martedì 25 marzo 2014

Bologna Children's Book Fair... che sogno!

Vi avviso: questo è un post che non so se avrà capo e coda perché le emozioni che ho vissuto oggi sono state tante e inoltre è assolutamente sconsigliato  a chi non ama i libri perché non vorrei che qualcuno pensi che io sia pazza.
Partiamo dal principio: questo blog mi ha permesso e mi permette di conoscere tantissime persone tra cui Angela Catrani de il Mosaico. Angela l'ho conosciuta grazie a Elisa Mazzoli, all'inizio solo tramite web poi di persona, non molto tempo fa... in una libreria!
Stand Bacchilega Junior
Angela, che mi piace molto perché è allegra, chiara e sincera, mi ha fatto un regalo meraviglioso. Mi ha regalato un biglietto per la Children's Book Fair. Io, lo ammetto, fino a un  mese fa neppure sapevo bene di che tipo di fiera si trattasse e quando lei mi ha detto che era "una roba da star male" le ho creduto sulla parola e ho accettato il suo dono. Già avevo avuto un assaggio domenica scorsa alla settimana del libro e della cultura per i ragazzi ma la fiera...
Elisa Mazzoli, Alfonso Cuccurullo e le ragazze della libreria
Questa mattina sveglia alle 5:30 per l'emozione e dopo aver accompagnato Samuele a scuola mi sono diretta verso Bologna. Chiaramente ho sbagliato strada, parcheggio e ingresso, (a Bologna),  ma nonostante tutto tra le 10 e le 11 ero in fiera ed è iniziato il mio sogno. Giuro che questa fiera per me è stato un sogno ad occhi aperti. Alle 18:00 son risalita in auto con un gran male a gambe, caviglie e piedi e per fortuna ero sola in auto, nessuno poteva vedermi, perché la mia espressione era la stessa che ha Samuele quando è seduto sulla poltrona del dentista, (quando indossa la mascherina con il protossido di azoto).
Stand Bacchilega Junior
Sono rimasta in estasi per tutto il tempo che ho camminato, camminato e camminato tra i vari padiglioni. In auto ho fatto 100 km all'andata e 100 al ritorno ma a piedi non so, credo di aver camminato dalle 11 alle 18 con una breve pausa per partecipare, seduta, alla presentazione di un libro bellissimo di cui vi ho parlato diverse altre volte: NOI. Il biglietto, sempre appeso al collo con il nastrino della Children's Book Fair perché ero così felice di essere lì che volevo che tutti lo vedessero e poco importava che lo avessero quasi tutti. 
Sottosopra è la collana di libri per bambine e bambini
Perché non vado a dormire visto che son stanchissima? Perché ho paura che domani queste sensazioni si attenuino e perché la fiera è aperta ancora per due giorni e magari il mio racconto vi convince a visitarla. Quattro padiglioni , (25, 26, 29, 30), pieni di libri provenienti da tutto il mondo, più i padiglione 33 che è aperto a tutti. Io non ci guadagno nulla, sapete che mi piace parlare delle cose belle e se vi piacciono i libri, in particolare quelli dedicati ai bambini e ragazzi, rimarrete estasiati come me da tanta meraviglia. Trovate tutte le informazioni sulla fiera sul sito Children's Book Fair.
Uovonero - Leggere è un diritto per tutti
Io l'anno prossimo ci torno! Penso che il massimo sarebbe andarci per due giorni di seguito perché il primo giorno, a me è successo così, si rimane a bocca aperta, un po' disorientati e colpiti dai tanti libri, conferenze, autori, illustratori, ... Sopraffatti dalle emozioni. Confesso che in certi momenti della giornata mi sono sentita quasi spaesata, piccola piccola di fronte a tante persone che lavorano in questo settore. Ho visto dipingere, firmare autografi, riprendere conferenze o interviste. Per me gli autori e gli illustratori sono dei grandi, ho tanta stima e rispetto per loro perché fanno un bellissimo lavoro. 
Io e Sonia MariaLuce Possentini
I libri per me sono grandi compagni di vita, ognuno è un tesoro che mi ha insegnato qualcosa e per questo motivo vedere tante persone che io considero importanti mi ha fatto sentire, in certi momenti, un pochino a disagio ma davvero tanto contenta di essere lì. Ho conosciuto Sonia MariaLuce Possentini che mi è piaciuta tantissimo. Non so perché ma mi ero fatta l'idea che fosse una persona seria e inavvicinabile e invece è simpaticissima e ride tanto. Ogni volta che sentirò parlare di lei la immaginerò come un folletto luminoso saltellante e sorridente. A proposito: complimenti per il premio Pippi, sezione editi, vinto da Janna Cairoli con "L'alfabeto dei sentimenti", illustrato da Sonia. 
Anche i dinosauri facevano la cacca!
Poi ho conosciuto Cristina Petit, Alfondo Cuccurullo e alcune altre persone ma non c'è stato molto tempo per chiacchierare. Io ho trascorso tutte le ore a mia disposizione a girare, girare, girare nei vari padiglioni e tra i tantissimi stand italiani ed esteri per ammirare quanti libri per l'infanzia esistono. Ho sfogliato tanti libri e sono stata brava pure questa volte, come domenica, perché ne ho comprati solo due: Anche i dinosauri facevano la cacca, (Dino Ticli), e ANIMALI di VERSI, (Isabella Christina Felline). Un libro mi è stato gentilmente donato da Angela Catrani ma non vi dico quale, sarà una sorpresa per uno dei prossimi venerdì del libro.
io e Elisa Mazzoli
Mi sono fermata solo durante la presentazione, (l'unica purtroppo... Dovevo scegliere se guardare o partecipare a qualche conferenza e siccome non immaginavo che la fiera fosse così grande, ho trascorso tutto il tempo tra i libri), del libro NOI a cui erano presenti, (non ricordo tutti i nomi), Elisa Mazzoli, Sonia MariaLuce Possentini, Alfonso Cuccurullo, Elisa Malaguti. A luci spente, con le immagini del libro proiettate su un telone, Alfonso ha letto sottovoce nel silenzio più assoluto la storia di questo libro che non ripeto qui perché ne ho già parlato tanto. Sappiate che in questo periodo è uno dei miei libri preferiti e dopo la presentazione di oggi sono ancor più convinta che si tratti di un piccolo grande tesoro. 
io e Cristina Petit
Mi sono commossa tanto e ho apprezzato ogni singola parola che è stata detta dopo la lettura compresa la parte riguardante il fatto che il libro è stato scritto ben 7 anni fa ma rifiutato da diverse case editrici, (e quindi rimasto per molto tempo nel cassetto di Elisa), non per il tema ma perché la storia, secondo alcuni, non era credibile. A me invece sembra incredibile che la storia non sia credibile. Io sono sicura che lo è ma anche se non lo fosse? Tutti i libri che leggiamo noi adulti raccontano storie credibili? Ho proprio paura di no. Spesso e volentieri le storie sono storie, raccontano sogni e fantasie che ci fanno sperare come è giusto che sia. 
presentazione del libro NOI
Se mercoledì o giovedì passate da Bologna fate un salto in fiera ad ammirare i tanti capolavori esposti che sono stati scritti e illustrati per i nostri bambini. Naturalmente fate un saltino a salutare Angela presso lo stand Bacchilega Editore, (Pad 26 stand A52).
Che altro dire? Dopo i tanti chilometri di oggi sono pronta per la Rimini Marathon! E...Angela ma io e te non abbiamo fatto la foto insieme quindi mi tocca proprio tornare anche il prossimo anno :-)

post sponsorizzato

28 commenti:

  1. bellissimi questi appuntamenti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bellissimi? strameravigliosi :-D

      Elimina
  2. UFFFF se penso che potevo andare anche in questa magica sezione, invece sto attraversando un periodo di rogne epocali!!!! Ci vedremo l'anno prossimo, insomma io ci spero e ci conto, ti ringrazio davvero di cuore per essere passata da me a dirmi tutto. Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sandra mi spiace, ti rifarai il prossimo anno, magari vai due giornate invece di una :-)

      Elimina
  3. WOW! Spero di riuscire a partecipare l'anno prossimo! Intanto mi sono goduta il tuo racconto!

    RispondiElimina
  4. che entusiasmo contagioso!
    un appuntamento da tenere presente!
    :)
    emme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da tenere presentissimo emme!!!

      Elimina
  5. Oggi noi saremo al padiglione 33... Hai avuto una bella fortuna a poter partecipare... Quando, nella presentazione della fiera, ho letto Fiera rigorosamente riservata agli operatori del settore - e che non erano ammessi i bambini ho dovuto desistere... perchè pur essendo nel settore (collaboro con una casa editrice da anni... seppur piccina e di periferia), non avrei potuto partecipare senza i bambini per cui mi sono tagliata fuori. Oggi, però, ci accontenteremo del padiglione 33, tanto per gradire. Magari per l'anno prossimo mi organizzo diversamente... Bellissimo ed emozionante il tuo racconto. Ero già carica per oggi pomeriggio, mi hai caricata ancora di più... magari per l'anno prossimo - chissà - potremmo organizzarci e andare insieme ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania tu, come me, puoi partecipare in quanto blogger che recensisce libri per bambini. Proprio un peccato che tu non possa andarci da sola perché è un sogno. Non credo di essere riuscita a mettere per iscritto la grande emozione che ho provato, vale davvero la pena. Ottima idea, davvero il prossimo anno potremmo organizzarci per andare insieme :-)

      Elimina
    2. Sono veramente contenta per te e ti ringrazio molto per il resoconto :) così un po' ci siamo state anche tutte noi che non potevamo....
      Come sai, anche a me sarebbe piaciuto tanto tanto tanto TANTO!!!
      Ma la nostra complicata e imprevedibile organizzazione familiare mi ha fatto rinunciare ancor prima di mettermi in pista. Immagino cosa tu possa aver provato perchè io sono stata così già quando mi invitarono ad un evento legato all'editoria per bambini del Bookcity Milano un paio di anni fa. Non vedo l'ora di provare di nuovo queste emozioni, sperando la prossima volta di fare questa esperienza insieme! :)

      Elimina
    3. Sono contenta che ti sia piaciuto il racconto Cì anche se non credo di essere riuscita a descrivere bene le emozioni che ho provato, sono state tante e tutte belle. Il prossimo anno dobbiamo fare un piccolo gruppo e andare insieme, sai come sarebbe bello????

      Elimina
    4. Potreste fare un gruppetto vacanze e venire al salone a Torino ;)
      Grazie del racconto, leggendo te e Silvia/Stima di Danno mi sono fatta un viaggio bellissimo tra libri e persone speciali.

      Elimina
    5. Marzia mi piacerebbe molto anche il salone di Torino. Vedremo... Bologna per fortuna è abbastanza vicino a Rimini quindi più a portata di mano :-)

      Elimina
  6. Posso dire che ti invidio questa giornata? Un'intera giornata fra i libri... che MeRaViGliA!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco la tua invidia Beta. Io sono ancora in uno stato di estasi ah ah. Ieri sera, nonostante fossi sveglia dalle 5:30 sono riuscita ad addormentarmi solo a mezzanotte

      Elimina
  7. Ciao, sono molto attirata anch'io dal andarci ma mi viene molto difficile tra lavoro e distanza.
    Penso sia molto bello, e forse anche per i bimbi sarebbe bello no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erica, no non credo che sarebbe per i bambini. Io ho portato mio figlio al padiglione 33 ed è rimasto affascinato, ha sfogliato libri per quasi due ore spostandosi da un tavolo all'altro attirato dai colori e dalle immagini. Quel padiglione è aperto a tutti ed è perfetto per le famiglie. La Children's Book fair, come commentavo su facebook, è un momento di incontro tra editori, illustratori e autori. Gente che propone i propri racconti/disegni agli editori, presentazioni di libri nuovi...
      Non ci sono eventi per bambini, anche la presentazione a cui ho partecipato era assolutamente pensata per gli adulti in modo che poi potessero utilizzare il libro nel modo migliore con i bambini. Non credo che un bambino di divertirebbe a girare per quattro padiglioni pieni di stand di libri, dopo un'ora o due si stancherebbe e costringerebbe l'adulto che lo accompagna a fermarsi, riposare, andare a casa. Non ci sono laboratori, giochi... Quelli sono al pad 33. Ieri Elisa mi diceva che la fiera fino anno scorso era aperta ai bimbi nella sola giornata di giovedì, l'ultima. Ecco forse era una bella occasione per fare un giretto con i bimbi ma breve. Mio figlio, nonostante ami i libri, non credo sarebbe riuscito a visitare tutti gli stand, io ho fatto un bel po' di chilometri :-D

      Elimina
  8. Ma come hai fatto a comprare solo 2 libri? Io non ci sarei riuscita. Seguo da circa un mese i blog e ho una lista ormai lunghissima di libri che vorrei per i miei piccoli! Aiuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ana ne avevo già comprati 4 domenica scorsa al padiglione dedicato alle famiglie. Ne avrei comprati tanti, davvero, mi ha frenato solo il portafoglio che stava per mettersi a piangere perchè io di libri ne compro tanti ma non posso proprio permettermi di comprarne troppi in una volta. Però ho bene in testa cosa comprare le prossime volte :-)

      Elimina
  9. domani vado in libreria perché mi hanno chiamata per dei libri sul arte per bambini che avevo chiesto. Poi ti racconto con quanti torno! ;) (grazie di avermi aggiunta, felice di essere della tua cerchia!) :p

    RispondiElimina
  10. Contagiosissimo il tuo racconto.
    È vero che alla fiera possono entrare anche i blogger ma con l'equivalente del biglietto ci posso comprare 2 albi illustrati.
    Per cui a meno che mi regalino il biglietto penso di non frequentare la mostra del libro. Confido che l'anno prossimo la manifestazione 'Non ditelo ai grandi' possa avere ancora maggiore risalto.
    Tra l'altro domenica ho comprato un libro illustrato dalla Possentini che ho scoperto ieri aver vinti il premio Pippi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco mammozza, non hai mica tutti i torti, anzi! Il biglietto costa quanto due bei libri anche se ti assicuro che io anno prossimo ci torno in ogni caso, biglietto omaggio o da pagare :-D
      Grazie per avermi ricordato del premio Pippi, nel post non ho scritto nulla al riguardo e ora ho corretto. Spero anche io che "non ditelo ai grandi" anno prossimo sia ancora più grande di quanto lo è stata quest'anno perchè ho intenzione di tornare pure lì con Samu. Eh sì, ... ai libri proprio non resisto!

      Elimina
  11. Che bellissimo post, Claudia!!!
    Che emozionante esperienza, la fai trapelare tutta ^_^
    Voglio voglio voglio andarci anche io, oramai l'anno prossimo...
    Magari anche solo agli eventi per i bambini (i miei, se si va al centro commerciale, esigono il passaggio in libreria, sempre e comunque...), ma voglio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carla, sono contenta che le emozioni si possano sentire anche attraverso un post. Come ti dicevo, in risposta all'altro post, organizziamoci! Domenica tutti blogger con figli alla fiera dei libri!

      Elimina
    2. Sarebbe meraviglioso!!! ^_^

      Elimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.