mercoledì 16 febbraio 2011

Bastone della pioggia fai da te

Io e Topastro avevamo già costruito un bastone della pioggia lo scorso anno ma in questi giorni il mio bimbo ne ha chiesto uno piccolo e l'ho accontentato con piacere! Invece che utilizzare diversi rotoli di cartone leggero abbiamo usato un rotolo di spessore molto grosso, quello su cui era avvolta la pellicola trasparente per uso alimentare.
Topastro mi ha passato tutti i chiodi che io ho infilato nel cartone con l'aiuto del martello. Ho disposto i chiodi a spirale, girando attorno al rotolo. Ho ritagliato due dischetti di cartoncino e ne abbiamo fissato uno all'estremità del rotolo. Abbiamo preso del riso, (all'interno del vecchio bastone c'erano legumi secchi), e Topastro lo ha messo all'interno del rotolo. Ho chiuso l'altra estremità del rotolo con il secondo dischetto e io e Topastro lo abbiamo fissato con il nastro adesivo solo dopo aver fatto diverse prove: con tanto riso, poco riso... Quando il suono emesso dal nostro bastone della pioggia ci è sembrato perfetto, abbiamo sigillato entrambe le estremità.
Ho aggiunto altri chiodi qua e là e poi ho avvolto il rotolo in un foglio di carta abbastanza spesso per evitare che qualche chiodino potesse uscire, cosa comunque difficile perchè il rotolo è di uno spessore molto grosso e neppure battendolo forte su un tavolo o sul pavimento si riesce a piegare . Ero indecisa se ricoprire il bastone con carta di giornale e colla vinilica e poi colorarlo oppure usare la tecnica delle scorso anno: tessuto. Ho fatto scegliere al Topastro e lui ha optato per un pezzo di stoffa color oro. 
Ho avvolto il tessuto semi trasparente al nostro bastone e ho cucito lungo tutto il tubo e alle due estremità in modo che il tessuto non si potesse più rimuovere.
Ed eccolo qui il nostro mini bastone della pioggia che emette un suono abbastanza simile alla pioggerellina di Nuvola Olga :-)

...tre post dedicati al bastone della pioggia fai da te in tre giorni! Confermo e vi assicuro che non ci siamo accordate io, mammasorriso e mammaGiochiamo?. Stavamo realizzando lo stesso oggetto senza saperlo :-)
Ecco gli altri due bastoni della pioggia:
A proposito, su Bravi Bimbi potete leggere la mia intervista.
E anche supermamma mi ha fatto alcune domande.

18 commenti:

  1. Che bello il bastone della pioggia dorato!
    Tanti (ma tanti) anni fa ne avevamo uno anche noi, fatto da John nella scuola materna (come il tuo, con il riso). Mi piaceva tanto il rumore che faceva!

    RispondiElimina
  2. Temo che il piccoletto di casa lo userebbe per "combattere", come dice lui... E finirebbe in testa a sua sorella... Meglio evitare bastoni in casa mia ma l'idea è davvero ottima!

    RispondiElimina
  3. Io adoro il bastone della pioggia! Proveremo senz'altro a farlo!!!

    RispondiElimina
  4. non ho capito a cosa servono i chiodi. Per il suono? vorrei farlo pure io ma per il mio Picci ho paura a mettere i chiodi visto che inghiotte tutto come uno squaletto... grazie cmq per l'idea!

    RispondiElimina
  5. @Sybille: che bel lavoretto da fare alla scuola materna! Brave maestre!
    @Stefania: per fortuna Topastro non è ancora entrato nel pieno della fase di combattimento ma talvolta anche lui finge di "combacciare" con il suo orologio di Bè Tè.
    @Debbie: I chiodi servono a rallentare la discesa del riso e quindi il suono risulta piuttosto prolungato. Inoltre quando il riso tocca il metallo dei chiodi, tintinna! Come la pioggia sui tetti. Non credo che i chiodi possano uscire dal rotolo, magari puoi farne uno e sorvegliare il tuo Picci quando ci gioca. Se usi un cartone di spessore molto grosso come il nostro è impossibile estrarli, neppure se lo sbatti per terra o contro un muro. Inoltre sul rotolo è avvolto un foglio di cartoncino e poi il tessuto. Ma se pensi che sia pericoloso per il tuo piccolo, non farlo :-) Pensa che io devo ancora sorvegliare Topastro quando gioca con la pista per le biglie perchè ancora ha il vizio di mettere in bocca piccoli oggetti. La pista può usarla solo se io sono nella stessa stanza...

    RispondiElimina
  6. Bello, proverò anch'io! Ma i chiodi quanto devono essere lunghi?

    RispondiElimina
  7. @geng: se riesci a trovare dei chiodini che entrando da una parte del rotolo riescono a sfiorare la parete interna opposta è sicuramente l'ideale. Come nell'immagine che è pubblica nel post. Dovresti creare una fitta rete di chiodi in modo che il riso scenda più più lento e tintinni di più. Ma se hai chiodini corti va bene ugualmente, puoi metterne uno da un lato del rotolo e uno all'esatto opposto :-)

    RispondiElimina
  8. Mi piace il bastone della pioggia, ha un suono così dolce e suggestivo! In casa ne ho uno in legno con un serpente intagliato, ma mi è capitato di costruirne anche, come hai fatto tu. Il rotolo di cartone spesso è senz'altro migliore e, se uno desidera farlo più grande, si possono usare anche quelli su cui viene arrotolata la stoffa, ma in questo caso bisogna rivolgersi a un negoziante gentile..Che bei lavori fate tu e Topastro!

    RispondiElimina
  9. @Ninfa: anche secondo me il suono è bellissimo, specialmente di quelli fatti in legno e decorati, come il tuo. Se dovesse mai capitarmi di andare a comprare del tessuto chiederò se hanno un rotolo di cartone da buttar via :-)

    RispondiElimina
  10. Ho letto la tua intervista, complimenti e grazie delle cose che hai detto. Mi fa piacere sapere qualcosa in più su di voi. Ciao!

    RispondiElimina
  11. ho scritto la tua intervista http://supermamma.mammacheblog.com/2011/02/16/intervista-a-pollon-72/
    e contemporaneamente mi è arrivata la mail di una mia intervista su mammaoggi :-)
    http://mammaoggi.it/news/interviste/mamme-blogger-intervista-a-angela-ercolano-supermamma

    RispondiElimina
  12. ma davvero Topastro ancora mette in bocca le biglie? pensa che io a cinque anni sono stata al pronto soccorso per essermi infilata il nocciolo di una ciliega nel naso e, tornata a casa, dopo che me lo avevano tolto, mi sono messa la mollica di pane nel naso...sporco, effetto tappo. Aiuto...speriamo non prenda da me:(

    RispondiElimina
  13. anche noi lo abbiamo fatto!!! il post è programmato per domani mattina!!se ti va passa a vedere il nostro...sembra che lo abbiamo fatto insieme!
    io subito pensavo di coprirlo con la carta adesiva che riproduce l'effetto legno ma poi ho preferito usare i colori che avevo in casa!
    anche noi abbiamo preferito il suono del riso.
    baci

    RispondiElimina
  14. cara Claudia, sono ancora io! ho appena letto la tua intervista...mi è piaciuto molto conoscere un pò più di voi! sei stata fantastica,
    adoro quando descrivi Topastro-ATTORE...me lo immagino il furbetto!
    Grazie per aver pensato anche a me...ti stimo molto come mamma, topastro è molto fortunato.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  15. @NN: grazie!
    @supermamma: è proprio periodo di interviste! Ho letto: bella!
    @Debbie: Non è che sperimenta con la bocca come fanno i bimbi piccoli e le biglie non le ha mai messe in bocca mai ho paura perchè ogni tanto mentre sta giocando, è concentrato, avvicina alla bocca i trenini, un pupazzetto... gli da una leccatina... e io mi preoccupo! Topastro quando era piccino si è infilato un'uvetta nel naso e una volta una caramellina tipo tic tac!
    @mammasorriso: verrò a leggere appena vedo il post, che coincidenza!!!

    RispondiElimina
  16. Ciao Claudia
    Ho pubblicato proprio ora il post del nostro bastone della pioggia: ho citato anche il tuo e quello di MammaSorriso che in questi giorni abbiamo avuto la stessa idea senza consultarci ovviamente.
    Questi sono i misteri del blog.

    RispondiElimina
  17. questo si che è un metodo buono per costruire il bastone della pioggia! ne avevo provati altri ma nessuno era soddisfacente! ci proveremo! grazie mitica!!!

    RispondiElimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.