sabato 18 dicembre 2010

Natale si avvicina

...e io, come quasi tutti gli anni, devo finire di comprare i regali. Ogni anno prometto a me stessa di fare tutto con calma, di iniziare a cercare i regali almeno un mese prima di Natale, ma non c'è niente da fare, in ritardo anche quest'anno! Inoltre l'abbondante neve ha influito sulle uscite da casa, per non parlare del mio tempo. Da quando lavoro dalle 8.30 alle 15.30 non ho più tempo di fare niente! Io che adoro giocare, creare con il cartone e la plastica, andare a spasso con il mio bimbo... Sigh! Vorrei proprio avere più tempo da dedicare alle cose che mi piacciono. Anche per i blog ho meno tempo. Mi piace molto leggere i post dei blog che seguo ma spesso non ho tempo di lasciare un commento :-(
Non ho avuto tempo di preparare il calendario dell'Avvento e non ho potuto creare con le mie mani tutti i regalini per cui avevo un progetto. In questi giorni sono stata contenta che la neve neve mi abbia obbligato a rallentare. Non sono andata al lavoro per due giorni, Topastro è rimasto a casa con me mercoledì e giovedì e siamo andati a giocare sulla neve. Però avrei anche voluto uscire per andare a cercare qualche regalo carino per le persone a me care. Da una parte ero felice che la neve ci avesse costretto a casa e dall'altra volevo che sparisse per tornare a fare le cose di tutti i giorni. Lo so, non sono mai contenta.
Comunque in questi giorni siamo riusciti ugualmente a fare tante cose. Scorta di tortellini e raviolini da Roberto, il nostro rivenditore ufficiale di pasta fresca. 
Giovedì pomeriggio sono andata dal parrucchiere, a piedi, sotto la neve che cadeva in abbondanza. Zia Anto ha fatto la baby sitter al Topo e mi ha pulito il piano cottura, lavato i piatti, piegato i panni che ha trovato in giro, grazie!!!!!
Venerdì la nostra vicina di casa, molto gentile, si è occupata di Topastro e io sono andata in ufficio. Alle 13.00 sono uscita e nel giro di due ore sono riuscita a recuperare un po' del tempo perduto per la neve. In un negozio vicino all'ufficio ho comprato mutande e un pigiama per me, (le mutande mi servivano proprio!). Al centro commerciale di Rimini Sud ho preso dei regali per i bimbi, il latte, magliette e pantaloni per Topastro. In un negozio vicino alla stazione ho comprato il cellulare nuovo. Quello che avevo da più di due anni era ormai da rottamare, caduto infinite volte, mancante di un pezzettino della cover. Dopo l'ultima caduta credo si sia staccato anche un pezzettino all'interno perchè bastava muoverlo un pochino e sembrava di avere in mano un sonaglio per bambini. Inoltre durante le conversazioni ogni tanto diventava muto e bisognava dargli una pacca per far tornare il volume :-)
Rientrata a casa carica di buste sono andata a ritirare il Topastro e insieme siamo andati al centro commerciale a Rimini Nord perchè volevo prendere un giocattolo che era in offerta. Il Topo si è addormentato in auto e quindi ho potuto girare con calma alla ricerca di altri regali mentre lui dormiva nel passeggino. Il giocattolo che volevo acquistare era terminato ma ho trovato altre cose carine, carta da regalo, il regalo per il cuginetto!
Quando siamo usciti dal centro commerciale Topastro si stava svegliando e dal cielo scendeva tantissima neve. Siamo corsi in auto e piano piano ci siamo diretti verso casa. Uno spettacolo unico e irripetibile, che solo la natura può mettere in scena. Era buio ma il cielo era un po' chiaro e fiocchi di ogni tipo ci venivano incontro volteggiando. Fiocchi piccoli che sembravano puntini luminosi e fiocchi grandi che si appiccicavano sul parabrezza prima di essere spazzati via. Vicino ai lampioni e alle luci delle auto lo spettacolo era ancora più bello, i fiocchi candidi sembravano luminosi. Non sarei mai uscita con l'auto di sera durante una forte nevicata, ci siamo trovati in mezzo a questo spettacolo per puro caso ed è stato davvero bello.
Noi abbiamo canticchiato le canzoni del nostro cd mentre, a 30 km/h percorrevamo la strada statale verso casa.
"E nel silenzio segreto della stanza, improvvisava i passi di una danza.
Danza gira vola danza e ride, nella mente suona la sua melodia.
Danza saltando vola e danza lieve, sulle note mute della fantasia".
La neve danzava davvero! Per noi! Il cielo sembrava infinito, guardavi in alto e sembrava tanto tanto profondo, con tanti piccoli puntini bianchi che volteggiavano su di noi.
Sabato mattina, mentre terminavo di cucire gli orli al vestito da angioletto per il Presepe Vivente ho saputo che le bancarelle non ci sarebbero state a causa del freddo e della neve. Che peccato, ci tenevo parecchio a portare il Topastro a vedere i bimbi grandi dell'asilo vestiti da fruttivendoli, panettieri e pescatori fingere di vendere la loro mercanzia. Sarà per il prossimo anno! Comunque oggi a Rimini splende il sole!
L'orsetto verde è arrivato per posta, in un pacchettino confezionato con carta marrone e carta velina bianca. Sandra... grazie!!! Sei stata davvero gentilissima!

10 commenti:

  1. ahi, ahi
    un'esperta come te che compra tortellini...ma dai mi deludi...dovresti saperli fare a occhi chiusi...ahi ahi
    Comunque smack!

    RispondiElimina
  2. Che bel racconto Claudia! C'è magia nelle tue parole. La narrazione inizia frenetica , in
    sintonia con la vorticosa tua quotidianità. Poi man mano rallenta e diventa poetica.
    Son contenta che sia arrivato il mio biglietto ciccioso.
    Buon Natale.

    RispondiElimina
  3. @antonietta: in cucina non sono brava per niente!!! So fare la pizza, il pasticcio di patate... ho imparato da poco a fare la piadina e i muffin ma non è sicuramente il mio campo. Sono più brava con carta, colori, stoffa...
    @Sandra: hai ragione, ma è proprio così! Corro corro tutti i giorni, certe volte sono costretta a rallentare, e anche se non l'ho scelto io, è stato bello fare le cose con più calma e ammirare la neve!

    RispondiElimina
  4. Samu ha dormito più di un'ora, mi annoiavo senza far niente. Ciao! "Zia Anto"

    RispondiElimina
  5. io odio lo shopping natalizio! credevo di essermi anticipata per bene invece escono solo regali che non avevo preventivato :-( un distastro sia sul piano economico che logistico i negozi in questi giorni sono da pazzi:-S

    RispondiElimina
  6. Proprio perchè so di arrivare sempre in ritardo, inizio a novembre a pensare ai regalini. A dir il vero, se faccio qualche "viaggetto" e trovo qualcosa di carino lo prendo anche ad agosto. :)
    Mi ha incuriosita il fatto che i bambini gandi all'asilo fanno i mercanti, mi daresti qualche dritta in più per capire meglio. E' un'attività che vorrei fare anche nella mia scuola.
    Grazie

    RispondiElimina
  7. ..bene..mia cara...remiamo nelle stessa direzione io e te.....anche io ogni anno dico che per i regali parto prima....e poi........sigh e sob....devo praticamente prenderli tutti....domani ..forse provvederò...chissàà..ti saprò dire...
    Ahhh...ecco le mutende...anche io devo comprarle....baci

    RispondiElimina
  8. @supermamma: anche a me non piace assolutamente fare acquisti nel periodo natalizio. Prezzi alti e una folla di gente che si avventa sugli scaffali :-(
    @Annaira: sei bravissima, io ogni anno me lo ripeto ma poi non riesco a rispettare i tempi! Certo che posso darti altre informazioni sul presepe vivente. Mi mandi la tua mail? Non l'ho trovata sul tuo blog. Sarebbe troppo lungo da scrivere qui.
    @mariuccia: mi fai sentire meglio! Perchè io sono seria quando prometto a me stessa: il prossimo anno cominicio a novembre! E poi va sempre a finire che faccio acquisti anche la vigilia...

    RispondiElimina
  9. che bel racconto pieno di calore

    RispondiElimina
  10. vero, hai rinchiuso in questo racconto le avventure di tante mamme, i pensieri volanti e le offerte da prendere al volo :)

    RispondiElimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.