domenica 28 ottobre 2018

Halloween: vasetto vetro spaventoso

Anche quest'anno l'estate è volata e l'autunno è arrivato in fretta, per fortuna abbiamo avuto tantissime belle giornate calde quindi ce lo siamo goduti parecchio. Samuele ha iniziato la scuola secondaria di primo grado: le medie! Io continuo a scrivere ma sul sito Parchi per Tutti quindi rarissimamente ho tempo da dedicare a questo mio piccolo blog a cui comunque sono molto affezionata.
Volevo mostrarvi i nostri, (miei e di Samu), vasetti di vetro spaventosi e finestra del nostro bagno vista dal cortile :-)
I vasetti sono davvero veloci e facili da fare: occorrono vasetti di vetro usati della marmellata o sottaceti, garze oppure un pezzo di tessuto bianco con la trama ben visibile da tagliare a strisce e del cartoncino nero o bottoni per gli occhi.
Anno scorso avevo realizzato due mummie-vasetti piccoli, quest'anno ne ho aggiunto uno grande; ho anche realizzato dei nuovi tendini per la finestra del bagno con del tessuto nero molto coprente e tessuto bianco per gli occhi ai quali ho aggiunto delle venature rosse utilizzando un pennarello per tessuto.
Questa qui sotto è la zucca di anno scorso dopo diversi giorni dall'intaglio. Era quasi più spaventosa del giorno in cui abbiamo intagliato il pipistrello :-)
Quest'anno spero di trovare il tempo di intagliare la zucca con il mio Topastro perché è un'attività molto divertente, però chissà: forse il pomeriggio andremo a Cesenatico da Cartamarea
Non racconto di quel che ci succede da tantissimo tempo: Topastro è diventato grande e non mi sembra più "giusto" raccontare troppe cose di lui, quel che posso dire e che non è certo un segreto è che ha 11 anni e mezzo, ha iniziato la prima media, (mamma mia che grosso cambiamento), tira ancora l'arco, (a breve parteciperà a qualche gara), e che è birichino come sempre.
Gli piace ancora tanto giocare e molto meno fare i compiti, come dargli torto? Finalmente non fa più il tempo pieno quindi arriva a casa piuttosto presto per pranzare seduto comodo a casa sua ma il pomeriggio ci sono i compiti.
Parecchi compiti: tante nozioni da imparare a memoria; mi domando quando la scuola capirà che le sole nozioni non sono sufficienti. Vorrei tanto una scuola che proponesse lavori in gruppo tutti i giorni, approfondimenti, esperienze pratiche,...

Nessun commento:

Posta un commento

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.