lunedì 3 gennaio 2011

Sfoglia lorda e pandoro con crema al mascarpone

Ultimamente trascorro parecchio tempo in cucina. Non ho mai amato cucinare e tranne alcuni piatti che mi vengono abbastanza bene, si contano sulle dita di una mano, sono un disastro. Sarà che Topastro a metà ottobre ha dovuto seguire una dieta priva di diversi ingredienti, sarà che in questo periodo devo evitare spese superflue, insomma ho imparato a fare muffin, biscotti speziati, piada e cassoni... Prima di Natale ho anche provato a fare i quadrettini all'uovo ma non ho lasciato asciugare la sfoglia e ho creato i cubetti all'uovo, (riporto il fatto per chi dice che a me viene sempre tutto bene...)
Il 31 dicembre ero ispiratissima e ho deciso di provare a fare la sfoglia lorda che non conoscevo affatto, l'ho vista fare recentemente in una puntata de La Vespa Teresa. La sfojia lorda, o spoja lorda, che credo sia originaria di Brisighella è una pasta sporca. Sporca perchè ha pochissimo ripieno, praticamente la sfoglia viene appena sporcata da un ripieno di formaggio o di carne.
Ho usato 200 gr di farina "00" e 2 uova. Ho impastato aggiungendo un pizzico di sale e ho tirato la sfoglia con il mattarello, (una fatica... io non sono abituata). La sfoglia non era sottilissima nè rotonda ma...
Per il ripieno ho grattugiato del grana padano a cui ho aggiunto un uovo e un pizzico di sale, (la ricotta e la noce moscata non le avevo in casa). Non ho pesato il grana, quindi non so quanto ne ho messo... Il contenitore per grattugia era quasi pieno. Ho spalmato il ripieno su metà della sfoglia e poi ho messo sopra la parte pulita. Con il mattarello ho schiacciato un pochino la sfoglia ripiena e poi... mi sono accorta che non avevo la rotella!!! Topastro mi ha prestato quella per la pasta modellabile :-)
Ho creato dei tagli in orizzontale e poi in verticale ottenendo dei quadrati ripieni dai bordi ondulati. Non so se il mio ripieno era troppo molliccio, comunque alcuni quadrati sono rimasti attaccati al tagliere e io li ho staccati piano piano senza romperli. Pensavo che i miei quadrati si sarebbero aperti tutti durante la cottura e che il ripieno si fosse mescolato al brodo invece sono rimasti tutti chiusi!
Ed erano anche buoni! Cotti in un brodo di carne mista. Anche a Topastro sono piaciuti molto dopo aver tentennato un po' per assaggiarli. Ne ha mangiato un piatto pieno cercando di capire che forma avesse ogni quadretto: nuvola, elefante, cane, orso...
Dopo la sfoglia lorda ho deciso di preparare anche il dolce. Avevo un pandoro e non avevo mai provato a fare la crema di mascarpone, che è davvero facilissima. Io l'ho preparata con due uova, 250 gr di mascarpone, 80 gr di zucchero e cioccolato al latte tagliato a pezzettini. Ho montato a neve gli albumi con lo zucchero e poi ho aggiunto i tuorli e il mascarpone. Infine un bel quadretto di cioccolato al latte tagliato a pezzettini piccoli, (a me il cioccolato fondente non piace, ma probabilmente sarebbe stato migliore per questa ricetta).
Ho tagliato alcune fette di pandoro e le ho messe in una terrina di vetro a strati alternando con la crema di mascarpone.
In frigorifero per alcune ore e poi ce lo siamo mangiato :-) BUONISSIMO! Anche se di zucchero ne sarebbe bastato meno. Il pandoro non era tanto bagnato, non come lo sono i biscotti del tiramisù, anche perchè non ho messo caffè o liquore, ma era buonissimo ugualmente! Ve lo assicuro! 
Questa è stata la cena mia e di Topastro del 31 dicembre. Niente secondo, noi mangiamo sempre solamente il primo oppure il secondo, quasi mai tutti e due nello stesso pasto.
La sfoglia lorda è da provare! Abbastanza veloce da preparare, buona e genuina perchè fatta in casa. E se sono riuscita a farla io, sicuro possono farla tutti! La prossima volta voglio farla con ripieno di ricotta e parmigiano.

14 commenti:

  1. ecco, adesso ho voglia di sfoglia lorda... devo assolutamente provare a farla.
    grazie per la ricetta.

    RispondiElimina
  2. Bell'idea la sfoglia. Non la conoscevo e devo dire che mi ispira molto... grazie.

    RispondiElimina
  3. che carini che siete .....allora io nn sono per niente rava in cucina,pero queste idee mi sembrano facili....l altra volta abbiamo provato a fare 1 torta assieme a dalila ,e lei si è davvero divertita.....
    grazie per le tante idee che ci dai....sono manuela

    RispondiElimina
  4. mmm...da provare,dev'essere proprio squisita!

    RispondiElimina
  5. l'altro giorno mi avanzava un pandoro e l'ho ricoperto di cioccolata sciolta con la panna è venuto davvero buono, non avevo pensato che adesso non mi toccava più pulire la finestra grazie per la dritta ;-)

    RispondiElimina
  6. Ecco anch'io il 31 ho fatto la crema al mascarpone per farcire il pandoro...e di zucchero ne avevo messo due cucchiai ma il mascarpone è davvero dolce...e siccome non sono amante dello sdolcinato ho aggiunto 3 cucchiai di cacao amaro in polvere...così la crema è venuta dolce ma nemmeno troppo...e da lontano sembrava una mousse al cioccolato (che male non fa!) :)

    RispondiElimina
  7. @Claudia-cipi: se provi a farla, fammi sapere se viene buona! Io devo procurarmi una rotella vera, di quelle di metallo.
    @manuela: il mio Topastro adora cucinare, insomma: pasticciare in cucina!
    @supermamma: cioccolata con la panna???? Lo voglio anche io! Non so a te, ma a me non piace per niente pulire i vetri.
    @silbietta: la prossima volta proverò anche io. Cacao amaro e pochissimo zucchero.

    RispondiElimina
  8. ci provo sicurmanete a fare questa pasta e ti facciamo sapere com'è andata :) anche a Flavio piace cucinare ma non so perchè non gli piace tanto avere le mani sporcate di pasta, di impasto etc., ci ho provato con tutto ma i risultati sono così, quest'estate ha giocato di piu' con la sabbia (prima non voleva!), pazienza,
    Bravissimo Topastro a mangiare tutta la pappa!

    RispondiElimina
  9. Che buone queste tue ricette rivisitate!!
    da acqquolina in bocca.
    E poi complimenti per la pasta: io non son mica capace di spianarla così bene!!!

    RispondiElimina
  10. @Flawia: anche Topastro ha passato un periodo in cui non voleva sporcarsi le mani. All'asilo non usava i colori a dita, a casa non impastava acqua e farina. Poi il periodo è passato... ora fa dei disastri :-)
    @Sandra: dici così perchè la mia sfoglia non si vede bene, eh eh. Non era tanto sotttile e neppure rotonda. Ma il sapore era buono :-)

    RispondiElimina
  11. Bravissima, Claudia! Per fare la sfoglia ci vuole un certo impegno o almeno, parlo per me, una preparazione psicologica...Per fortuna che Topastro ti ha prestato la sua rotella per tagliare la "pasta ripiena"(io la chiamo così)! Se vuoi proprio strafare, oltre la rotella, puoi comprare anche uno di quei mattarelli con i quadratini...non so se l'hai presente, io lo trovo utile. Ciao!

    RispondiElimina
  12. @Ninfa: hai regione, per fare la sfoglia bisogna essere ispirati e non so quante altre volte la farò. Penso poche :-)
    Ho capito di che mattarello parli, ma credo che per ora mi accontenterò di una rotella. Se poi dovessi iniziare a fare la sfoglia spesso... ma non penso, eh eh!

    RispondiElimina
  13. sei molto tenera con il tuo piccolo in questo blog! La ricetta del pandoro mi sta tentando da giorni, ne avevo in mente una simile! E mi sa che tra poco la sperimenterò! Ciao, a presto!

    RispondiElimina
  14. Grazie ricetteleggere! Se è una ricetta golosa la provo anche io, ho ancora un pezzo di pandoro :-)

    RispondiElimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.