martedì 20 agosto 2013

Ancora mare, mare, mare...

Anche se oggi piove vi racconto del mare dove io e Samuele abbiamo trascorso le ultime settimane insieme a parenti ed amici. Naturalmente il mare a Viserba dove l'acqua è molto bassa ma anche pulita e piena di turisti. Perfetta per i giochi dei bambini. 
Al mare si possono fare tante cose. Samuele si diverte tantissimo a scavare buche profonde, saltare le onde e fare travasi con ciotole e piccoli contenitori. Si arrampica sulla casetta, dondola sull'altalena e talvolta si lancia nei balli insieme agli altri bimbi. Certe volte fa anche arrabbiare, ieri ultimo giorno di punizione dopo 7 giorni senza televisione e costruzioni. 
Dopo la burrasca in mare del 14 agosto e tempesta di sabbia sulla spiaggia, sono arrivate tantissime meduse, (Cotylorhiza tuberculata), esseri strani di colore giallino con tentacoli ricoperti di puntini blu/viola. Davvero stranissime, io non le avevo mai viste. Gelatinose e con tanti bottoni viola sui tentacoli.
Non sono riuscita a fotografarle bene in acqua perchè tutti i turisti facevano a gara per raccoglierle con retini e secchielli per poi buttarle sulla sabbia. Questi strani esseri che popolano il nostro loro mare sono quasi del tutto innocui e dopo la tempesta in mare hanno perso le forze, forse l'orientamento... e sono state trascinate a riva della corrente. 
Spesso ci dimentichiamo che l'ambiente in cui viviamo è popolato da tanti esseri viventi e spesso noi invadiamo lo spazio di qualcun altro. Anche i gabbiani approfittano dei momenti in cui i bagnanti vanno a pranzare per riprendere possesso del loro ambiente naturale. 
Forse potremmo cercare di essere più gentili con l'ambiente e con i diversi abitanti di terra e mare. A volte basta davvero poco... in queste settimane in mare e lungo la battigia ho visto oggetti di ogni tipo: cannucce di plastica, tappi, tantissimi mozziconi di sigaretta, sacchetti di plastica e altro ancora! Basterebbe utilizzare i cestini per la raccolta dei rifiuti
Quindi: relax e divertimento sì, ma non dimentichiamoci delle piccole regole di buona educazione e civiltà. I bagnini? Loro in questo periodo sono impegnatissimi e sempre al lavoro per offrire ai turisti servizi ad ogni ora del giorno e della sera. Perchè qui in Romagna il mare non è solo ombrellone e lettino ma anche giochi, balli, merende con piadina e cioccolato per i bambini, tornei di biglie, bocce, carte, beach volley, karaoke... 
E la sera: feste con pesce, piadina, vino, musica, cinema in spiaggia e a volte lancio di lanterne. Speriamo che l'estate non finisca troppo presto perchè io ho ancora voglia di passeggiate in riva al mare e quest'anno siamo anche leggermente abbronzati nonostante la nostra carnagione chiara chiara.
Spero che anche voi abbiate potuto trascorrere qualche giorno di vacanza al mare o al lago, oppure in montagna.. Io e Topastro ci siamo concessi solo un giorno di riposo ma a settembre spero di rimediare e staccare almeno 7 giorni da tutto :-)
Le immagini, come sempre, sono state scattate, quasi tutte, al Bagno Egisto 38. Un grazie speciale a tutti i parenti e persone con cui abbiamo trascorso delle belle giornate e serate. 
Io e Samuele ci siamo divertiti molto e siamo stati tanto bene in vostra compagnia, davvero un peccato abitare così lontano! Spero che le immagini, che qui non pubblico per rispetto della privacy mantengano vivo il ricordo della vacanza al mare!

12 commenti:

  1. Le vostre giornate al mare, non solo. Viene fuori uno spaccato della Romagna ed il modo di come noi Romagnoli intendiamo l' accoglienza degli innumerevoli turisti che raggiungono sulla nosta riviera. Non sono polli da spennare ma perone a cui dare tutta la nostra ospitalità e fare in modo che la nostra riviera sia un ricordo stupendo ed avere voglia di ritornarci ogni volta che che si ha del tempo a disposizione. Complimenti Claudia sempre grande e speciale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, la nostra cara Romagna. Io amo vivere qui :-)

      Elimina
    2. Grande terra la Romagna, un posto dove ci si sente davvero a casa. L'accoglienza è sempre piacevole e ci si sente speciali. Ospiti, non clienti. Giorgio e Claudia rappresentate al meglio il calore e la veracità della vs terra

      Elimina
    3. Grazie Serenamanontroppo, sei molto gentile :-)

      Elimina
  2. Che bello, sono felice per le belle giornate che avete trascorso (anche se Samuele ogni tanto fa il monello!).
    Ma che strane quelle meduse!!! Certo che la fauna marina è davvero particolarissima a volte :-)
    Ciao, un grosso bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Samuele è un bimbo tosto, se capiterà magari racconterò cosa ha combinato questa volta. L'ha fatta grossa il monello!
      Si quelle meduse sono davvero strane, io non le avevo mai viste e all'inizio mi facevano davvero paura ma quando ho scoperto che sono innocue mi è pure dispiaciuto vederle buttare a riva

      Elimina
  3. Sicuramente ci vorrebbe più rispetto per tutto! E ricordare più spesso che questo pianeta non è abitato solo dall'uomo forse farebbe ragionare un po' di più chissà...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già.. il rispetto. Purtroppo troppo spesso non c'è :-(

      Elimina
  4. Ciao. per il sesto anno consecutivo siamo a cesenatico x trascorrere delle serene vacanze a misura di bambino! ci siamo sempre trovati benissimo e anche questa anno siamo contenti! fortunati voi che abitate qui!! purtroppo sabato è già ora di rientrare per noi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si MammaPig noi siamo super fortunati! Sono davvero contenta che vi piaccia la Romagna e la consideriate a misura di bambino!

      Elimina
  5. Hai scritto proprio delle belle parole, cara Claudia! Anche a me quelle meduse hanno fatto impressione, però ho preferito uscire io dal mare e mi è dispiaciuto vedere tanti bagnanti con secchielli e retini... Di sicuro se creature così strane e insolite vengono così a riva è per colpa nostra, perchè abbiamo modificato il clima e il loro habitat naturale! Insomma pensiamoci su!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Danda! Nel caso di queste meduse e di questo episodio non è colpa dell'uomo ma della burrasca. Sicuramente le meduse sarebbero morte tutte nelle acque basse vicino alla battigia ma forse non tutte, non lo so... Insomma anche a me è dispiaciuto vedere i turisti a caccia di meduse, non facevano del male a nessuno. Nel caso dei rifiuti... so che tu sei molto impegnata in questo campo, credo che tutti noi potremmo pensare prima di gettare in terra i mozziconi di sigaretta, involucri di merendine o gelati, cannucce, bicchieri e bottiglie di plastica, sacchetti... la nostra terra non è un cassonetto per rifiuti :-(

      Elimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.