giovedì 4 marzo 2010

Bocce magiche

Oggi abbiamo rubato un'altra idea a Paola: le bocce magiche. Nei giorni scorsi pareva che la primavera proprio arrivata: aria tiepida, sole e cinguettio di uccellino. Era solo il preavviso e da due giorni è più freddo e piove. Così abbiamo trascorso un altro pomeriggio in casa. Oggi ci siamo dedicati alla costruzione di due bocce magiche. Abbiamo recuperato due contenitori di plastica trasparente con il tappo che contenevano bagnoschiuma e diversi oggettini: brillantini, cannucce, perline, stoffa, posate in miniatura, pupazzetti trovati nei famosi ovetti di cioccolato e altre piccole cose. Abbiamo riempito uno dei contenitori con una piantina di plastica arrivata da non so dove, forse insieme ad alcuni animaletti. Insieme alla piantina il Topastro ha messo brillantini color oro, pezzetti di cannucce, un pupazzetto blu, perline, cuoricini rossi, ritagli di una stoffa a rete color oro, striscioline di pile arancione, bottoncini di metallo... insomma un vero e proprio miscuglio! Mi sa che abbiamo esagerato, nel contenitore sono finiti talmente tanti oggetti che il Topo si diverte a cercare di individuare il pupazzetto blu ma non sempre lo trova.
L'altra bottiglietta di plastica è stata riempita più o meno allo stesso modo con l'aggiunta di una forchettina, un cucchiaino e un coltellino di plastica. Abbiamo aggiunto l'acqua e ho sigillato i tappi con un po' di colla. Al Topo sono piaciute parecchio le sue bocce magiche, nel pomeriggio le ha anche cotte nel forno della sua mini cucina perchè secondo lui erano crude. Verso sera ho anche preparato, con l'aiuto del Topastro, una piccola tabella con le regole. In questi giorni il piccoletto non si sta comportando benissimo all'asilo. Oggi la maestra mi ha detto che ultimamente è un po' eccitato e oggi in particolar modo prendeva di continuo i giochi che stava usando un altro bimbo poco più grande di lui e ogni volta litigavano e si davano le spinte. Mentre lo vestivo per portarlo a casa ha lanciato una pallina in fronte ad un altra bimba e non ha voluto neppure chiederle scusa nè darle un bacino. Pochi giorni stessa scena, ha lanciato un'altra pallina e per fortuna ha mancato il bimbo a cui aveva mirato e poco prima aveva dato una spinta ad un bimbo più piccolo di lui e una alla maestra. A me non piace che il Topastro picchi gli altri bimbi, mi pare proprio una cosa brutta. Oltrettutto lui è un bimbo buono e affettuoso e a casa non è così agitato, tranne qualche eccezione, boh.. Magari si è trattato di una coincidenza, una settimana un po' così.
Comunque, visto che era da un pochino di tempo che pensavo di farlo, ho deciso di appendere alla porta una tabella con le regole principali che vorrei fossero rispettate: si da la mano a mamma o papà quando si è fuori casa, non si picchia, si mangia composti e non si gioca con il cibo, si mettono in ordine i giochi e non si va in giro da soli nei negozi o centro commerciale. Ho spiegato al Topo che avrei disegnato delle faccine tristi qualora una regola fosse stata infranta e che lui avrebbe potuto disegnare insieme a me le faccine sorridenti per le regole rispettate. Al Topo piace molto disegnare, soprattutto sui fogli della mamma, disegnare la faccina sorridente è un piccolo premio. Il nostro cartellone è una via di mezzo tra un elenco di regole e una tabella dei rinforzi. Ho messo la faccina triste sulla riga "non si picchia" e dopo un po' il Topastro, mentre non guardavo, ha preso una penna e ha disegnato linee e cerchi sulla mia tabella. Forse voleva aggiungere altre regole :-)
Prima di andare a dormire è stato bravissimo: gli ho chiesto di aiutarmi a mettere in ordine i giocattoli che aveva usato e lasciato in giro per tutto il salotto e in quanttro e quattr'otto ha fatto sparire ogni cosa. Abbiamo disegnato insieme una faccina sorridente sulla riga con il disegno dei giocattoli in ordine e poi siamo andati a leggere un libro a sua scelta. Ha voluto leggere "A spasso con il mostro", (Gruffalò), che due sere fa non aveva apprezzato molto...
06/03/2010: aggiornamento bocce magiche. Questa mattina ne abbiamo preparata una con 3/4 di acqua e 1/4 di olio di semi, è bellissima! Si formano le bolle se la si scuote e gli oggetti che abbiamo messo dentro galleggiano in maniera diversa :-)

7 commenti:

  1. Il metodo dei cartelli penso che sia una cosa molto intelligente l'ho visto nella trasmissione s.o.s. tata e secondo me il fatto di vedere delle immagini come regole li aiuta a comportarsi bene peccato che ancora i miei twins siano piccoli ma credo che entro l'estate iniziero a pensare bene a dove attaccarli.....le due bocce magiche sono bellissime

    RispondiElimina
  2. Ma che belle queste idee creative che realizzate tu e topastro... penso che appena Pietro sarà un po' più grandino il tuo blog mi sarà davvero utile e d'esempio!!! Anch'io ho visto il metodo cartello delle regole nella trasmissione sos tata e mi sembra ottimo, tienici aggiornate sui risultati mi raccomando!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Claudia, scusa ma ho commentato varie volte ma devo avere qualche problema perchè non appaiono. Mi dispiace! Provo anche questa volta vediamo.....

    RispondiElimina
  4. Ciao Robertina, grazie di avermi lasciato un saluto :-)
    Anche a me è capitato di lasciare commenti in qualche blog e di non vederli apparire...mah!

    RispondiElimina
  5. Mi sembra impossibile di immaginare il Topastro "agitato", mi pare un tale coccolone! Comunque anche Orli è, all'inverso, un po' così: ci picchia e sbatte tutto a casa, spesso, mentre all'asilo va sempre tutto liscio. Penso che siano fasi in cui scoprono lati del loro carattere che devono pian piano imparare a controllare. Spero almeno che da grande vada a fare il batterista per una band famosa!!! :-) Complimenti per la bottiglietta, sai che mi hai dato una bella idea per un gioco nuovo mentre facciamo il bagnetto? Ero un po' a corto...

    RispondiElimina
  6. Ciao Claudia, ora sembra che i miei commenti riescano ad arrivare, quindi volevo ringraziarti per essere diventata mia sostenitrice, un grazie di cuore, spero ora di riuscirti a commentare sempre, uffa!!! A presto

    RispondiElimina
  7. @silvia: penso anche io che sia una fase e che passerà presto, oppure si è trattato solo di qualche giornata in cui era più nervoso, capita anche a noi adulti! Oggi è uscito dal nido e mi ha detto: oggi fatto bravo. :-)
    @Robertina: :-) grazie a te!

    RispondiElimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.