lunedì 16 maggio 2016

Maggio

Siamo già a metà maggio e tra un paio di settimane il Topastro compirà nove anni! Gli impegni sono sempre tantissimi, (tanto che non ho ancora fatto cambiare le gomme all'auto, non ho preso appuntamento per il 730, non ho scaricato e compilato i moduli per l'iscrizione al centro estivo...). Però stamattina son riuscita a passare alla mutua per il cambio medico, sarò barava?
Il tempo è strano: un giorno caldo, un giorno freddo, piove, esce il sole... Sul letto c'è ancora la trapunta leggera e la mattina prima di uscire apriamo la finestra per sentire la temperatura. A volte si esce in maniche corte e a volte con il giubbino!
Topastro ha tirato fuori la bicicletta dal garage e ogni tanto abbiamo fatto qualche giretto a Viserba. Sabato mattina è uscito con pantaloni e giacca impermeabile, pioveva ma lui voleva proprio prendere la bicicletta. Io a piedi, dietro, con l'ombrello. Naturalmente dopo 10 minuti ha smesso di piovere ed è uscito il sole e siam morti di caldo!
Tra un impegno e l'altro abbiamo trovato il tempo per andare al parco, ogni tanto, quello nuovo, quello bellissimo, a giocare con il serpente Tuiotù e con l'acqua. Topastro corre e io ascolto le mamme che gridano ai bimbi: vieni via da questo gioco! Ti sporchi e ti bagni, fa freddo!
Abbiamo pure provato ad andare in spiaggia, domenica, ma era più tempo da the caldo e biscotti che da sabbia e gelato. Il Topastro sarebbe rimasto a giocare con secchiello e paletta ma io avevo proprio freddo e, siccome son vecchietta, e poi mi vengono gli acciacchi, siamo rientrati e abbiamo fatto i biscotti.
La scuola... quest'anno è stata davvero dura e son proprio contenta che tra poco salutiamo le maestre per tre mesi di meritate vacanze. Apprezzo tanto il lavoro delle insegnanti ma quest'anno mi è pesato parecchio l'impegno del mio Topastro, la sua leggerezza nel considerare i compiti e lo studio una cosa per nulla importante. Lo so che lui ha ancora tanta voglia di giocare ma la scuola è importante: per le nozioni che si apprendono e come scuola di vita. Si impara a rispettare un impegno, il compagno, a parlare o a tacere, a esultare per i bei risultati e a riflettere su quelli scarsi. 
Anche se il meteo ancora non è stabile noi abbiamo ripulito il balcone da foglie, sabbia, sporcizia varia; abbiamo pulito tavolino, sedie e preparato lo sdraio. Insomma siamo pronti per l'estate, manca solo il caldo e il sole :-) 
Non ci siamo perse il compleanno di Dahl in biblioteca Gambalunga a Rimini: i lettori volontari hanno deliziato i bimbi con brani tratti da vari libri tra cui: Matilde, Gli sporcelli, La fabbrica di cioccolato, Il GGG, La magica medicina, Versi perversi, Minipin, ... Alcuni dei lettori volontari erano veramente bravissimi! A me i racconti di Dahl non piacciono tanto ma se una persona sa leggere bene una storia, è davvero incredibile scoprire che si riesce ad apprezzare anche ciò che solitamente non piace. Samuele però ha dichiarato che la sua maestra è molto più brava a leggere Dahl e ciò mi ha molto incuriosito.
Prima di salutarvi vi presento Fortunato Spelacchiato, il nostro amico che viene a trovarci spesso e che consuma i pasti presso la nostra mangiatoia sul balcone, da un paio di giorni è sparito, speriamo ritorni! 
Ora mi preparo, tra un'oretta Topastro esce da scuola e, se non farà troppo freddo, magari ci fermiamo a giocare un pochino al parco.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.