giovedì 7 luglio 2011

Me la merito, la felicità, perchè…

Con questo post partecipo alla prima tappa della Caccia al Tesoro 2011 di Mamma Felice!
Non mi piace molto parlare di me, ma la proposta di Mamma Felice mi ha davvero colpito. Lei è sempre così propositiva, solare, entusiasta... Spesso mi fa riflettere con i suoi post seri e divertire con quelli giocosi.
Me la merito, la felicità, perchè...
Perchè dopo la separazione ho attraversato un periodo davvero duro. Discussioni, litigi, pianti,... ma non è questo che voglio. E non voglio raccontare neppure uno di questi episodi tristi. In passato ho sbagliato, sono umana, ma non mi merito di soffrire ed essere triste per troppo tempo! Per me la separazione significava fine di una storia con una persona che ho scoperto non faceva per me, succede... E volevo solo serenità per me è il mio bambino! Me la merito la felicità perchè sto crescendo un bimbo da sola, lui trascorre la maggior parte del tempo con me e a volte è difficile. Sono stanca, vorrei fare cose che non posso ma lui è davvero la gioia della mia vita. Me la merito la felicità perchè davanti al mio bimbo cerco di essere allegra, cerco di non fargli mancare nulla (e non mi riferisco a oggetti materiali), provo a essere una brava mamma. Me la merito perchè dopo un periodo difficile deve per forza arrivare un periodo felice! IO VOGLIO SORRIDERE, voglio essere positiva, libera, serena e spensierata! Lo voglio per me perchè se non sono felice io non lo sarà neppure il mio bimbo e io voglio che lui abbia il meglio! E se sono felice posso donare felicità. Prometto che mi impegnerò per essere più sorridente e positiva! La vita è dura e talvolta ci si abbatte ma non serve a molto essere tristi e negativi. A me succede spesso e ringrazio Mamma Felice per avermi fatto riflettere sulla Felicità. Me la merito, me la prendo, la felicità è mia perchè la voglio!

27 commenti:

  1. tesoro... te la merito eccome la felicità,
    un abbraccio forte,
    Amalia

    RispondiElimina
  2. Anche secondo me te la meriti proprio!
    Condivido tutto quello che hai scritto.
    Immagino come può esser dura crescere un bimbo da sola perchè a volte siamo separati per via delle trasferte di lavoro, e quando ho i miei periodi di emicrania mi pare di impazzire ed è durissima con la bimba e zero aiuti. Ci vuole coraggio per scrivere cosa hai scritto, e poi per farlo tanta forza, Claudia sei una donna molto in gamba io so che ti impegnerai davvero tanto nel "progetto felicità"! Ti auguro di cuore di essere tanto felice, e che lo sia anche Samu! :-)

    C.

    RispondiElimina
  3. Il tuo post mi è piaciuto, sembra scritto 'di botto', come si dice a Roma, è vero, è intenso, è colmo di emozioni e buoni propositi. Ognuno di noi merita la felicità perchè se ognuno di noi fosse felice non ci sarebbero nè guerre nè tragedie!
    In bocca al lupo Claudia, mi sembra che il tuo sia davvero un buon lavoro!

    RispondiElimina
  4. che bel post hai scritto, è vero che di solito non parli troppo di te ma molte cose le avevo capite: che sei una mamma forte e buona. E io ti prendo come esempio.

    RispondiElimina
  5. ecco e io mi sono commossa. Che piagnona che so!!!! :) dai che il peggio è passato!guarda avanti col tuo piccolo e goditi ogni momento, senza cercare nulla e la felicità ti trova in men che non si dica :))))un abbraccio

    RispondiElimina
  6. bellissimo post, pieno di grinta! e bella l'idea di Mamma Felice, un antidoto contro il "darci addosso" in cui noi mamme siamo tanto brave, no? cara Claudia, te ne auguro davvero tanta di felicità, per te e per il tuo topolino! un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Che piacere conoscerti!il tuo blog è bellissimo,tu sei bellissima e ti auguro tutta la felicità del mondo,un forte abbraccio.Rox

    RispondiElimina
  8. ...Eh sì...la felicità è nostra...la dobbiamo prendere, cercare e trattenere in noi...
    Forza Claudia....tienila stretta!

    RispondiElimina
  9. Per quel poco che ti conosco devo dire che mi sembri davvero una ragazza in gamba e una brava mamma. Condivido quello che hai scritto, ovvero che la propria felicità porta felicità anche a chi amiamo. Ti auguro per questo davvero tantà felicità perchè te la meriti!

    RispondiElimina
  10. Per essere felici bisogna lottare, e io penso che tu sei madre coraggiosa, e ce la stai già facendo, traspare dai tuoi post, l'impegno che ci metti per tirare su il tuo bambino, per crearli un ambiente giocoso e sereno, ti meriti tutta la felicità di questo mondo. un bacio

    RispondiElimina
  11. Ciao Claudia non è la prima volta che tu giudichi il modo in cui gestisco il blog; tutti i mieie folloers sanno bene che le idee proposte in alcuni post e finite con la frase "questo è il link del sito da cui ho preso l'idea" non sono le mie, non c'è nessun atto forviante, ho sempre specificato dove le prendo, ho chiesto sempre il permesso,onde rispettare il copyright, ma se leggessi tutti i mieei post vedrai che uso raramente idee altrui e ho fatto tantissimi tutorial con mie creazioni.
    Ti potrei fare un elenco infinito di blog che usano tutorial altrui,quindi cortesemente lasciami vivere il mio blog come voglio!!!

    RispondiElimina
  12. brava..te la meriti..mi piace questa iniziativa.

    RispondiElimina
  13. complimenti cara, te la meriti la felicità e te la auguriamo con tutto il cuore!

    RispondiElimina
  14. Grazie a tutte, siete davvero gentilissime! E ricambio l'augurio: un enorme carico di Felicità anche a voi! Ce la meritiamo tutti la Felicità!

    RispondiElimina
  15. Ciao Claudia, la felicità te la meriti proprio e ti auguro di continuare come hai fatto finora affrontando anche i periodi più difficili in modo positivo! E visto che come te ho un senso della giustizia piuttosto sviluppato, vorrei dirti che appoggio l'opinione che hai espresso rispetto al "furto" di tutorial, stranieri o italiani che siano. La cosa migliore secondo me è segnalare solo il link a cui ci si riferisce oppure fare un "Guest post" come ho fatto io con la scatolina origami di Maria, ma farlo all'insaputa dell'altro non mi pare una cosa molto corretta. Ciao!

    RispondiElimina
  16. Questo post finisce col botto, dobbiamo sempre tenerlo a mente: Me la merito, me la prendo, la felicità è mia perchè la voglio! Dovrebbe diventare un mantra :) La felicità non ti colpisce a secchiate, bisogno cercarla e per cercarla bisogna innanzitutto volerla

    RispondiElimina
  17. Concordo con MammaNuvola: è un bellissimo finale quello del tuo post, Claudia!
    Certo che c'è sempre un periodo felice dopo un lungo periodo difficile....e tu mi sa che sei già sulla strada della felicità, tenendo per mano il tuo Topastro, che guarderà proprio te per capire come essere felice, quindi....continua così!!! :-)

    RispondiElimina
  18. Si te la meriti la felicità e te la auguro di cuore!

    RispondiElimina
  19. Non deve essere facile... ma tu ce l'hai già fatta!

    Un abbraccio a te e Topastro!

    RispondiElimina
  20. Ciao Claudia, mi ha portato qui, la carissima Amalia, con la ricetta della piadina!!! Devo provarla il piu' presto possibile!! Complimenti per il tuo blog, mi aggiungo ai tuoi sostenitori, cosi' continuero' a seguirti..
    Un abbraccio e buon Week-end
    Chiara

    RispondiElimina
  21. @Ninfa: grazie, sei davvero gentile! Riguardo ai tutorial...io ho espresso il mio pensiero ma ognuno fa quel che vuole :-)
    @Mamma Nuvola: è proprio così ed è quello che volevo mettere in evidenza: bisogna prendersela la felicità!
    @maris: grazie mille, un abbraccio!
    @MadreCreativa: e io la auguro a te!
    @Roberta: grazie, ricambio l'abbraccio!
    @ki@r@: grazie! Spero che quando proverai a fare la piadina mi dirai se ti è piaciuta!

    RispondiElimina
  22. @mammadifretta: grazie :-)

    RispondiElimina
  23. Davvero un bellissimo post... GRAZIE!

    RispondiElimina
  24. La frase finale la dice lunga sulla grinta che hai! E certo che te la meriti la felicita e DEVI assolutamente prendertela :)

    Il comandante era sempre in trasferta o in navigazione per i primi anni(quando è arrivato qui Ch aveva 3 anni e A. uno e mezzo)tornava a casa sì e no una volta al mese per il fine settimana, a volte mi pareva che la miriade di cose da fare mi assorbissero come un buco nero, allora mi fermavo un attimo e cercavo di ricaricare le energie e di vivere e non solo sopravvivere alla quotidianità.
    Ci vuole forza per crescere un bimbo da sola e tu al Topastro dai molto (e non parlo di cose materiali)e quindi: ti auguro tutta la felicità che il tuo cuore possa contenere!

    RispondiElimina
  25. Grazie Monica per il tuo commento! Si, a volte è difficile e si ha bisogno di ricaricare le batterie, hai proprio ragione! Anche io auguro a te tantissima felicità!

    RispondiElimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.