimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.