mercoledì 5 giugno 2013

Care maestre

Care maestre 
Vi scrivo questa lettera per ringraziarvi di questo bellissimo anno scolastico. È facile criticare, spesso lo si fa senza neppure riflettere un attimo prima di parlare. Allo stesso modo sarebbe giusto elargire complimenti e far sapere alle persone che il loro lavoro è stato apprezzato. Così ho pensato che è giusto farvi sapere che sono molto contenta di avervi conosciuto e ho apprezzato ogni singolo istante di questo anno scolastico.
Mi sono commossa sin dal primo istante, il colloquio conoscitivo di inizio anno, perché ho capito subito che siete persone sincere che comunicano in maniera chiara e questo mi è piaciuto molto. La comunicazione è molto importante e voi avete sempre spiegato, sia ai bambini che agli adulti, le motivazioni delle vostre scelte e decisioni, il vostro pensiero e il perché di certe regole del plesso.
Ho apprezzato tantissimo l’accoglienza che avete riservato al mio bambino che, essendo stato inserito l’ultimo anno di un percorso di tre, si è trovato in un ambiente nuovo con bambini che non conosceva. Samuele si è inserito immediatamente nel gruppo e si è affezionato in fretta alle maestre e al personale ausiliario. Mi è piaciuto molto il metodo scelto per l’inserimento soprattutto per la grande opportunità che hanno avuto di genitori di poter trascorrere un pochino di tempo insieme ai figli nell’ambiente scolastico e che ha sicuramente evitato, specialmente ai bambini di tre anni, il trauma del ritrovarsi in un ambiente nuovo senza la mamma. Inserimento che considero perfetto anche per i tempi: non troppo corto e non troppo lungo. Davvero carina l’idea della festa dell’accoglienza.
Durante l’anno scolastico si sono presentate diverse altre occasioni per i genitori di poter entrare a far parte del piccolo mondo in cui i bambini vivono e per me è stato un onore. Vedere mio figlio muoversi all’interno della sua sezione, in salone e giardino come fosse casa sua, poter condividere con lui spazi, giocattoli, emozioni… Tutto ciò mi ha confermato che lui in questa scuola si è trovato benissimo. Tutte le feste sono state meravigliose perché hanno coinvolto i bambini e i genitori e ho apprezzato sia i momenti condividi con le altre sezioni che quelli più intimi all’interno della sezione di mio figlio e anche la richiesta di aiuto come portare dolci per le feste o per aiutare Natale.
E poi grazie ancora per tutti quei piccoli gesti che mi hanno fatto capire che mio figlio è stato trattato come un bambino unico e speciale. In alcune scuole viene data molta importanza al gruppo mentre in questa scuola io ho sentito con il cuore che ad ogni singolo bambino è stata data l’attenzione di cui aveva bisogno e sono stati presi in considerazione i suoi pregi e difetti. Ogni bimbo ha avuto la possibilità di poter lavorare/giocare insieme a tutti i compagni di sezione, con i bambini delle altre sezioni ma anche in un gruppo piccolo insieme alla maestra o atelierista avendo così la possibilità di vivere un’esperienza più forte e intima. Ho letto il profilo che le maestre hanno scritto per il passaggio alla scuola primaria e notato con quanta cura le maestre hanno individuato le caratteristiche del mio bimbo.
È bello la mattina presto varcare il portone e trovare sempre persone, maestre e personale ausiliario, che ti accolgono con il sorriso e un caldo saluto. È bello notare la coerenza, le regole vengono ribadite e tutti le devono rispettare e quando vengono infrante vengono ricordate le motivazioni. Io vedo maestre affettuose ma che sanno farsi rispettare e fanno rispettare le regole.
Soddisfatta anche della struttura che considero perfetta in rapporto al numero di bambini ospitati. C’è abbastanza spazio per permettere a ogni bimbo di giocare ed esprimersi. Personalmente ritengo che il merito di una buona scuola si in grande percentuale merito delle maestre ma avere una struttura adatta è  diritto di ogni bambino.
L’uovo… sono rimasta senza parole per la cura con cui è stata inventata la storia dell’uovo e del draghetto che dimostra quando le maestre abbiano a cuore i bambini ed hanno trovato il modo di stupirli e introdurli all’argomento trattato durante tutto l’anno scolastico. Io e mio figlio non dimenticheremo mai la puzza di bruciato della mattina in cui l’uovo si è schiuso, il ritrovamento delle lettere, le impronte sul pavimento…
Grazie per questa MERAVIGLIOSA avventura! Grazie per l’impegno, i sorrisi, gli abbracci, la cura con cui vi siete occupati di mio figlio e per la leggerezza con cui siete riusciti a insegnarli a rispettare le regole, a giocare in gruppo, a fare esercizi di pregrafismo, ad assaggiare cibi nuovi…
Vorrei ringraziare per altre cose ma la lettera diventerebbe chilometrica. Sappiate che ho apprezzato tutto ciò che avete fatto durante l’anno scolastico, ogni momento, progetto e oggetto. 
Claudia Protti, mamma di Samuele

17 commenti:

  1. Samuele è stato fortunato e tu con lui perchè maestre e scuole così non sempre si trovano.
    Che bello poter dire di essere soddisfatti e felici! Ed è bellissimo farlo sapere a chi è motivo della nostra soddisfazione efelicità, in questo caso le maestre e il personale tutto della scuola.
    Brava Claudia, hai scritto una lettera meravigliosa :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Maris: siamo stati fortunatissiiìmi! Un'esperienza indimenticabile e mi pareva giusto che le maestre lo sapessero quindi ho stampato la lettera e l'ho consegnata :-)

      Elimina
    2. Immaginavo che gliel'aveessi data...hai fatto benissimo! E' un riscontro dicerto gratificante per il loro lavoro!

      Elimina
  2. Siete stati davvero fortunati. Nella mia pur limitata esperienza, mi rendo conto che è sempre più difficile incontrare delle maestre capaci di capire e valorizzare ogni elemento della loro classe!!

    E hai fatto bene a scrivere la lettera alle maestre, lascerai loro un bel ricordo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Murasaki... non è facile. Fare la maestra deve essere davvero difficile e spesso noi genitori non facciamo altro che criticare il loro operato. Sicuramente a volte abbiamo ragione ma altre volte crediamo di avere un figlio perfetto... Quando una maestra è brava è giusto farglielo sapere :-)

      Elimina
  3. Bellissima. Che bello apprezzare il lavoro di tanti insegnanti. Se ne parla sempre negativamente e invece quando si hanno fortune così è giusto che si debba dire loro quanto è stato apprezzato il loro lavoro e quanta stima ci sia nei loro confronti. E' inutile dirlo, hai fatto benissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così Antonella, quando si ha la fortuna di incontrare maestre brave è giusto lodare il loro lavoro e far sapere che la soddisfazione è 100% :-)

      Elimina
  4. Magnificamente brava Claudia, mi dici che io trovo sempre le parole giuste per tutte le evenienze. Io non credo di essere stato in grado di scrivere quello che hai scritto tu, con il cuore e con tanta passione. Hai fatto veramente una grande cosa. In questa società dove il merito non viene quasi mai premiato o messo in evidenza, tu l' hai premiato e sottolineato con grande chiarezza e forza. Super complimenti.Sono convinto che le maestre ricorderanno per sempre le tue parole e magari faranno un quadro con la tua lettera: lettera da enciclopedia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giorgio. Purtroppo è come dici: in questa società il merito non viene quasi mai premiato o messo in evidenza. E questo non è giusto. La lettera è un piccolo gesto che credo abbia fatto capire alle maestre che grande lavoro hanno fatto!!

      Elimina
  5. che meraviglia!
    Fai bene a lodare un lavoro così ben fatto!
    Complimenti alle maestre!

    RispondiElimina
  6. Tutta un'altra storia rispetto agli anno passati eh?!
    Ora non mi resta che fare a te e al Topastro un grosso in bocca al lupo per l'anno prossimo.

    Buona estate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così... non avrei mai immaginato una storia così bella. Questa per me è la SCUOLA :-)
      Grazie, speriamo che il prossimo anno sia altrettanto bello!

      Elimina
  7. Che bella questa lettera e che emozione sarà stato riceverla, hai ragione a dire che il merito degli insegnanti deve essere lodato! Anche per me la scuola e la maestra di mio figlio sono stati alleati preziosi e ogni anno cerco di farglielo sapere con un biglietto o un pensiero.
    Ma una lettera non l'ho mai scritta ,.. mi hai dato proprio lo spunto giusto.
    E che il prossimo anno sia ancora più intenso, con questo nuovo inizio così importante :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marzia, sono sicura che alle maestre di tuo figlio farà piacere ricevere la tua lettera. Credo che per una maestra sia il regalo migliore, più di mille piccoli regalini materiali. Grazie per l'augurio!

      Elimina
  8. Cara Claudia, hai fatto proprio bene a scrivere questa lettera.
    Gli insegnanti hanno bisogno di sentirsi dire quanto noi e i nostri bambini apprezziamo il loro lavoro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te: gli insegnanti hanno bisogno di sentirsi dire quanto li apprezziamo. Lavorare con le persone non è facile ma se qualcuno lo fa in maniera eccellente è giusto che lo sappia :-)

      Elimina

Commenti ANONIMI momentaneamente SOSPESI causa spam.