mercoledì 26 dicembre 2012

Presepi, febbre e passatelli

Domenica scorsa io e Topastro siamo andati a fare un altro giretto nel centro storico di Rimini per vedere il presepe vivente realizzato dalle scuole Karis. Molto bello. I bimbi erano diventati angioletti, tessitori di lana, panettieri, pastori, vasai, falegnami, venditori di frutta, pesce...
Topastro era un po' stanco, i giorni precedenti eravamo usciti a passeggiare e fare giri e pensavo che avesse semplicemente bisogno di riposare. Dopo aver fatto un giretto in mezzo alle bancarelle e visto gli animali ce ne siamo tornati verso il parcheggio dov'era l'auto. Sulla strada di casa ci siamo fermati a visitare un altro presepe che mi ero ripromessa di visitare perchè mi incuriosiva molto. 
Si tratta del presepe dei Salesiani "Dentro la Natività" e dopo averlo visitato ho capito il perchè di questo nome. Tranne pochi diorami arricchiti con luci, movimenti e acqua il resto delle scene è a dimensione reale e i visitatori, accompagnati da una guida, ripercorrono tutta la vita di Gesù. Passando da una stanza all'altra si possono vedere, toccare e ascoltare le scene principali della vita di Gesù, Giuseppe e Maria.
Mentre la guida racconta e spiega il significato di ogni scena, luogo e personaggio si viene trasportati nel deserto, dentro le piramidi, a Betlemme, ...passando da una stanza all'altra si possono osservare i personaggi, gli animali, ... Un presepe davvero particolare che vi consiglio di visitare. Cliccando il link poco più sopra potete visualizzare indirizzo e orari di apertura. Anche a Topastro è piaciuto molto questo presepe ma quando siamo arrivati a casa era davvero stanchissimo. 
Si è messo sul divano e dopo un paio di ore aveva 38,5 di temperatura. Sigh... Stare male nel periodo natalizio non è mica divertente, tra l'altro è pure la mia settimana di ferie. D'altra parte l'influenza quando arriva, arriva! Ci siamo consolati con apertura di regali, tortellini in brodo, panettone con la crema di mascarpone e passatelli. Avrei voluto passeggiare, visitare altri presepi e partecipare ad eventi vari e invece mi sono consolata pure io leggendo e cucinando.
Per la prima volta ho preparato i passatelli, di solito li compro, ed ho scoperto che sono davvero facili da preparare anche se devo perfezionare la consistenza. I passatelli, per chi non li conoscesse, sono un piatto tipico romagnolo a base di formaggio grana, uova e pane. In rete trovate tante ricette, (che variano soprattutto per le quantità prevalenti di pane o formaggio), io mi sono fatta dare la ricetta da un'amica.
La sua ricetta prevedeva 100 gr di formaggio grattugiato, (parmigiano), 200 gr di pane grattugiato, (pane comune bianco), e 4 uova. Abituata al sapore deciso di quelli che di solito acquisto mi sono sembrati poco saporiti e così il giorno dopo ho variato le dosi. Naturalmente ho preparato un impasto per due persone, io e Topastro, visto che era una prova e volevo farli di nuovo fino a trovare la ricetta perfetta per me: 50 gr. di pane grattugiato, 50 gr. di parmigiano grattugiato, 1 uovo, un pochino di noce moscata grattugiata e un pochino di scorza di limone grattugiata. Insomma gli ingredienti, tranne l'uovo, devono passare tutti dalla grattugia :-)
In una scodella ho messo l'uovo, la noce moscata e il limone ed ho aggiunto il pane e il parmigiano fino ad ottenere un composto molto sodo. Non ho utilizzato tutto il parmigiano e il pane che avevo preparato, quando l'impasto mi è sembrato della consistenza giusta ho evitato di aggiungere altro e ho continuato ad impastare per un pochino. Ho messo la mia pallina in uno schiacciapatate dai fori larghi, (una volta i passatelli si facevano con l'apposito ferro ma penso che oggi quasi tutti usino lo schiacciapatate). Ho schiacciato il mio impasto direttamente dentro a un tegame di brodo di carne bollente e ho fatto cuocere per circa 5 minuti. 
Il sapore era molto buono, direi quasi perfetto mentre la consistenza un pochino troppo morbida e la maggior parte dei passatelli, che mentre uscivano dallo schiacciapatate erano lunghi circa 10 centimentri, si è rotta cuocendo e lasciando come risultato dei passatelli molto corti. La prossima volta devo provare a fare un impasto un pochino più duro oppure ad utilizzare un uovo più grande. I passatelli, insieme ai cappelletti, lasagne e alcuni altri cibi, sono uno dei miei piatti preferiti e qui a Rimini fanno parte del menu della mensa scolastica. Buon appetito!
Qui trovate la ricetta di Krilù e alcuni consigli per evitare che i passatelli si rompano mentre cuociono: passatelli in brodo.
Per chi in questi giorni può uscire a passeggiare:
addobbi ponte Tiberio e presepi dal mondo
presepe di sabbia Torre Pedrera
eco Natale Santarcangelo
presepe animato Museo del Bottone
altri presepi Rimini e dintorni

25 commenti:

  1. Bellissimi i presepi da visitare. Qui ce ne sono un po' nelle varie chiese ma non sono cose importanti. L'unico che è degno di nota è quello dei frati. Lo conosco da 30 anni ed è sempre identico. Narra la storia di Gesù con una scenografia vivente (statuine che si muovono e camminano e sfondo che cambia)...La narrazione e la musica rendono molto in tutta la scenografia!
    Mi spiace per Topastro...ne ho sentito moltissime di mamme alle prese con le varie influenze in questi giorni. Per ora a casa ce la siamo scampata....mi aspetto qualche sorpresina a gennaio! Sigh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao BiancaneveRossa, a me piacciono molto i presepi tradizionali con le statuine che si muovono. Ricordo che da piccola ce n'era uno grande con il sole che sorgeva, poi arrivava il giorno, il tramonto, le stelle, i fiumi, il mulino con la ruota che girava e tutti i personaggi che lavoravano, il fuoco...
      In bocca al lupo per l'influenza, spero che da voi non arrivi!

      Elimina
  2. Ciao, noi siamo indietro con i Presepi e tutto il resto (anche con i cappelletti!!!!!)....la piccola ha preso la varicella 2 giorni prima delle vacanze!!!! :(
    Ora siamo qualche giorno in Friuli dai nonni paterni e oggi finalmente ho visto un presepe animato a Ronchi dei Legionari, ma piove quindi poche passeggiate natalizie!!!! Domani si torna e spero nelle prossime giornate di festa per recuperare!!!
    Un bacio a Topastro, spero si riprenda presto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Raffaella... che sfortuna la varicella! Anche qui brutto tempo. Ieri, Natale, c'era tanta nebbia e oggi piove. Buon rientro e buona guarigione alla tua piccola!

      Elimina
  3. Che peccato per un bimbo essere ammalato proprio nel giorno di Natale! ma passerà.
    I presepi sono sempre tutti belli da vedere, ma quello "dentro il presepe" deve essere proprio speciale.
    E brava Claudia che ha fatto pure i passatelli!!! visto com'è facile? e brava anche perché hai trovato da sola la dose giusta per renderli più saporiti (infatti il segreto è mettere esattamente la stessa quantità di parmigiano e pangrattato).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Krilù, speriamo che la febbre passi in fretta. Hai un trucco per i passatelli? Intendo per evitare che si rompano? I miei si sono rotti appena messi nel brodo bollente. Cosa posso fare per ottenere dei passatelli dalla consistenza soda e soprattutto che non si rompano?

      Elimina
    2. Tranquilla Claudia, dopo che li avrai fatti qualche volta ci prenderai la mano: può dipendere dalla consistenza dell'impasto e spesso può anche essere colpa del pangrattato se è fatto con pane condito. Non so se può esserti utile, ma magari puoi dare una sbirciatina a questo mio post sui passatelli .
      Sta meglio il tuo cucciolo?

      Elimina
    3. Grazie dei consigli Krilù! Anche io avevo pensato al tipo di pane grattugiato usato. Non avevo pane secco e così ho comprato quello grattugiato al supermercato. La prossima volta userò pane bianco comune grattugiato e ti saprò dire come vengono. Grazie per il link. Topastro non sta benissimo, oggi ha iniziato a prendere l'antibiotico quindi credo che domani inizierà a stare molto meglio.

      Elimina
    4. Letto il tuo post sui passatelli, ti ho anche lasciato un commento. Grazie per i suggerimenti, ho linkato il tuo post sotto la mia ricetta così chi passa di qui può fare un salto a leggere la tua ricetta :-)

      Elimina
  4. Un bacino a Topastro malatino :-) guarisci presto!
    E che buoni i passatelli! Io una volta li ho assaggiati da un'amica e li ricordo con piacere ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie maris, potresti provare anche tu a fare i passatelli, è una ricetta veloce e semplice

      Elimina
  5. Prima di tutto auguri! Anche qui Natale col febbrone, ma tutto sommato i regali hanno attutito gli effetti peggiori del malanno di stagione :)
    Poiché con l'influenza mio figlio diventa, se possibile, ancora più inappetente, domani proverò la tua ricetta dei passatelli perché mi sembrano buonissimi e ricchi di energia. Grazie per l'idea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marzia, anche voi febbre? Ma sai che tanti bimbi delle mie amiche stanno male? E' proprio periodo di influenza... Spero solo di non prenderla pure io! A chi lo dici... di solito Topastro quando sta male digiuna! Questa volta, stranamente, sta mangiando, anche se non tanto. I passatelli, se non si ha mal di pancia, penso siano un ottimo piatto nutriente e che rimette in forze. Buona guarigione al tuo bimbo!

      Elimina
  6. Allora è arrivato Natale, ma anche la febbre. Una accoppiata vincente si sta a casa e si fanno tanti lavori.
    Sto scherzando mi dispiace tanto ma le cose succedono e non si può fare nulla. La parola giusta è pazienza.
    Ieri pomeriggio e tutt' oggi ( anche sotto la pioggia ) tantissimi visitatori al Museo. Il presepe piace molto.
    Ora vi dico buon proseguimente di queste feste infinite, ma senza febbre.
    Un bacione affettuoso a tutti e due.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Giorgio: pazienza. E poi noi in casa ci inventiamo sempre tanti giochi e passatempi... Sono contenta che al Museo venga tanta gente e che il presepe sia apprezzato, io l'ho visto ed è proprio bello!

      Elimina
  7. Povero Topastro, molto triste ammalarsi durante le feste! Tanti auguri di pronta guarigione.
    Adoro i passatelli e prima o poi sperimenterò anch'io
    la mia ricetta romagnola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna abbiamo i regali di Natale da provare così il tempo passa più in fretta. Hai una ricetta diversa dei passatelli? Me la passi? :-)

      Elimina
  8. Buoni, devono essere proprio buoni i passatelli. Li voglio fare. Il mio bimbo e il tuo Topastro hanno avuto la stessa sorte in queste feste. In ogni modo spero si rifacciano nelle feste di fine anno. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche da voi febbre antonellaVi? Ma sono tutti malati i bimbi? A noi i passatelli piacciono tantissimo... provali! Buone feste

      Elimina
  9. Anche noi siamo stati al presepe vivente del paesello e ci siamo divertiti, Natale e santo Stefano sono passati lisci ma adesso anche il mio cucciolo è bello influenzato, io in questi tre giorni lavoro, per il resto pazienza... del resto avevamo previsto il ponte di Capodanno casalingo, ma anche qui c'erano delle belle iniziative che volevo cogliere e presepi da visitare... va beh Claudia, tanto noi anche in casa giochiamo ottime partite vero??? ;))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MissMeletta ma dai... pure da voi influenza? Anche a me sarebbe piaciuto visitare presepi, partecipare a letture, eventi... pazienza, pazienza, pazienza :-)
      E poi si, hai ragione, in casa troviamo mille cose da fare! Buone feste e buona guarigione!!

      Elimina
  10. Buoni i passatelli!!
    Li facciamo anche noi! Pensa che quando ho pensato al mio bloggino di prova volevo aprire il primo post con la ricetta dei passatelli!! Io li faccio anche in estate. Sanno di...infanzia!
    Un abbraccio e auguri per l'influenza (qui non si sta meglio...)
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero Monica?! E tu hai un segreto? Io li ho fatto nuovamente un paio di giorni fa ma continuano a rompersi mentre cuociono anche aggiungendo una manciata di farina... uff
      Topastro finalmente è guarito!

      Elimina
  11. Ciao Claudia, scusa il ritardo nella risposta, ma qui l'influenza ci ha distrutti...
    La mia ricetta (presa direttamente dal quaderno di ricette della mia mamma), è un po' diversa. Te la mando via mail.
    Baci,
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Monica, ricetta arrivata. Buona guarigione!

      Elimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.