venerdì 31 ottobre 2014

Venerdì del libro: Lo zaino di Emma

Cara Martina, sono una delle tante persone che seguono con piacere, da diverso tempo, la tua pagina facebook Emma's friends. Qualche settimana fa ho letto il post in cui annunciavi che era imminente l'uscita del libro che hai scritto e mi son detta: "sarà mio!"
Nel post c'era scritto: "Ora la palla passa a voi, perché un libro è un libro solo se qualcuno ci si specchia dentro."
Io penso che il tuo sia un libro con la "L" maiuscola perché io, nonostante non viva la disabilità in prima persona in questo libro mi ci sono specchiata tanto. Il libro è in circolazione da un mese ma io l'ho letto solamente 7 giorni fa dopo che Monica, (grazie), ha scritto una bellissima recensione che mi è stata segnalata da Caterina. Lo dico sempre che la rete è una bellissima cosa! 
Prima o poi lo avrei comprato ma Monica mi ha messo addosso tanta voglia di leggerlo e così, subito dopo aver letto la recensione, ho scaricato l'eBook che ho iniziato a leggere subito e terminato pochi giochi dopo.
Un libro che consiglio a tutti perché, come scriveva Monica, (che ha una figlia con allergie varie), settimana scorsa: "se state pensando che in quello zaino ci siano intolleranze alimentari e/o allergie alimentari con kit salvavita per affrontare gli imprevisti vi sbagliate; se pensate che ci sia il diabete tipo 1 e insulina, vi sbagliate; se pensate che vi sia l’autismo, la DSA, la SMA… vi sbagliate ancora. E allora cosa c’è?!? C’è la sindrome di Down che ho volutamente cancellato qua e là, perché in realtà ognuno di noi potrebbe metterci dentro il suo fardello"
Un libro in cui tutti i genitori possono ritrovare un pezzettino delle proprie emozioni, paure, ansie, ... Un libro in cui alcuni si specchieranno e ritroveranno i sentimenti che hanno dentro se stessi, tutti, altri ne troveranno solo alcuni.
Un libro che mi ha colpito profondamente per diversi motivi. Sapere di non essere l'unica persona al mondo a provare dei sentimenti particolare fa sentire meglio, non siamo soli e non siamo gli unici. 
Il primo, Martina, è il coraggio con cui hai messo a nudo tutti i tuoi più intimi pensieri regalandoli a tutti i lettori. A me piace scrivere e spesso racconto delle mie preoccupazioni, dei miei problemi... Quasi mai riesco a essere sincera al 100%, a confessare tutto quello che mi passa per la testa. Magari lo ammetto con me stessa, tra me e me, ma è raro che io racconti, a voce o tramite le parole scritte, tengo sempre qualche cosa per me, nascosto in fondo a mille pensieri. Il tuo libro mi è sembrato tanto sincero e tanto ricco di emozioni che a volte è difficile raccontare. Complimenti!
Il secondo motivo è l'argomento, un libro che mi piace perché il tema della disabilità non viene trattato spesso, tanti preferiscono non vedere, non sapere, non conoscere. Se non ti scontri con la disabilità in prima persona o perché qualcuno vicino a te la vive, non saprai mai nulla. Avrai paura di essa e vivrai credendo ai pregiudizi messi in giro da chi non ne sa niente. Ben venga quindi un libro che parla di disabilità ma soprattutto parla di una famiglia composta da una mamma, un papà e tre figli! Un libro vero, leggetelo, per imparare qualcosa di nuovo.
Il terzo motivo è che è scritto bene e io amo i libri scritti bene. Mi piacciono le storie ma sono una lettrice esigente e un libro deve essere di mio gusto anche per quanto riguarda lo stile di scrittura e questo libro è uno di quelli che posso definire "belli". Tanti brevi capitoli dedicati ad argomenti diversi, brevi spaccati di vita, alcuni divertenti, altri un pochino tristi e molti che fanno riflettere.
Non vi racconto altro del libro perché per saperne di più potete leggere una delle tante recensioni che sono state scritte da altri oppure visitare la pagina facebook di Martina: Emma's friends e il blog: IMPREVISTI.
Grazie Martina per aver scritto questo libro! Lo inserisco nella mia lista di libri che trattano i temi Diversità - Unicità

Questo post partecipa al venerdì del libro di HomeMadeMamma
Su questi siti e blog potete trovare recensioni sul libro "Lo zaino di Emma" e interviste a Martina Fuga.
d.repubblica.it
Fattore Famiglia
Invisibili Corriere della Sera
Mamma di Ludovica
mimangiolallergia
http://www.nostrofiglio.it
www.wakeupnews.eu

11 commenti:

  1. Ne avevo già sentito parlare, ma il tuo post mi ha fatto venire voglia di leggerlo subito!
    Grazie per la condivisione Claudia :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Murasaki, leggi e poi torna a dirmi se ti è piaciuto, se ti va.
      Buona giornata

      Elimina
  2. Non conoscevo questo libro e ti ringrazio di averne parlato perchè mi hai invogliato a cercarlo e leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daria è davvero un libro che vale la pena leggere

      Elimina
  3. grazie, mamma Claudia. Condivido tutto ciò che scrivi e bellissima è la tua lucida analisi.
    Io aggiungo un altro " Punto", che vale sicuramente solo per me. Nella mi vita c'è il mio piccolo E. Down. E autistico.
    Non mi sento di dire altro. Però grazie per questo libro. Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore per il tuo commento Emanuela!
      Felice giornata!

      Elimina
  4. ...avevo già in mente di comprare questo libro... lo farò al più presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania attendo la tua recensione :-)
      Se la scrivi mi mandi un messaggino? Mi farebbe piacere leggerla e siccome ultimamente non riesco a seguire tutti i blog...

      Elimina
  5. Io l'ho già scaricato, ancora non sono riuscita a leggerlo, ma conto di farlo presto e la tua recensione è davvero bellissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena sono sicura che piacerà molto anche a te :-)

      Elimina
  6. grazie mi ha incuriosito tanto la tua presentazione
    sarà un ottima lettura
    grazie Valeria

    RispondiElimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.