mercoledì 16 giugno 2010

Due piccoli amici

Il Topastro frequenta il nido da ormai due anni; ha iniziato l'inserimento due giorni prima del suo primo compleanno. Mi pare di aver accennato che si tratta di un piccolo nido, ospita al massimo 20/23 bambini dai 12 mesi in su, seguiti da tre educatrici. E' un nido aziendale e quindi noi genitori ci conosciamo più o meno tutti e conosciamo i bimbi. Una mia cara amica e anche collega ha un bimbo dell'età di Topastro, solo quattro mesi più piccolo. Il famoso Fefani, come lo ha soprannominato Topastro. Fefani ha iniziato a frequentare il nido quattro mesi dopo Topastro e io e la mia amica siamo andati a prendere i nostri due piccoletti alle 12.30 insieme per tanto tempo, (da alcune settimane  io ho cambiato orario di lavoro e quindi ora non ci incontriamo più all'uscita del nido). In questi due anni ci siamo quasi sempre fermate fuori dal nido per lasciare che i bimbi facessero una corsa sul prato o un giro sullo scivolo. Sia in estate che in inverno ben coperti da giubbino, berretto e sciarpa. Durante questi attimi di libertà succede di tutto, i bimbi si rincorrono, giocano e litigano. Topastro un giorno ha dato una spinta a Fefani e lo ha fatto cadere. Fefani non si era fatto male ma io ho detto a Topastro che doveva chiedergli scusa e aiutarlo a rimettersi in piedi. Topastro ha preso Fefani per il giubbotto, lo ha praticamente sollevato da terra, gli ha chiesto scusa, stampato un bacio sulla bocca e poi è corso via. I piccolini si sono conosciuti, sia la nido che durante qualche pomeriggio al parco, pomeriggi estivi in giardino a giocare con l'aqua, festicciole di compleanno, la gita a Cervia.... E hanno deciso che si piacciono molto. Anche le educatrici dicono che sono dei veri amichetti, il gatto e la volpe. Giocano e si fanno i dispetti tutta la mattina. Si cercano, si abbracciano, si rubano i giocattoli. Ma non lo fanno con cattiveria, si provocano a vicenda solo per vedere fin dove possono spingersi e non si sono mai fatti male.
Ora che sono grandicelli mi fanno una tenerezza incredibile. La mattina Topastro arriva al nido e chiede subito se è già arrivato Fefani. Se arriviamo insieme in auto gli spunta un sorriso da un orecchio all'altro: c'è Fefani, c'è Fefani. Si prendono per mano e si mettono a scherzare e parlare, chiaramente io e la mia amica non capiamo nulla di quello che si dicono.
Anche Fefani è affezionato a Uccio, (il soprannome che Fefani ha dato a Topastro). La sua mamma mi ha raccontato che quando passa davanti al nido per accompagnare la sorella alla scuola materna dice: 'pettami Uccio, arrivo.
Venerdì scorso Fefani e sua sorella sono venuti a casa di Topastro mentre la loro mamma era ad una riunione. Topastro era eccitatissimo, non gli sembrava vero di avere il suo amichetto e poter stare con lui tutto il pomeriggio. Si sono fatti anche qualche dispetto, Topastro non voleva lasciargli le palline colorate. Non poteva però tenerle tutte in mano e quindi le ha lanciate sotto il divano! Poi hanno fatto pace e sono saliti in due sul trenino cavalcabile per correre su e giù in salotto e corridoio. Ogni tanto facevano cambio e il guidatore diventava passeggero.
Domenica pomeriggio ci siamo incontrati al centro commerciale e i due piccoletti sono stati un po' insieme. Fefani era sul passeggino, Topastro si è avvicinato e gli ha fatto due carezze sulla testa, gli ha messo un braccio attorno al collo e gli ha detto: te sei mio amico. Non credo che io debba aggiungere altro. Quasi quasi mi scendeva una lacrima.  
Io sono dispiaciutissima perchè purtroppo non frequenteranno la stessa scuola materna. Ovvero, la scuola è la stessa ma si tratta di due sedi diverse. Io ho scelto quella più vicina a casa, anche per permettere a Topastro di frequentare  in maniera più agevole i bimbi che diventeranno suoi amichetti. Lo so che Topastro si farà tanti altri amichetti, tra l'altro lui è molto socievole e parla con tutti i bimbi al parco, per strada, al mare...
Ma Fefani è Fefani! Spero che ogni tanto io e la mia amica potremo far incontrare i bimbi perchè giochino insieme qualche pomeriggio anche quando il nido sarà terminato. Domani, salvo maltempo, ci sarà la festa di fine anno, le educatrici consegneranno ai bimbi grandi i lavoretti fatti durante quest'ultimo anno in cui loro sono diventati la classe dei bimbi "grandi". I bimbi continueranno a frequentare il nido fino a settembre ma già penso al giorno che dovremo salutare le maestre e sono sicura che sarà un momento davvero triste. Lasciare questo piccolo nido dove il Topo ha trascorso tutte la mattina da due anni a questa parte. Dove conosco i bimbi, i genitori e le educatrici. A parte qualche episodio di poco conto non posso che dire che mi sono trovata davvero bene e andare via è davvero un dispiacere ma Topastro sta diventando grande ed ha già scelto i grembiulini per il nuovo asilo, uno giallo, (stesso colore di quello del nido), e uno azzurro.

15 commenti:

  1. Quanta tenerezza e commozione nelle tue parole... chissà quando anche la mia Leti troverà un'amichetta/ un amichetto speciale! Mi piace davvero tanto la tua scrittura che rende vive scene ed emozioni :-)

    RispondiElimina
  2. Grazie Piccolalory :-)
    Foto non potevo metterne. E non scherzavo mica, sono sicura che piangerò sia alla festa che quando saluterò le maestre a settembre.

    RispondiElimina
  3. Che dolcezza! Io sono entusiasta perchè Belvetta non perderà quasi nessuno dei compagni (e biecamente spero in un rapido inserimento!).

    RispondiElimina
  4. @rocciajubba: che fortuna Belvetta! Anche io spero in un rapido inserimento alla materna.

    RispondiElimina
  5. che stellina.. E' vero che a settembre cambierà compagni, ma tu e la tua collega potrete ritagliare lo stesso dei momenti coi vostri bimbi, in modo che non si rovini un'amicizia nata.. in fasce ;) Io vivo la stessa delusione con Manni, l'amico di Matt, quello con cui si sono lordati il primo giorno di asilo.. Da allora amici per la pelle! e adesso invece si separeranno :(

    RispondiElimina
  6. @Mamma C: certo, io e la mia amica faremo sicuramente incontrare i due amichetti qualche volta ma non credo succederà tanto spesso. Lavoro e tanti altri impegni ci lasciano proprio poco tempo libero. E da settembre il mio orario di lavoro si allungherà :-(

    RispondiElimina
  7. A me hanno detto che circa verso i 3 anni i bambini cominciano ad essere socievoli e a stare bene con i coetanei, ma io vedo che la nostra piccola sta iniziando già da adesso. Oggi siamo state a casa di una mia amica di pancia che ha una bambina nata esattamente una settimana dopo di lei nello stesso ospedale. si sono divertite moltissimo assieme e si vedeva la complicità. è stato molto bello.
    io credo che se vi sforzate di mantenere i contatti questa amicizia non si perderà. sono anche sicura peró che l'esperienza sarà sempre più ampia da quando inizierà l'asilo.

    RispondiElimina
  8. che tesori...di quanta tenerezza sono capaci i bambini!
    Anche Ale alla scuola materna ha il suo migliore amico. Ora che andranno alla primaria, però, pare che le maestre li faranno mettere appositamente in due classi diverse, perchè dicono che tendono a isolarsi un pochino e loro preferiscono farli socializzare con altri bambini!
    Non oso immaginare come ci rimarrà male...ma voglio fidarmi dell'esperienza delle maestre, spero sappiano quello che fanno...Ale è molto vivace ma altrettanto sensibile!

    RispondiElimina
  9. Topino non andando an nido non ha avuto la possibilità di fare amicizie ma adora la sua baby sitter.. e quando manca per qualche giorno (come in questa settimana) la cerca continuamente... prende in mano il telefono e finge di salutarla e al mattino appena sveglio continua a chiamarla ... A settembre non sarà più con noi... chissà come reagirà il piccolo??? Mi sento anch'io triste al pensiero... e immagino che un domani sarà la stessa cosa con compagni e maestre..
    Se cercherete comunque di incontrarvi per Topastro sarà una gioia ancora più grande!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  10. Le amicizie nate al nido o alla materna sono davvero preziose...mia figlia continua a vedersi con la sua amichetta del cuore dell'asilo anche adesso alla scuola primaria, nonostante non frequentino la stessa struttura! Anche perchè noi mamme ci siamo messe proprio d'impegno per non fare perdere tutto questo! Ciaooo

    RispondiElimina
  11. Anche per i miei twins è l'ultimo anno. Nessuno dei loro amichetti li seguirà nella nuova scuola, si sono tutti sparpagliati per esigenze lavorative genitori, vicinanza nonni etc. etc. Mi dispiace, quest'anno mi sono accorta di quanti siano i loro amichetti preferiti e mi dispiace non poter far continuare questa amicizia a scuola...purtroppo per esigenze anche di organizzazione familiare so che sarà difficile anche mantenere certe amicizie fuori della scuola ma ci proverò, si ci proverò senz'altro.

    RispondiElimina
  12. @Maggie: anche a me avevano detto che i bimbi iniziano a fare amicizia verso i tre anni ma, come per tutte le altre dicerie, ogni bimbo è diverso. I due Topini vanno al nido da quando hanno compiuto 12 mesi e immagino che stare a stretto contatto con altri bimbi acceleri la voglia di interagire con altri bimbi. Effettivamente appena iniziato il nido i bimbi giocano con i giocattoli e non interagiscono tanto tra di loro.
    @mammasorriso: che tristezza dividere due amici di proposito. Io non credo sarei stata d'accordo. Però se dici che ti fidi delle maestre, va bene. E poi potranno vedersi comunque durante la ricreazione o qualche pomeriggio, giusto? :-)
    @Una cuccia per gatti e bambini: che tenero il tuo Topino che finge di telefonare alla baby sitter per salutarla! Lo sai che sto iniziando a pensare che tutte queste paranoie siano nostre? Di noi mamme?! Magari i nostri cuccioli hanno uno spirito di adattamente altissimo e si adatteranno benissimo quasi fin da subito con nuove baby sitter e nuovi compagni di scuola, mentre noi mamme ci preoccupiamo....
    @Gabriella: che bello, anche io spero che il Topastro continuerà a frequentare, quando possibile, il suo amico!
    @twinsmamma: anche io ho scelto una scuola diversa da quella dell'amichetto di Topastro per diversi motivi, non solo quello citato nel post. Ci ho pensato bene, ma ci sono tante cose da incastrare!

    Sicuramente io e la mia amica ci vedremo qualche pomeriggio per fare incontrare i due bimbi e la sorellina di Fefani ma so per certo che non sarà facile. Si tratterà di qualche pomeriggio ogni tanto... Tra lavoro con orari diversi, chi va a nuoto, chi si ammala, gite che saltano per un impegno improvviso,... Ma sono sicura che quelle poche volte che riusciremo a radunarci sarà una festa!

    RispondiElimina
  13. sì hai ragione, è proprio una tristezza dividerli di proposito!
    No io non sono d'accordo! ma sono loro a dare indicazioni sui bambini...considerando che il mio è moooolto vivace devono cercare di equilibrare le classi.
    Io a questo punto spero solo che Ale incontri delle maestre che sappiano prenderlo per il verso giusto, che gli sappiano trasmettere l'amore per la scuola...l'amichetto lo vedrà comunque ai giardinetti, a catechismo o a casa nostra e poi ne farà di nuovi! ciao

    RispondiElimina
  14. Anche mia figlia va al nido aziendale. Pensa che loro sono ancora meno, in sei ed è verissimo quello che dici tu: l'ambiente che si crea e meraviglioso, sia per i bimbi che per noi mamme che ci conosciamo tutte in quanto colleghe.... Giorgia è piccina, le spettano ancora due anni di asilo nido, ma se penso al momento in cui finirà questa bella esperienza, già mi dispiace tanto tanto...

    RispondiElimina
  15. @mammasorriso: certamente il tuo Ale si farà tanti altri amici nella nuova classe. E sono contenta per lui se potrà vedere il suo amico ai giardinetti, catechismo e anche a casa!
    @MANU: il nido aziendale è davvero una bella esperienza, peccato in Italia ce ne siano davvero pochi... Per fortuna tu hai ancora tanto tempo prima di lasciarlo

    RispondiElimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.