lunedì 12 ottobre 2015

Quest'anno si studia...

Quest'anno Topastro frequenta la terza classe della scuola primaria. Le maestre ci avevano avvisato fin dall'ultima riunione di anno scorso che la terza è la classe più difficile di tutto il ciclo delle elementari. Si inizia a studiare storia, geografia, scienze...
La prova studio è andata abbastanza bene, direi superata. Non pensavo che Samuele riuscisse a studiare, quasi completamente da solo, una mezza pagina di storia e poi quasi due di scienze, (in realtà erano tre ma c'erano diverse vignette oltre al testo). 
Sono molto contenta e mi piacerebbe dare il merito anche alle tante letture che abbiamo fatto insieme, alle centinaia di libri letti di cui ogni tanto abbiamo discusso, ricordato alcune parti, cercato di capire perché accadevano certi fatti e non altri durante la storia...
In realtà non lo saprò mai, magari il Topastro ha un talento naturale, lo spero per lui! Riuscire a studiare in breve tempo è una bella dote, significa che farà meno fatica in futuro, alla scuola secondaria e alle superiori, quando dovrà studiare pagine, pagine e pagine di diverse materie.
Quello a cui invece non sono pronta, e forse neppure lui, sono le ore libere che, causa studio e compiti, (parecchi), sono diminuite tantissimo. Attualmente Samuele esce da scuola alle 16:15 e non ha un pomeriggio libero. Oltre a hip hop e nuoto ogni giorno ci sono dei compiti da fare o una materia da studiare, una filastrocca da studiare, un disegno che bisogna finire di colorare. Le 19:00 arrivano così tanto in fretta che mi sembra sempre di non aver trascorso del tempo con lui. 
Anno scorso la mole di compiti era molto inferiore, praticamente compiti solo durante il fine settimana tranne qualche breve lettura e quindi riuscivamo a fare tante cose nei mie tre pomeriggi liberi: giochi con gli amici, attività sportive ma anche visite in biblioteca, laboratori, le giornate soleggiate al parco. Ho paura che questo inverno la parola d'ordine sarà "studiare".

2 commenti:

  1. guarda che i libri che avete letto, di cui avete discusso, che lui ha maneggiato...hanno davvero un grande merito! ed hai merito tu, per averglieli proposti.
    e poi, posso dirti una cosa' Questo è ancora un periodo di assestamento. il primo anno in cui si studia, il primo anno in cui bisogna imparare ad organizzarsi lo studio . Poi ci si organizza, tranquilla, altrimenti sarebbe davvero un incubo, se un bimbo di 8 anni non potesse avere altro, oltre allo studio (......ma manco alle superiori, credimi!) I miei figli hanno frequentato il tempo pieno, ogni giorno, dal lunedì al venerdì, fino alle 16,30. Ma hanno sempre praticato le loro attività sportive, nonchè hanno sempre avuto il tempo per i pomeriggi , dopo scuola, con i loro amici o per fermarsi a tirare due calci al pallone ai giardini, usando gli zaini (..con i compiti dentro..) come porte.
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'assestamento è un periodo difficile! Speriamo passi in fretta per passare a nuovi ritmi, orari, routine... Insomma bisogna riorganizzare proprio tutto :-)

      Elimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.