sabato 23 gennaio 2016

Diritti

Che tristezza, (rabbia e pure un po' di vergogna), svegliarsi e vedere le foto del Pirellone. Sarà colpa del mal di testa, denti, orecchio e nausea che mi hanno svegliato? Magari più tardi mi passa ma in questo momento mi sento davvero avvilita, vedo tutto nero. Avvilita perché in questo Paese c'è gente che combatte contro i diritti che altre persone vogliono vedere riconosciuti. Cosa può accadere a me, a te, a voi, se domani due uomini o due donne potranno sposarsi e crescere dei bambini in una famiglia in cui è presente la cosa più importante ovvero l'amore? Il volere per il proprio compagno o la propria compagna il meglio, il volerlo vedere felice e realizzato? Avere il desiderio di condividere questo amore con uno o più bambini... A voi quali diritti vengono cancellati se accadrà tutto ciò? Che cosa vi infastidisce? Il fatto che non si tratta di famiglie tradizionali? Viviamo nel 2016 e tante cose son cambiate dall'anno 1000. Ciò che era tradizionale anche solo 100 anni fa oggi è roba obsoleta. Esiste il progresso, tutto evolve e se ci son cose che possono migliorare la vita di qualcuno è giusto riconoscerle. Faccio una cosa: questo mio pensiero lo metto sul blog, così tutti possono leggerlo e sapere cosa penso riguardo ai diritti delle coppie omosessuali! Di solito non sono così diretta, non mi piace schierarmi da una parte o dall'altra ma in questo caso lo faccio, credo fermamente che sia importantissimo riconoscere il diritto alla famiglia a tutti!
Se avete tempo e voglia di approfondire leggere qualcuno dei seguenti articoli:

SALT EDITION - Claudio Rossi Marcelli – We are a family
http://www.salteditions.it/claudio-rossi-marcelli-we-are-a-family/
 


VANITYFAIR.it - Pregare contro il ddl Cirinnà, ma scherziamo?
http://www.vanityfair.it/news/mondo/16/01/16/unioni-civili-cattolici-ddl-cirinna

Nessun commento:

Posta un commento

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.