venerdì 23 luglio 2010

I venerdì del libro: Le lettere di Babbo Natale

Oggi sono proprio in ritardo per il venerdì del libro di Paola. Ci ho pensato tutto il giorno e non sapevo che libro scegliere perchè ne ho appena letti un paio che sono davvero tristi, un altro che mi è piaciuto poco...
Mi sono messa a contenplare la libreria e anche se sono assolutamente fuori tema rispetto al periodo, ho scelto un libro che a me piace moltissimo e che ho consigliato a Paola un po' di tempo fa.
Le lettere di Babbo Natale di J.R.R. Tolkien.
E' vero, è estate, fa caldo, Natale è lontano. Però potete già appuntarvi il titolo di questo meraviglioso libro. La mia copia è piuttosto datata, stampata nel luglio 1980 e il prezzo 8.000 lire.
Il 25 dicembre 1920 Tolkien iniziò a scrivere a i propri figli delle lettere firmate Babbo Natale arricchite da disegni, racconti, poesie e francobolli del Polo Nord. In questo libro sono raccolte alcune di quelle lettere e anche tante illustrazioni nate dalle mani di Tolkien. Racconti che narrano dei guai combinati dall'Orso Polare e dai folletti.
"Quest'anno sono più tremolante del solito. Tutta colpa dell'Orso Polare! E' stato il più grosso scoppio che mai si sia visto al mondo, e il più pazzesco fuoco d'artificio. Adesso il Polo Nord è NERO, le stelle sono finite tutte fuori posto, la Luna è stata spaccata in quattro, l'Uomo della Luna è piombato nel giardino sul retro di casa mia. Ha mangiato un bel po' dei miei cioccolatini di Natale prima di ammettere che si sentiva meglio, e poi è risalito lassù a riparare la Luna e riordinare le stelle. Poi ho scoperto che le renne erano scappate e che scorrazzavano per la regione spezzando redini e finimenti e buttando qua e là i doni. Questi erano già impacchettati per la partenza - già, è accaduto proprio stamane: era la slitta piena del cioccolato che sempre spedisco in Inghilterra con un certo anticipo. Spero che i vostri doni non siano troppo malconci. E quello scemo dell'Orso Polare non si mostra neanche un po' pentito. E dire che è tutta colpa sua: vi ricordate che l'anno scorso ho dovuto traslocare, sempre a causa sua? Il rubinetto con cui si fanno partire i fuochi d'artificio dell'Aurora Boreale è rimsato nella cantina della mia vecchia casa. Ora, l'Orso Polare sapeva che mai e poi mai doveva toccarlo. Io lo aprivo solo in giornate particolari come Natale. Dice che pensava  che non funzionasse più da quando ce ne siamo andati; sta di fatto  che stamane, subito dopo colazione, è andato a ficcanasare attorno alle rovine (ci nasconde roba da mangiare) e ha acceso in una volta sola le Luci del Nord che dovevano servire per due anni. Non s'è mai visto nè udito nulla di simile. Ho cercato di ridarne un'immagine; ma ho la mano troppo tremante per farlo bene, e mica si possono dipingere luci effervescenti, vi pare?"
Anche se è un libro molto invernale volevo farvelo conoscere perchè a mio parere è davvero un gioiellino di libro da leggere o regalare.
Gli altri libri di questo venerdì:
MAMMAUFFA BLOG (grazie per la dedica!!)
Lavoretti e non solo

12 commenti:

  1. ciao Claudia
    deve essere un libro molto bello ... non lo conoscevo devo cercarlo ... le lettere a Babbo Natale sono uno spettacolo e ricevere una risposta ... grazie per la segnalazione!!!
    adesso vado a scrivere il mio libro di questo venerdì
    buon fine settimana Patrizia

    RispondiElimina
  2. eccoti finalemnte, ci mancavi!! :) carinissimo consiglio, grazie!!

    RispondiElimina
  3. veramente molto bello! i bimbi resteranno incantati! grazie e poi non è male portarsi avanti...l'estate passa in un attimo!?!
    Ora aggiungo alla mia lista.

    RispondiElimina
  4. Bellissimo post, valeva la pena farlo, anche se all'ultimo minuto.Io l'ho letto e mi è piaciuto molto, per il mio monello aspettavo questo inverno, che per la prima volta scriveremo la famosa letterina.
    Per la dedica.... non c'è di che!!Grazie a te, che commenti sempre.
    Io da te riesco a commentare solo con anonimo.
    baci uffa

    RispondiElimina
  5. Adoro tutti i racconti e disegni di natale! Hai scelto un ottimo libro, mi fa piacere. Non ne sapevo niente.

    Il Polo Nord... Forse, ma credevo che Babbo Natale vivesse qui in Finlandia, in Lapponia... :)

    RispondiElimina
  6. Conoscevo già di nome questo libro di Tolkien ma non l'ho mai avuto per le mani....magari con l'avvento del prossimo Natale sarebbe un bel regalino!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao cara :-)
    custodisco gelosamente le pagine che mi avevi mandato. Mi sembra passato un secolo da quando mi avevi scritto e suggerito questo libro. Direi che Tolkien ci ha fatto consocere :-)
    E' un libro semplicemente fantastico. Piccolo Furfante si era divertito un mondo a leggere le disavventure del povero orso polare. Quest'anno glielo ripropongo senz'altro.
    Un bacione garndissimo

    RispondiElimina
  8. @Patrizia: io ho scritto la letterina a Babbo Natale fino a non molti anni fa :-)
    @Uffa: anche Topastro penso che scriverà la prima letterina questo Natale.
    @Rita: hai ragione, la leggenda vuole che Babbo Natale abbia casa a Napapijri Rovaniemi ma forse Tolkien non lo sapeva.
    @Paola: E' vero... la mail con alcune pagine del libro di Tolkien è stata una delle prime che ci siamo scambiate!

    RispondiElimina
  9. Arrivo con una settimana di ritardo, ma non so perché non vedevo gli aggiornamenti del tuo blog :o(
    E dato che si tratta di Tolkien non potevo non commentare: bellissimo!!!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  10. Grazie Frida! Se ti capita per le mani questo libro, sfoglialo! E' davvero bello bello.

    RispondiElimina
  11. ..adesso (quattro mesi dopo) è proprio un post di stagione!! Cercherò senz'altro questo libro "magico", prima di tutto per proporlo ai miei pupi, ma anche come bella idea regalo!! Grazie per il consiglio.. Tiziana

    RispondiElimina
  12. @Tiziana: eh si, avevo scritto questo post in piena estate, ma questo libro mi piace davvero tantissimo che ogni tanto lo prendo dalla libreria, anche quando fa caldo.

    RispondiElimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.