martedì 25 maggio 2010

Bimbi in auto

Mammafelice tempo fa ha scritto un post sull'importanza di fare viaggiare i nostri bimbi in auto solo sul loro seggiolino e trattenuti dagli appositi sistemi, ovvero le cinture di sicurezza. Credo che sia una cosa estremamente importante e quindi voglio ricordarlo anche io. Nella città dove abito mi capita abbastanza di frequente di vedere bimbi viaggiare in auto in piedi sul sedile posteriore, affacciati al lunotto posteriore o in braccio ai genitori sul sedile anteriore per il passeggero. Non si fa! I bimbi non devono viaggiare liberi sul sedile posteriore e neppure su quello anteriore. Quando l'auto è ferma il Topastro può giocare nel bagagliaio, sul sedile anteriore e anche dietro al volante ma quando l'auto si muove lui è sempre legato sul suo seggiolino.
Quando ho seguito il corso pre parto, il pediatra che è venuto ad uno degli ultimi incontri ha ricordato a noi che stavamo per diventare mamme che al pronto soccorso arrivano tanti bimbi feriti in incidenti automobilistici. E ci ha detto che 70 incidenti su 100 potevano avere conseguenze più lievi se i bimbi fossero stati seduti e legati nei loro seggiolini auto. Magari questi numeri sono superiori a quelli reali, o inferiori, ma resta il fatto che tanti bimbi rischiano ogni giorno di rimanere feriti gravemente in un incidente stradale perchè non viaggiano in modo sicuro.
Alcuni numeri che spero facciano riflettere: bimbisicuri.it
Il Topastro in auto è sempre legato sul suo seggiolino ed è capitato poche volte che abbia viaggiato in auto in braccio: in taxi o per brevi tragitti in centro città su auto di amici che non avevano un seggiolino a disposizione. Il Topo è abituato sin da piccolo a stare nel seggiolino auto e se io non allaccio immediatamente la mia cintura di sicurezza si sente la sua vocina urlare da dietro: metti cintura!
Topastro in  auto ha un cestino pieno di giochi con cui si intrattiene mentre io guido. Pupazzetti, automobiline, librettini, palline... La sua postazione è comodissima. Ha la tendina parasole al finestrino, occhiali da sole a portata di mano, un collarino per fare la nanna durante i lunghi viaggi e anche uno schienale in pula di farro che usiamo in estate per rendere più fresco il suo seggiolino.
Ora che finalmente è arrivato un pochino di caldo e si possono mettere le maglie a manica corta il Topastro ha iniziato a lamentarsi che la cintura gli sicurezza gli fa male sopra la spalla e così con un ritaglio di stoffa gialla e un pezzo di imbottitura di un vecchio cuscino per sedie gli ho cucito una piccola imbottitura che si fissa con il velcro alla cintura di sicurezza.
Quindi? ALLACCIAMO TUTTI LE CINTURE DI SICUREZZA IN AUTO!

8 commenti:

  1. anche io ne vedo tanti sparsi per la macchina, ma io mi dico, se mai succede qualcosa di irreparabile a quei cuccioli.... mah, come perdonarsiiiiiiii?! Anna sta appiccicata al suo seggiolino! ciaoooo!! il topastro è proprio bello!

    RispondiElimina
  2. Hai ragione,anche al mio corso preparto hanno insistito molto...eppure se ne vedono molti che si muovono sui sedili!!! La cosa incredibile è che ho letto che spesso questi incidenti succedono proprio nel tragitto casa-scuola cioè quando i genitori abbassano la guardia perchè pensano che tanto il viaggio dura poco! e rischiano la vita dei loro piccoli pur di non sopportare i loro capricci...ciao

    RispondiElimina
  3. me lo ricordo quel post e condivido in pieno! perchè anche a me capita di vedere bimbi "sciolti" nelle auto e rabbrividisco! Io ho avuto un'esperienza senza cintura e mi è andata bene: un piccola frenata (niente di che) e mi sono ritrovata con la fronte sul parabrezza senza rendermene conto... figuriamoci un bambino che è molto più leggero!!!

    RispondiElimina
  4. Donna, io adoro il tuo blog! posso fare una richiesta parzialmente inerente a questo argomento? che fare se i bimbi soffrono la macchina? la mia piccola vomita come la bambina dell'esorcista anche su rettilinei di 2 km!
    complimenti ancora, un abbriaccio

    Silvia

    RispondiElimina
  5. anch'io sono d'accordissimo con questo post ma scaglio una lancia contro quei genitori che hanno mille problemi
    a volte è stata male anche la mia e non puoi lasciarla legata mentre annega tirando fuori ogni cosa, non puoi far altro che metterti dietro e farlgi da seggiolino umano con mille salviette pronte all'uso
    non solo, ora va un filo meglio, ma prima ho passato almeno un anno di inferno: nonostante l'abbia legata sin dalla prima uscita, non ha mai sopportato le cinture, urlava paingeva e si dimenava senza sosta, e provate a fare milano bologna, e dovete ancora proseguire fino ad altri 200 km ancora, con un esserino che urla come un pazzo dietro l'orecchio... se in casa non si sopporta il pianto inutile di un bimbo per 20 minuti, immaginate dopo 3 ore guidando in macchina
    soluzione: o lo sleghi e lo tieni tu dietro, o i nonni non vedranno mai il loro nipote causa impossibilità di trasportarlo
    e non una volta: ogni volta.
    vi assicuro che è più pericoloso guidare in quelle condizioni, altro che cellulare e sms, che col bimbo slegato e distratto a fare altro dalla mamma, a volte bisogna scegliere il male minore, e non è noncuranza dei genitori o incapacità di placarli, è sicurezza dell'intera famiglia
    ho evitato le vacanze in macchina in favore dell'aereo, am a volte alcuni spostamenti anche lunghi sono necessari...

    RispondiElimina
  6. @Silvia: purtroppo non ho consigli nè suggerimenti per bimbi che soffrono il mal d'auto, mi dispiace. Il mio Topastro non ha mai sofferto di mal di stomaco... So che esistono dei braccialettini con dei bottoncini che premono su un punto all'interno del polso. Sia per adulti che bambini, non credo abbiano controindicazioni, potresti provare ad informarti....
    @Francy: tu sei d'accordo con me, e io con te! Il mio post voleva solo essere un piccolo avvertimento per i genitori che, senza motivo apparente, lasciano i bimbi in auto liberi di stare in piedi, sdraiati sui sediti, in braccio al guidatore.... Capisco di cosa parli perchè tantissimi anni fa ho fatto un viaggio con una mia amica che aveva un bimbo piccolo e ha iniziato a piangere e gridare in auto, io guidavo. Ci siamo dovute fermare in autogrill perchè era davvero impossibile concerntrasi nella guida... Ti dico anche un'altra cosa, quando Topastro aveva circa 11 mesi sono andata da sola con lui a trovare le mie cugine in Brianza, circa 350 km all'andata e altrettanti al ritorno. Lui in auto è un angioletto e quindi sono partita tranquillamente. Purtroppo mentre eravamo ospiti gli è venuta la febbre e per tornare a casa ho montato il seggiolino auto sul sedile anteriore, di fianco a me. Non volevo farmi un viaggio di quasi 4 ore senza poterlo controllare di frequente, aveva ancora la febbre. Non sono sicura del fatto che il seggiolino potessere essere posizionato sul sedile anteriore, (era assicurato con la cintura di sicurezza e Topastro legato con le cinture del seggiolino), però si è trattato di un'eccezione, lui stava male e io dovevo guidare da Milano fino Rimini... Le eccezioni esistono, come nel tuo caso se la bimba soffre il mal d'auto. Tu sali dietro con lei e la tieni in braccio, di meglio non si può fare... Quello che mi infastidisce molto sono i bimbi che non vengono assicurati ai loro seggiolini in situazioni normali. Soprattutto nel tragitto lavoro-casa o scuola-casa. Magari si tratta di pochi chilometri ma gli incidenti durante questi percorsi sono molto frequenti. Sembra quasi che quei genitori vogliano sfidare la sorte...

    RispondiElimina
  7. Grazie comunque Claudia... ;)
    intanto continuo a leggere a ritroso il tuo blog, che crea dipendenza!

    RispondiElimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.