lunedì 29 novembre 2010

Il nostro presepe fai da te

Non ho mai fatto il presepe, nè da piccina nè da grande. A casa dei miei genitori non si faceva. In realtà non sono neppure credente. Topastro quest'anno frequenta una scuola cattolica e parteciperà anche al presepe vivente... E comunque il presepe fa parte della nostra tradizione, e quest'anno mi è venuta voglia di farlo insieme al Topastro, così potrà capire meglio le storie che gli racconteranno all'asilo in occasione del Natale. Siamo andati al Castorama e abbiamo comprato le statuine principali, 2.29 Euro l'una. Sono anche carine, alte 10 cm. 
Non volevo spendere tanti soldi, e visto che non avevamo proprio nulla, statuine, casette, accessori, muschio, carta blu con le stelle, carta marrone per le montagne, sassolini... Anche scegliendo accessori a basso prezzo, avrei speso davvero tanti soldi. Così ho deciso di comprare solo l'indispensabile; Maria, Giuseppe, Gesù Bambino, asinello, bue e i tre Re Magi e di costruire tutto il resto con le mie mani e con materiali che avevo in casa. Il prossimo anno potremo comprare qualche accessorio e arricchire il presepe piano piano. Ogni anno il nostro presepe sarà più popolato e pieno. Per quest'anno niente fuoco finto, niente paperelle, laghetto, lucine... 
Invece che andare alla ricerca di muschio a costo zero, per le strade, attaccato agli alberi oppure ai muretti, abbiamo deciso di usare una tecnica che tantissimi anni fa ho usato per costruire un diorama per modellini di aerei. Segatura e colori a tempera. Tantissimi anni fa, almeno quindici, avevo acquistato un sacco enorme di segatura per fare i pupazzi con i capelli d'erba. Negli anni ho usato la segatura per diversi lavoretti ma ce n'è ancora un po' nel sacchetto. Abbiamo messo un po' di segatura in una scodella di plastica insieme ad un po' di acqua e colore a tempera verde. Topastro ha mescolato, mescolato, mescolato. Il miscuglio aveva quasi l'aspetto degli spinaci. Abbiamo travasato la nostra erba bagnata in diversi contenitori, uno strato sottile, in modo da farla asciugare. Abbiamo creato diverse tonalità di verde e marrone, in scodelle diverse, e alla fine abbiamo mescolato l'erba asciutta di diversi colori per renderla più realistica.
La capanna l'abbiamo ricavata da una scatola di cartone. Abbiamo usato colla vinilica e fogli di carta ruvida che abbiamo incollato sopra la scatola per darle un aspetto più grezzo, creare gobbette, pieghe, irregolarità. Abbiamo poi dipinto l'interno con diversi colori e usato un pezzo di un sacco di iuta per il pavimento. Sul tetto abbiamo incollato legnetti raccolti in giardino  e riempito gli spazi rimasti vuoti con l'erba scura.
Abbiamo scovato in garage un pezzo di truciolato rettangolare ricoperto di formica da usare come base e lo abbiamo posizionato sopra un tavolino basso. Abbiamo fatto diverse prove per decidere dove posizionare la capanna, dove fare la stradina... Poi abbiamo spalmato la colla vinilica e lasciato cadere sopra di essa i sassolini, (in casa avevo solo quelli della lettiera per il gatto, quelli puliti!), e la nostra erba E' colla vinilica normale, la striscia su cui abbiamo incollato i sassolini è verde perchè abbiamo usato un pennello che era sporco di tempera :-)
Qui sopra potete vedere alcuni particolari: il tetto della capanna fatto di erba e legnetti, il pozzo creato con la pasta di sale, (lo so... asciugandosi si è piegato da una parte e somiglia alla Torre di Pisa), l'interno della capanna con i muri color terra bruciata e il soffitto color sabbia, la nostra erba finta dalle tante sfumature di verde e i sassolini, incollati sulla base di legno.
Ed ecco il nostro presepe! E' piuttosto spoglio. Nei prossimi giorni proverò a creare qualche altro elemento per riempire i vuoti. Con la pasta di sale, con altri legnetti raccolti in giardino... Il pozzo nella foto qui sopra è il secondo che ho fatto. Il primo era piuttosto bruttino e molto pendente. Non che il secondo mi sia venuto meglio, ma è un pochino più dritto. All'interno c'è un tappo di plastica grande attorno a cui ho avvolto un rettangolo di pasta di sale con incisi i mattoni finti. L'acqua invece l'ho creata con del colore a tempera blu e colla a caldo. Non sembra proprio acqua, ma è il meglio che sono riuscita a fare con ciò che avevo in casa.
Il risultato finale mi piace. Con 18.32 Euro, il costo delle statuine, abbiamo creato un bel paesaggio e ci siamo divertiti a spalmare colla e dipingere segatura.
E i vostri presepi come sono?

29 commenti:

  1. Come sempre siete bravissimi!!! Anzi in futuro magari questa tecnica per creare la base potrei utilizzarla anch'io!!! Ho fatto il presepe due giorni fa... in largo anticipo, ma come sempre ho voluto iniziarlo con calma e con Pietro non sapevo quanto tempo ci avrei impiegato. Quest'anno l'ho creato sui 3 piani della sua libreria Billy in cameretta... io il presepe l'ho sempre fatto, fin da piccola, e fin da piccola ho acquistato statuine, idem il marito. Morale della favola ogni anno ci ritroviamo in casa il "presepe dell'abbazia" ah ah!!! Un tempo riempivo interamente lo studiolo, diventava un piccolo mondo in scala, a creare il paesaggio ci mettevo giorni. L'unico anno che l'ho saltato era lo scorso, perchè ero incinta e lo studiolo si stava apprestando a trasformarsi nella camera di Pietro. Quest'anno è un po' più piccolo, ho dovuto selezionare le statuine e mi è dispiaciuto un sacco!!! Magari poi lo posto anch'io così lo vedete!!! P.S. Vi suggerisco di far passare in quel bel prato verde un fiumiciattolo... lo fate con la carta stagnola cuki e tutto intorno agli argini ci mettete delle pietroline..... viene una meraviglia ;)

    RispondiElimina
  2. Tu e Topastro, state creando delle vere meraviglie... il presepe diventerà uno splendore! Bellissima l'idea per fare l'erba... se non riusciremo a reperire il muschio, saprò come fare ;-D
    Felice settimana!

    RispondiElimina
  3. fantastica la tecnica della segatura! anni fa feci le montagne con carta da pacchi marrone che poi ho dipinto con verdi e marroni ... la potresti mettere dietro la capanna e tutt'intorno, riempie e fa effetto ... un bacio

    RispondiElimina
  4. inutile dirti che sei speciale (come al solito)..mi piace il tuo esserti messa in discussione..mi piace, che per i propri figli si fanno cose che forse non avremmo fatto mai..l'importante è avere sempre la mente aperta..visto che il cuore lo si ha già...un abbraccio grande...p.s. noi siamo travolti dal natale e non riesco a postare..uff...prima o poi...

    RispondiElimina
  5. Che belle idea! Io per il laghetto uso uno specchio e sopra le paperelle anche di dimensioni divese.
    Ciao

    RispondiElimina
  6. @MissMeletta: il vostro presepe degli anni passati doveva essere meraviglioso! Mi piace osservare quei presepi ernormi in cui si scovano particolari continuamente, anche dopo averlo osservato per dieci minuti! Carino anche sulla libreria, se hai tempo facci vedere le foto! Avevo intenzione di fare un laghetto un piccolo fiume ma non abbiamo paperelle. Però ci penserò, perchè in effetti c'è troppa erba... E se non lo faccio per questo Natale, sarà sicuramente per il prossimo!
    @Beta: è anche divervente creare l'erba così, te lo assicuro! Certo se devi comprare la segatura appositamente per fare l'erba, fai prima a comprare il muschio. Anche se la segatura credo costi meno e puoi farci tantissima erba :-)
    @biancifiore: grazie del suggerimento! Ma come hai fatto? Hai dato alla carta la forma di una montagna? Oppure hai dipinto un semplice sfondo?
    @sly: hai proprio ragione, per i figli si fanno tante cose. Però avere la mente aperta è una cosa bellissima, si scoprono cose nuove e magari ci si accorge che sono pure belle!
    @mammachegiochi: il nostro prossimo acquisto saranno sicuramente paperelle e pecore!

    RispondiElimina
  7. bella idea...ho visto cosine interessanti per i pupazzi del presepe anche nei negozi che vendono le cose ad 1 euro....almeno qui da noi ce ne sono parecchi e sono economici :)

    RispondiElimina
  8. @Twins(bi)mamma: l'anno scorso li ho visti pure io. Il negozio "tutto 1 euro" vicino casa nostra ha chiuso da poco i battenti, ma quando andremo a fare un giro in centro, mi fermerò a dare un'occhiata.

    RispondiElimina
  9. Mi stupite ogni volta! L'idea per la base è davvero fantastica... E tu sei un vulcano d'idee... Prima o poi questi nostri bimbi dovremmo farli conoscere, magari organizziamo da qualche parte un laboratorio domenicale così stiamo un po' insieme e loro fanno amicizia!!! Noi ancora non pensiamo al presepe ma siamo in trepidante attesa di un fantastico calendario dell'avvento. Mio padre è al lavoro con il legno, io ci ho messo qualche cosa di mio e domani sera arriverà... giusto giusto per il giorno del compleanno della mia principessina che cade il primo dicembre. Un bacio miei cari

    RispondiElimina
  10. Io da quando sono sposata ho un presepe piccolino, devo arricchirlo in effetti....ho la capanna fatta di legno vero (comprata, non fabbricata da me) e, oltre alle statuette pricipali che hai preso tu, ho un bell'angelo da posizionare sulla capanna e due pastorelli. Mi sa che quest'anno prenderò delle paperelle e delle pecorelle, se no questi pastorelli che ci stanno a fare ;-)???
    Il tuo presepe sono certa che col tempo diverrà sempre più bello, data la tua fantasia e la tua bravura!!

    RispondiElimina
  11. @Stefania: chissà, magari un giorno riusciremo ad organizzarci. Ti ricordi quando ci siamo conosciute al presepe di sabbia? In effetti il Topastro non c'era, mentre io ho visto i tuoi bellissimi bimbi che ormai saranno davvero cresciuti! Puoi chiedere a tuo padre di conservare la segatura del legno! Chissà che bello il vostro calendario per l'avvento, lo vedrò sul tuo blog, vero? Io per quest'anno ci ho rinunciato. Non ero ispirata e non ho tantissimo tempo, abbiamo scelto di dedicarci al presepe e prossimamente a fare l'albero..
    @Maris: hai ragione! meno male che io i pastorelli non li ho comprati, devo ricordarmi di prenderli insieme alle pecorelle.

    RispondiElimina
  12. Ma che bello. Ma quanto vi divertite, voi due?
    Io ho la fortuna di avere casette costruite da mio papà e ancora qualche statuina di cartapesta del presepe di quando ero piccola. Dai che mi viene pian piano voglia di aprire gli scatoloni...poi posterò qualcosa.
    Quella della sabbia del gatto mi fa ricordare una cosa buffa. Moltissimi anni fa, più o menouna trentina, quando mio figlio aera piccolo, usammo la sabbia (pulita!) della nostra gatta di allora per fare le stradine.
    Lei ci andò sopra a fare la pipì!Non sapevamo se :) oppure :(

    RispondiElimina
  13. il mio presepe in genere è una capanna prefabbricata quest'anno i child stanno chiedendo qualcosa di più particolare il padre che è capace ha detto che li accontenterà, vedremo...se ci saranno novità vi posterò la creazione :-)

    RispondiElimina
  14. @Sandra: che bello, le tue casette devono essere davvero stupende e soprattutto di valore! Speriamo che a Mucca e Pollo non venga in mente di fare pipì sul nostro presepe!!!
    @supermamma: che bello, sono curiosa...

    RispondiElimina
  15. ciao ,claudia ogni volta che vengo sul tuo blog ,vedo delle cose davvero belle!!
    mi piacerebbe fare anche a me 1 preseppe cosi,anche perche con l aiuto di dalila mi divertirei davvero tanto!!
    come al solito io sono 1 po ignorante,ma dove si compra la segatura?
    poi ti faro sapere se riusciro a crearlo....baci

    RispondiElimina
  16. @Anonimo: la segatura io l'ho comprata tantissimi anni fa in un negozietto che vendeva mangimi, piante, terriccio... non saprei dirti. Forse in quei negozi che vendono legno, viti, piante... tipo Castorama, Obi. Non sono sicura, io ho usato la segatura proprio perchè ce l'avevo in cantina e non volevo comprare il muschio.

    RispondiElimina
  17. Hai presente la canzoncina della titina?'
    quella che faceva: ho perso la titina, l'ho persa e non la trovo chissà doce sarà!...ecco io invece ho perso il commento che ti avevo scritto.....vabbeh...rifaccio! eheeh

    Queste tue idee come sempre nei secoli secolorum sono geniali...il presepe è bello...e piano piano crescerà meravigliosamente ....ma la segatura che diventa muschio...geniale!!...
    serena giornata
    mariuccia

    RispondiElimina
  18. @mariuccia: si, si, la conosco la canzoncina :-)
    grazie!

    RispondiElimina
  19. ehm, in effetti non mi sono spiegata ... ho dipinto la carta con effetto tipo "mimetica" poi l'ho accartocciata e modellata dandole la forma delle montagne. un abbraccio

    RispondiElimina
  20. Fantastica idea! Non avevo mai pensato ad usare la segatura in questo modo. Poi adoro le idee ricoclose e che nel tempo crescono insieme ai bambini, per non parlare dell'emozione ogni anno di riporre con cura tutto per riusarlo l'anno seguente e divertirsi a progettare nuovi accessori e migliorie. Bravissima...come sempre :)

    RispondiElimina
  21. @biancifiore: grazie della spiegazione
    @Barba: grazie Barba! In effetti ci siamo divertiti, e il prossimo anno creeremo nuovi oggetti!

    RispondiElimina
  22. Anche io usavo uno specchio per laghetto e la carta stagnola (allora non c'era l'alluminio per cucina) scendeva dalle montagne di carta riciclata dai sacchetti del pane e colorata con le tempere, a simulare un ruscello. Per sostenere le montagne usavo fogli di quotidiani appallottolati. Complimenti per il tuo blog, lo seguo, perchè, insegnando in una scuola materna, trovo sempre idee :-))

    RispondiElimina
  23. Grazie mille kristalle! Se trovo del tempo aggiungeremo le montagne il fiume al presepe, altrimenti il prossimo anno. :-)

    RispondiElimina
  24. beh, che dire... BRAVISSIMI!
    di presepi ne ho due: uno a casa che mi piace una fracca x' la capanna l'ha fatta mio nonno usando una vecchia cassetta e con fondo un pezzo di scatola da scarpe, fermando il tutto qui e là con chiodi di tutte le fogge e puntine arrugginite. non so che età abbia, forse è del dopoguerra, e mi fa inorgoglisce ogni natale scoprire quanto di bello è riuscito a realizzare x' mia mamma e mio zio da piccoli potessero godere anche di questa piccola tradizione di festa! quando lo tirerò fuori dalla cantina, sicuramente ci dedicherò un post...
    l'altro invece cel'abbiamo in montagna: le statuine sono di terracotta, non colorate, che mi hanno comprato per poco prezzo alla fiera di s. ambrogio a milano quando avevo 15 anni. non è niente di speciale, ma quest'estate con delle cortecce trovate nel bosco ho assemblato un riparo (dire capanna è un po' azzardato...) che nel complesso fa la sua figurina. forse dopo natale riuscirò ad andarci, e documenterò anche questo sul blog!

    RispondiElimina
  25. ... non ricordo in che post si parlava di presepe, e proprio io che sempre ho fatto preseponi con un tema nuovo ogni anno, quest'anno non ho voglia di fare nulla... mi son già sforzata di fare l'albero perchè la mia bimba ci teneva moltissimo, ma quest'anno ho nel cuore tutto, tranne l'aria natalizia
    leggendo il tuo post però mi sto ricredendo... eh già, perchè forse è giusto non togliere ai bimbi anche questa magia, questa tradizione, che forse più di altre ha in sè il senso vero del natale... vediamo, magari la prossima settimana tiro fuori gli scatoloni e qualcosa di essenziale lo facciamo anche noi
    complimenti per l'inventiva come sempre, cmq!
    una volta esistevano anche gli stampini del das per fare le varie figure e dipingerle a proprio piacimento; un anno lo feci invece con gli origami anche
    complimenti anche per gli altri post, siete proprio entrati nel magico avvento :-)

    RispondiElimina
  26. molto, molto carino... noi stiamo iniziando con MOLTA calma a preparare i dettagli ma conto nella settimana prossima, quando non ci sarà tra i piedi il piccolo teppista, di riuscire a finirlo con l'aiuto del mio piccolo omino Simone... CIAO

    RispondiElimina
  27. @chichi: che belli che devono essere gli oggetti fatti a mano dai nonni. Io non ho nulla di così vecchio. Però grazie per aver raccontato! E quando pubblichi il post, fammi sapere, che vengo di sicuro ad ammirare il tuo presepe!
    @Francy: Capisco, deve essere dura... però hai ragione, alla tua bimba grande potrebbe piacere. Potresti anche creare qualcosa di nuovo, in modo da non tirare fuori cose dagli scatoloni che magari ti ricordano cose tristi. Magari delle statuine fatte insieme alla tua bimba. Lo sai che non mi ricordavo più che esistessero gli stampini delle figure del presepe, quelli per il das... Si, si, ora mi torna in mente! Anche se non credo di averli avuto, probabilmente li ho visti a casa di qualche amichetto quando ero piccolina!
    @serena: buon lavoro!

    RispondiElimina
  28. Ciao a tutti!!!! Noi stiamo facendo un presepe con i tappi di sughero da vendere al mercatino di Natale in beneficeinza al Gaslini ... e devo dire che il risultato e' talmente bello che mi voglio svegliare presto x comprarmelo io. Voglio fare un fuoco ovviamente finto e senza elettricità ... avete idee come fare la fiamma? In quale materiale? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anonimo, mi piacerebbe vedere il tuo presepe e complimenti per il tuo gesto davvero carino di donarlo al mercatino di beneficienza. Il fuoco non saprei. Io ne avevo fatto uno finto grande con rotoli di cartone un po' di tessuto rosso (http://pollon72.blogspot.it/2012/04/tenda-fai-da-te-con-10-euro.html)
      Potresti usare dei bastoncini marroni, magari stuzzicadenti dipinti e della carta velina rossa, gialla e arancione...

      Elimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.