domenica 20 gennaio 2019

Claudia e Cinzia: scambio consigli libri belli

Li metto qui, sul blog, i titoli dei libri belli che devono essere letti e che consiglio a mia cugina Cinzia, (ma anche altre persone!), così non si perdono :-)
Alcuni sono albi illustrati, altri libri per bambini dai 6 ai 10 anni e altri stupendi libri per ragazzi dagli 11 ai 16 anni circa.

- Benedetta amica mia. Autrice: Elisa Mazzoli. Dal blog di Elisa Mazzoli: L'età delle scuole medie è particolare: si è troppo grandi per fare le cose da piccoli e troppo piccoli per fare le cose da grandi. Massimo e Aurora sono al centro di un'avventura sorprendente, dolce e divertente. Le loro giornate si impreziosiscono di piccole grandi esperienze. In un mondo dove sembrano prevalere messaggi di disprezzo per le prove della vita e di paura per il futuro, emerge l'ottimismo e il cuore comincia a palpitare veramente. "Benedetta amica mia" è la storia di più incontri: la benedizione che è l'amicizia di Massimo e Aurora, la conoscenza con Marcellina e Festos che pur venendo da molto lontano conoscono bene Benedetta, e l'amicizia proposta al protagonista, e attraverso di lui a tutti i lettori, con Benedetta Bianchi Porro. Un personaggio realmente vissuto e vivente, in odore di Santità e straordinariamente semplice, che continua a parlare attraverso i suoi segni e ad essere un attualissimo punto di riferimento, una presenza che grida e trasmette fede e amore per la vita in ogni circostanza. 

- Bestie. Autore: Antonio Ferrara. Quando tre ragazzini e la loro oca si trasferiscono accanto alla villa di un grande cacciatore, questi non ci bada: è troppo occupato a pianificare la prossima spedizione. In Africa o al Polo Nord, nella taiga o nel bosco dietro casa, il suo lavoro è uccidere animali di tutte le specie, per poi vendere le loro pelli, le lo zanne, le loro corna. Attorniato dalla armi e dal lusso, il cacciatore osserva i suoi molti trofei, le teste delle bestie a cui ha sparato e che ora, appese alle pareti di casa sua, lo guardano con i loro occhi di vetro. Non sa che, nel suo giardino, sta per scatenarsi una guerra. Una guerra silenziosa e snervante, combattuta tra agguati micidiali e svolazzanti piume bianche. Non sa che l'oca dei vicini è la minaccia più pericolosa che si sia mai trovato ad affrontare. O, forse, la sua unica possibilità di salvarsi. Età di lettura: da 12 anni.

- Continua a camminare. Autore: Gabriele Clima. Una ragazzina cammina sotto miriadi di stelle in una pianura sterminata, diretta verso un campo militare. Sotto il niqab indossa una cintura esplosiva. Nello stesso momento, un ragazzino cammina nel deserto. Come talismano ha un libro di poesie appartenuto al fratello. Scappa dalla guerra, vuole arrivare in Europa. Siamo nella Siria occupata dagli uomini di Daesh. È qui che vivono Salini e Fatma, che alternano le loro voci per raccontare la propria storia. Salini ha tredici anni, è coraggioso e testardo, e ha visto morire suo fratello sotto le bombe mentre entrambi erano impegnati a recuperare i libri dagli edifìci sventrati. Il fratello era convinto che solo i libri possano fermare i kalashnikov, "perché se salvi i libri salvi la tua anima, e il tuo paese", ma la guerra se l'è preso. Anche Fatma ha tredici anni e i suoi occhi dolci come il velluto cercano la bellezza in una città fatta di polvere e macerie. Anche lei prova un amore incondizionato per il fratello, che però è un fanatico del Califfato. E lui a convincerla a sacrificarsi per la gloria di Dio. Fatma e Salini camminano, quella notte, lei verso la morte, lui verso una nuova vita.


- Dove ti porta un bus. Autrice: Anna Lavatelli. Manolo è appena arrivato in una nuova città. Sua madre vorrebbe che facesse nuove amicizie. Il caso vuole che proprio il primo giorno nella nuova scuola, alla fermata del bus, i due conoscano Lucilla, ragazzina forte, senza peli sulla lingua e dotata di un vero e proprio caratterino. E di una sedia a rotelle, a causa della quale è perennemente stizzita. Insieme, dopo un breve periodo di schermaglie e un piccolo incidente a una gamba che costringe Manolo a sua volta a una breve permanenza su rotelle, decidono di lottare contro le barriere. Architettoniche e umane. Età di lettura: da 7 anni.

- In una notte di temporale. Autore: Yuichi Kimura. In una notte di temporale, un lupo e una capretta si rifugiano in una capanna abbandonata alle pendici di una collina. Il temporale infuria, la pioggia scroscia e nella capanna il buio è totale... Una parabola delicata e profonda sulla diversità  e l'amicizia.

- Io non ci sto! L'estate che divenni partigiana. Autore: Gabriele Clima. È estate e Giulia trascorre le vacanze dal nonno. A seguito delle prepotenze di un ragazzo del paese, il nonno le racconta una vicenda della sua vita di giovane partigiano. Sono passati molti anni, ma Giulia capisce che l'episodio accaduto al nonno è molto simile a quello che sta vivendo lei con il bullo del paese. E come allora la soluzione è una sola: bisogna avere coraggio e non rassegnarsi ai soprusi. Età di lettura: da 9 anni.

- Ero Cattivo. Autore: Antonio Ferrara. Angelo, ragazzino cinico e violento appena uscito da una brutta storia, deve trascorrere un periodo di recupero. Padre Costantino, responsabile della comunità, ha fiducia in tutti i ragazzi, ma per crescere si deve avere un obiettivo. Angelo dovrà imparare che tutti abbiamo in mano il nostro destino, ma che questo comporta grandi responsabilità. Lui e il suo piccolo gruppo affronteranno la violenza, ma anche la poesia della vita. Dovranno superare il terrore di sentirsi soli. Ma per una volta fra gli adulti c'è qualcuno pronto ad ascoltare. 

La grande storia di un piccolo tratto. Autore: Serge Bloch. Durante una bella passeggiata, un bambino trova un «piccolo tratto», lo prende e lo mette in tasca, poi se ne scorda, ma il tratto si manifesta: è vivo! È l'inizio di una lunga avventura. Il trattino cresce insieme al bambino e diventa suo amico, prende tutte le forme possibili, una tavolozza di emozioni, è magnifico! Ogni disegno è una piccola storia che si inserisce in questo splendido racconto: insieme, il disegnatore e il suo tratto vivono mille avventure, crescono e raccontano ad altri le loro storie. Alla fine, il bambino, ormai uomo, lascia a sua volta un piccolo tratto per strada... affinché un nuovo bambino lo incontri... 


- La maestra è un capitano. Autore: Antonio Ferrara. Illustratrice: Anna Laura Cantone. Il racconto in prima persona di una coraggiosa maestra dei nostri giorni, alle prese con i mille impegni paralleli della professione e della vita privata. La nostra impavida e umanissima maestra, eroicamente,
a volte in solitudine, affronta con la stessa intraprendenza i virus influenzali e la carenza di carta igienica, la convivenza e le tabelline… Sempre con entusiasmo, con tenera tenacia. Con un formidabile rispetto per i suoi bambini.


- L'anno in cui imparai a raccontare storie. Autrice: Lauren Wolk. Correva l'anno 1943, quando la vita tranquilla della giovane Annabelle viene sconvolta dall'arrivo di una nuova compagna di classe, la terribile Betty. 
Graziosa d'aspetto ma rabbiosa dentro, la nuova arrivata si dimostra fin da subito cattiva e prepotente con tutti, anche con chi, come Annabelle, voleva esserle amica. Con la Guerra come sfondo, che non manca di far sentire la sua presenza di tanto in tanto nella storia, si ripercorre la vicenda di Annabelle, che lotta contro il bullismo, stringe i denti davanti al grave incidente che coinvolge la sua migliore amica e tenta di salvare l'innocente veterano Toby da una falsa accusa. Con lo scorrere delle pagine impara a mentire e a dire la verità, a prendere decisioni mature e consapevoli, a capire come le azioni possono influenzare il destino di tutti. Cresce a poco a poco, traendo qualcosa da tutti quelli che la circondano, ma soprattutto impara che ad ogni azione e parola corrisponde una reazione, positiva o negativa.

- La sfolgorante luce di due stelle rosse. Autore: Davide Morosinotto. Un'epopea avventurosa attraverso l'Unione Sovietica durante la Seconda Guerra Mondiale. Viktor e Nadia hanno tredici anni, non si sono mai separati. Quando scoppia la guerra e Leningrado viene evacuata per sfuggire all'assedio dell'esercito nazista, le loro strade si dividono. Viktor finirà in Siberia, lontanissimo dalla sorella, e il suo viaggio per tornare da lei avrà il sapore metallico del sangue e delle armi e quello puro della neve e dell'avventura. Il romanzo si compone dei diari scritti dai due ragazzi ed esaminati da un colonnello dei servizi segreti sovietici chiamato a giudicare se le azioni dei due ragazzi siano meritevoli di encomio o di punizione. Una storia epica sulla spirito di resistenza, le atrocità della guerra e le assurdità del totalitarismo.


- La stanza del lupo. Autore: Gabriele Clima. Nico ha sedici anni, la passione per il disegno e un problema: una rabbia che non riesce a controllare e che gli è già costata qualche sospensione a scuola. Ma a Nico non importa, tutto ciò che vuole è essere lasciato in pace e disegnare sui muri della sua stanza, sorbendosi le sfuriate del padre che ogni settimana deve chiamare un imbianchino per ritinteggiare le pareti. A parte Leo, uno sbandato con la mania dei selfie estremi, e pochi altri, l'unica persona disposta a stargli accanto è Claudia, che lo accetta e lo ama nonostante il suo carattere. Nel frattempo, dai boschi circostanti, un lupo scende fino alla città. Già in passato era successo, ma questa volta sembra che l'animale abbia puntato Nico, e ora lo cerchi, lo bracchi e lo segua ovunque. Finché, una notte, Nico lo affronta apertamente. Età di lettura: da 12 anni.


- L'ultimo viaggio. Il dottor Korczak e i suoi bambini. Autore: Irène Cohen-Janca. Illustratore: Maurizio A. QuarelloDalle strade di Varsavia alle mura del ghetto, fino al campo di Treblinka. Un'indimenticabile storia di coraggio, di resistenza e di amore per la vita. E, soprattutto, di rispetto per l'infanzia. Età di lettura: da 9 anni.

- Noi. Autrice: Elisa Mazzoli. Illustratrice: Sonia MariaLuce Possentini. Nel cortile della scuola i bambini giocano, parlano, fanno merenda. In disparte, sempre da solo a scavare buche, c'è quello strano bambino con un occhio enorme, che nessuno avvicina mai. Tutti lo chiamano Occhione. Un pomeriggio in cui i genitori devono andare alla riunione con gli insegnanti, Filippo rimane a giocare nel cortile e si accorge di essere da solo con Occhione. Pieno di paura e di diffidenza, si avvicina... La storia è raccontata dal punto di vista di Filippo, bambino della scuola primaria ben inserito in un gruppo sociale che all'inizio del testo si identifica in un "noi" molto coeso. Quel "noi" significa amicizia, coesione, divertimento, ma forse anche conformismo, omologazione, superficialità: noi siamo diversi da lui che sta sempre solo e che non sa niente, noi siamo meglio, noi siamo bravi, siamo furbi, noi ci divertiamo. Le circostanze, un giorno, spingono Filippo a entrare in contatto diretto con Occhione, e a oltrepassare quella barriera che solo l'immediata spontaneità di chi è bambino riesce a rompere.


- Storia di Vera. Autore e illustratore: Gabriele Clima. Vera non riesce a capire perché è rinchiusa insieme alla sorella Teresa e alla mamma Shara in un enorme campo circondato da reti e pieno di soldati. Quando Teresa si ammala, Vera prova a chiedere aiuto ai militari, ma ottiene solo di essere presa in giro. Alla morte della sorellina, Vera inizia a sognare - ogni notte - di donare un pezzettino del suo grande cuore a quegli uomini che ne sono privi... e un giorno, al risveglio, i nazisti non ci sono più. Età di lettura: da 5 anni.

- Ti amerò sempre. Autore: Robert Munsch. Illustratrice: Laura Sforza. Una storia d'amore tra una mamma e il suo bambino... Un libro che racconta il segreto del cerchio della vita, dalla nascita e per sempre... Un testo che affronta in modo delicato il tema della continuità dell'amore. La relazione continua nell'adolescenza, fino alla maturità. La canzone che gli canta la mamma da quando è neonato ritorna, passando da una generazione all'altra e oltre. Età di lettura: da 3 anni.


- Totto-Chan la bambinia alla finestra.  Autrice: Tessuko Kurouanagi. Giappone, inizio anni Quaranta, Totto-chan, una bambina di sei anni con la lingua sciolta e una curiosità fuori dal comune, non riesce a rispettare le regole imposte alla classe dalla sua maestra e viene espulsa dalla scuola elementare pochi giorni dopo l'inizio delle lezioni. I genitori decidono allora di iscriverla a Tomoe, una scuola molto particolare, dove l'apprendimento avviene attraverso il gioco e dove gli alunni imparano il rispetto di se stessi e degli altri, il piacere dello studio, l'accettazione delle sconfitte, l'autonomia, la musica, l'amicizia, ma scoprono anche l'intolleranza e la perdita delle persone più care. Un'autentica scuola di vita che cambierà l'esistenza di Totto-chan. Finché la Seconda guerra mondiale non metterà fine a quel sogno radendo al suolo la scuola.

Questo è il mio album foto su Facebook dedicato ai libri:
https://www.facebook.com/claudia.protti.18/media_set?set=a.1258292308064&type=3

Nessun commento:

Posta un commento

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.